HomeNewsAd essere Allegri sono i milanisti. Prima Tomori, poi l'eurogol di Diaz:...

Ad essere Allegri sono i milanisti. Prima Tomori, poi l’eurogol di Diaz: a San Siro è 2-0 sulla Juventus

A 69 ore dalla sconfitta di mercoledì contro il Chelsea, ed a 75 dalla “rivincita” di martedì, il Milan si rituffa in campionato e lo fa con un altro big match, quello più sentito dai tifosi rossoneri dopo il derby. A San Siro, infatti, arriva la Juventus. Pioli cambia quattro uomini rispetto a Stamford Bridge, uno “per necessità” – torna l’intoccabile Theo Hernandez al posto di Ballo-Tourè, gli altri “per volontà”: spazio a Gabbia, Pobega e Diaz al posto di Dest, Krunic e De Ketelaere. Allegri sceglie il 4-4-2, ritrovando Milik accanto a Vlahovic.

Milan-Juventus, primo tempo

E’ Pobega a fungere da trequartista “atipico”, con Brahim Diaz nell’insolita posizione di esterno destro. La partita inizia su ritmi sostenuti, ma le prime occasioni sono di marca bianconera: al minuto 8, Cuadrado si inserisce sulla destra e prova il diagonale che termina non lontano dal palo alla destra di Tatarusanu. Quattro minuti dopo ci prova invece Milik, che protegge palla in area, si gira ma il suo sinistro è debole e centrale. Dopo un quarto d’ora iniziale migliore per la Juventus, sale in cattedra il Milan. Al ventesimo la prima occasione per i campioni d’Italia, ed è enorme: angolo di Tonali, la spizzata di Tomori sul primo palo fa arrivare la palla a Leao, che con il tacco ravvicinato prende il palo sfiorando un eurogol. Evidentemente il portoghese ha un credito con la fortuna, perchè al minuto 33 colpisce un altro legno: tiro dai venti metri sul secondo palo che va a stamparsi sul legno. Sull’azione seguente, ci prova Bennacer ma la palla termina alta. Nel primo dei due minuti di recupero, il Milan passa, e meritatamente: azione d’angolo la palla arriva a Giroud, il cui tiro colpisce Fikayo Tomori a due passi dalla porta. Il difensore inglese si gira e scarica un potente sinistro che manda le squadre al riposo con il Milan avanti.

Milan-Juventus, secondo tempo

Nei ventidue che rientrano in campo dagli spogliatoi c’è un volto nuovo: è quello di McKennie, che sostituisce Cuadrado, l’unico ammonito del primo tempo. La prima conclusione della ripresa è all’ottavo minuto, con il destro di Leao che però si alza troppo. Un minuto dopo, il Milan trova il raddoppio con un grandissimo gol di Brahim Diaz: lo spagnolo recupera palla nella propria metà campo e si invola verso la porta, salta in maniera imbarazzante Bonucci, evita la scivolata di Milik e davanti a Szczesny trova un tiro che il portiere polacco riesce solo a toccare senza impedire che finisca in rete. Dopo il gol dell’ex Real Madrid, inizia la girandola dei cambi da ambo i lati: nella Juventus dentro Paredes e Miretti per Locatelli e Kostic, nel Milan prima Pobega, poi De Ketelaere e Rebic in luogo rispettivamente di Pobega, Diaz e Giroud. Al minuto 67, Hernandez scatta sul filo del fuorigioco sull’ottima imbucata di De Ketelaere, salta Szczesny ma si defila troppo, quindi prova un pallonetto che termina fuori misura. La Juventus prova a riaprirla a venti dalla fine: su un cross dalla destra, Milik è tutto solo in area, ma il suo colpo di testa è debole e facile preda di Tatarusanu. A dieci dalla fine, Allegri si gioca le ultime carte offensive che ha in panchina, inserendo Kean e Soulè per Vlahovic e Rabiot. Al minuto 84, anche Pioli ultima le sostituzioni, mandando in campo Vranckx e Origi per Bennacer e Leao. Alla ripresa del gioco dopo i cambi, grande chance per Kean, che entra in area e calcia praticamente a botta sicura, trovando la provvidenziale opposizione di Tomori. La Juventus si butta a capofitto in avanti alla ricerca del gol che riaprirebbe il match, ma prima Kean e poi Bremer vengono murati. Nel secondo dei quattro minuti di recupero, Szczesny si deve superare sul destro di Origi per evitare il tris rossonero. Poco male, perchè il Diavolo ottiene una vittoria importante e meritata, che lo lancia in classifica e innalza il morale in vista di martedì.

Milan: Fikayo Tomori (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Fikayo Tomori (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Mercato Milan, ancora nessun contatto con il Tottenham per Emerson Royal: il club rossonero resta in pole. La situazione

In attesa dell'inizio del calciomercato che ufficialmente partirà il prossimo 1° luglio, il Milan...

Euro 2024, Jovic parte dalla panchina in Slovenia-Serbia

Tra circa mezzora, Slovenia e Serbia scenderanno in campo alla Munich Arena di Monaco di Baviera nel...

Corriere Bergamo: Saelemaekers nella lista di mercato dell’Atalanta

Non riscattato dl Bologna, e considerato dal Milan come un esubero, Alexis Saelemaekers potrebbe...

Gazzetta, possibile intreccio Juventus-Milan: Fofana è un possibile sostituto di Rabiot

Il Milan è attivo anche sul mercato dei centrocampisti, per cui presto potrebbe rientrare...

Ultim'ora

Mercato Milan, ancora nessun contatto con il Tottenham per Emerson Royal: il club rossonero resta in pole. La situazione

In attesa dell'inizio del calciomercato che ufficialmente partirà il prossimo 1° luglio, il Milan...

Euro 2024, Jovic parte dalla panchina in Slovenia-Serbia

Tra circa mezzora, Slovenia e Serbia scenderanno in campo alla Munich Arena di Monaco di Baviera nel...

Corriere Bergamo: Saelemaekers nella lista di mercato dell’Atalanta

Non riscattato dl Bologna, e considerato dal Milan come un esubero, Alexis Saelemaekers potrebbe...