Pioli ascolta Boban: Saelemaekers terzino. Esigenza o rivoluzione?

Author

Categories

Share

Pioli ascolta Boban, un anno dopo. Ad un anno (o poco più) dal licenziamento del croato, il mister rossonero – più per emergenza che per scelta tecnica – ripropone Saelemaekers nel ruolo di terzino. Una scelta inaspettata, soprattutto dopo che Paolo Maldini la scorsa estate si è mosso per coprire la casella di destra con Kalulu (praticamente a zero) e Dalot.

Una scelta inaspettata, anche discutibile, ma che fa riflettere. Se per quanto riguarda il francese classe 2000 – che ha dimostrato di avere grande potenziale anche come centrale improvvisato – ci può anche stare, l’esclusione dell’esterno di proprietà dello United sa proprio di bocciatura. Al di là del l’exploit con il Verona, con un gol effettivamente da incorniciare, il portoghese con prestazioni decisamente inappropriate ha dimostrato alla lunga di non essere all’altezza di sostituire Theo Hernandez, né il rinato Calabria di cui ora il Milan sente fortemente la mancanza. Vanno bene gli impegni con la Nazionale U21 portoghese, ma sembra che l’ex Porto non sia fondamentale nelle gerarchie rossonere.

Saelemaekers terzino: chiave di volta futura?

Ecco il motivo per cui Pioli ieri con la Samp ha optato per la “salamandra belga” a destra. Una soluzione che ieri non si è rivelata vincente (complice la prestazione complessiva della squadra) ma che potrebbe rivelarsi la chiave di volta in attesa che Davide recuperi dall’operazione al menisco. Il numero 56 rossonero, sicuramente dotato di grande dinamismo e propensione offensiva, può diventare l’arma in più quando di fronte si trova una squadra meno organizzata in fase difensiva.

Meno organizzata rispetto alla Sampdoria di ieri, che dopo il vantaggio trovato grazie all’infortunio dell’altro terzino Theo, ha sbarrato la saracinesca, rendendo quasi impossibili le incursioni milaniste. Dipenderà dal recupero di Calabria, ma anche dalle prestazioni di Castillejo: perché se lo spagnolo dovesse continuare di questa lena, il contributo di Saelemaekers la davanti, tra i tre dietro Ibra, diventerebbe necessario. Se non fondamentale.

Milan: Alexis Saelemaekers – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Author

Share