HomeIn evidenzaMilan, l'obiettivo per il 2023 è ritrovare la solidità difensiva

Milan, l’obiettivo per il 2023 è ritrovare la solidità difensiva

Altre due partite, centoottanta minuti che concluderanno il 2022 del Milan e di tutte le squadre dei massimi campionati europei. Una data insolita, quella del 13 novembre, per terminare l’anno solare calcistico, ma resa obbligatoria dalla straordinarietà – intesa come “eccezionalità rispetto alla prassi o all’ordine consueto” – di un Mondiale in pieno inverno. Il Diavolo ieri sera ha fatto sua una partita che, a detta dello stesso Olivier Giroud, “ad un certo punto ha ricordato quella dello scorso anno“. Di fronte la maledizione Spezia, contro cui passiamo in vantaggio, sprechiamo una quantità immonda di palle gol, subiamo il pareggio e poi la risolviamo negli ultimi minuti, con la differenza che stavolta il gol ci viene convalidato.

Dicevamo, una vittoria sofferta ma importantissima, per tenere il passo di un Napoli che al momento pare inarrestabile, e che, va detto, ad oggi, è la migliore squadra del campionato. I ragazzi di Pioli dovranno ripetersi assolutamente contro Cremonese (martedì allo Zini) e Fiorentina (domenica a San Siro), per restare il più possibile vicini agli uomini di Spalletti, sperando che Osimhen e compagni lascino qualche punto per strada nelle prossime due, sebbene sulla carta siano match ampiamente alla portata dei partenopei, che ospiteranno al Diego Armando Maradona prima l’Empoli e poi l’Udinese.

Milan, concedi troppe palle gol agli avversari

A quel punto, poi, scatteranno i circa due mesi di pausa (esattamente 52 giorni tra Milan-Fiorentina e Salernitana-Milan, primo match del 2023), durante i quali mister Stefano Pioli sarà chiamato a lavorare sugli aspetti della sua squadra che ancora non convincono del tutto. Lo stesso tecnico rossonero, con la massima lucidità ed onesta intellettuale che lo contraddistinguono, ha ammesso che la sua squadra ha ancora molto da lavorare e migliorare, e, a parere di chi scrive, l’impellenza maggiore è sul reparto arretrato.

Anche contro lo Spezia – così come accaduto pochi giorni prima in Champions contro il Salisburgo, la difesa rossonera ha continuato a sbandare pericolosamente. Va evidenziato che, praticamente ad ogni partita – indipendentemente dal contesto e dall’avversario – il Milan concede almeno 2-3 palle gol nitide, che nella maggior parte dei casi non hanno influito sul risultato finale, ma che comunque non danno agli osservatori quel senso di retroguardia granitica ed imperforabile che è stato uno dei punti forti, anzi fortissimi, della vittoria dello Scudetto numero 19. Siamo certi che, in questo senso, una grossa mano lo darà anche il ritorno tra i pali di Mike Maignan, ma è tutto il reparto che dovrà ritrovare quella compattezza su cui si costruiscono le più importanti vittorie.

Twitter: @Juan__DAv

Milan: Mike Maignan, Fikayo Tomori, Pierre Kalulu (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Mike Maignan, Fikayo Tomori, Pierre Kalulu (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

FOTO: Baresi, Massaro e Serginho incontrano un gruppo di bambini al The Football Centre in Australia

Milan e Roma si preparano per l'amichevole in Australia in ricordo di Agostino Di...

Milan, l’omaggio a Giroud l’ultimo giorno a Milanello. Il giocatore: “Mi mancherà tutto di questo posto, grazie di cuore a tutti”

Olivier Giroud saluterà il Milan e in questi giorni ha salutato anche Milanello. Attraverso...

Scegli il terzino del futuro: Emerson Royal o Tiago Santos? Milan, ovunque vai caschi bene

Forse è troppo presto per trattare un argomento del genere, ma il Milan ha...

Ultim'ora

FOTO: Baresi, Massaro e Serginho incontrano un gruppo di bambini al The Football Centre in Australia

Milan e Roma si preparano per l'amichevole in Australia in ricordo di Agostino Di...

Milan, l’omaggio a Giroud l’ultimo giorno a Milanello. Il giocatore: “Mi mancherà tutto di questo posto, grazie di cuore a tutti”

Olivier Giroud saluterà il Milan e in questi giorni ha salutato anche Milanello. Attraverso...

Scegli il terzino del futuro: Emerson Royal o Tiago Santos? Milan, ovunque vai caschi bene

Forse è troppo presto per trattare un argomento del genere, ma il Milan ha...