Milan, rebus trequarti: Brahim Diaz, De Ketelaere o entrambi? E Adli…

Categories

Uno dei grandi rebus del mercato estivo rossonero è stato quello del famigerato trequartista, ruolo lo scorso anno ricoperto da Brahim Diaz e talvolta anche da Krunic e Kessie. Lo spagnolo però non ha convinto la scorsa annata e le soluzioni in quel reparto ora sono molteplici.

Con l’arrivo di Charles De Ketelaere, i rossoneri hanno acquistato un giocatore in grado di giocare sia sulla trequarti, ma anche a destra. Certamente l’ingresso del belga nel gruppo squadra e nei meccanismi di Pioli deve essere graduale, senza pretendere la luna in un primo momento dal neo acquisto. Altro calciatore tornato dal prestito al Bordeaux lo scorso anno è Yacine Adli, giovane talento francese che nel precampionato ha già impressionato tutto l’ambiente. Molti lo danno già per titolare sulla trequarti ma anche per lui vale lo stesso discorso fatto per De Ketelaere, in quanto dovrà inserirsi con pazienza nei dettami tecnico-tattici del mister.

La prima sfida di campionato con l’Udinese ha però in parte rovesciato le carte in tavola. La bella prestazione di Diaz, autore di una rete e un assist, ha mostrato un calciatore carico e in forma per il campionato. Probabilmente la folta concorrenza di Adli e De Ketelaere in quel ruolo lo sta spingendo a dare il meglio di sé per non perdere il posto da titolare. Le partite da affrontare, soprattutto in questa prima fase di stagione antecedente ai mondiali, saranno tante e l’apporto di ogni singolo calciatore risulterà essere decisivo.

Il rebus trequartista lo scorso anno vedeva un Pioli che non sapeva chi schierare in quella posizione per mancanza di interpreti; oggi la situazione è opposta, poiché l’allenatore emiliano ha una vasta gamma di scelte e dunque ad occupare quel tassello nel suo scacchiere sarà chi darà il massimo in ogni allenamento. È indubbio inoltre che a causa delle molte partite ravvicinate ci sarà un turnover, il quale permetterà a molti giocatori di ruotare e di rifiatare.

La scelta del miglior interprete in quel ruolo sarà dettata anche dal tipo di avversario che si va ad affrontare. La carta Brahim Diaz potrà essere spesso giocata a partita in corso, così come gli stessi de Ketelaere e Adli che sia a gara in corso ma anche dall’inizio potranno dare un contribuito fondamentale sia in termini di qualità ma anche di fisicità, essendo entrambi due calciatori particolarmente alti. È presumibile quindi che contro avversari con un centrocampo particolarmente fisico, la carta Diaz verrà messa da parte per poi essere eventualmente sfruttata a partita in corso, quando gli avversari saranno più stanchi.

La scelta finale spetterà al mister che in base alle variabili già spiegate in precedenza sceglierà nel miglior modo possibile il miglior interprete per quella posizione così delicata, con la certezza che tutti i calciatori vorranno farsi trovare pronti per ogni evenienza.

Milan: Charles De Ketelaere (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Charles De Ketelaere (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Autore

condividi