Rebic out e Leao senza riposo: serve nuova linfa in attacco

Author

Categories

Share

La notizia di oggi che ha riportato la lesione muscolare alla coscia di Rebic, non fa sorridere Pioli, il quale sta spremendo all’osso Leao. Proprio nella sfida di ieri il croato sarebbe partito titolare e con Rafa in panchina la sfida a Firenze sarebbe andata diversamente. Ora però, il mister dev’essere bravo a capire chi schierare, già a partire da mercoledì, in attacco, visto che Leao è uscito con i crampi (da vedere se partirà ancora dal 1′ contro l’Atletico) e Ante dovrà fare nuovi controlli fra 10 giorni.

Le alternative non mancano e il tecnico parmigiano lo sa bene, tant’è che ogni intervista (o quasi) ricorda come la dirigenza gli abbia messo a disposizione una rosa completa e con più di 11 titolari. È arrivato il momento di sfruttarli, visti anche i rientri di Messias e Florenzi che posso fare la differenza in attacco.

L’identità che Pioli ha dato al suo Milan può essere un vantaggio, visto che la tendenza è quella di lasciare libertà ai 3 dietro la punta. L’intercambiabilità può permettere di utilizzare giocatori in ruoli ibridi. Certo non sarebbe il momento ideale di fare esperimenti, visto che al Wanda Metropolitano i rossoneri si giocano ancora la qualificazione agli ottavi di Champions, ma chi può dire che non possa essere invece l’arma vincente?

Nel ruolo di prima punta probabilmente toccherà a Giroud, visti i 90′ al Franchi di Ibra, che sarà pronto a subentrare in caso. Sulla trequarti le scelte non mancano, ma non sono neanche così semplici. A disposizione in quella zona di campo ci saranno Messias, Brahim, Saelemaekers, Leao ed eventualmente Florenzi. Come dicevamo prima, il modo di giocare della squadra di Pioli consiste nell’occupare gli spazi lasciati vuoti dai compagni, senza dare così, punti di riferimento.

Detto ciò, un’ipotesi può essere quella di spostare Alexis a sinistra, tenere Brahim al centro e Messias nel suo ruolo naturale. Una delle alternative è quella di invertire gli esterni oppure spostare Diaz a sinistra o destra, Messias nella fascia opposta allo spagnolo e Alexis trequartista. Queste sono solo alcuni esempi di come usare quelle posizioni in mancanza di alcuni titolari: la cosa certa è che le scelte di qualità non mancano.

Fiorentina-Milan: Zlatan Ibrahimovic, Rafael Leao, Alfred Duncan e Riccardo Saponara (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Fiorentina-Milan: Zlatan Ibrahimovic, Rafael Leao, Alfred Duncan e Riccardo Saponara (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share