Milano, che domenica bestiale: rossoneri e nerazzurri alla resa dei conti (quasi) finale

Inter-Milan: Sandro Tonali ed Edin Dzeko (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Inter-Milan: Sandro Tonali ed Edin Dzeko (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Domenica per cuori forti quella che aspetta Milan e Inter. Dopo una stagione a rincorrersi, prima i nerazzurri, poi i rossoneri ed ora di nuovo i nerazzurri, siamo arrivati alla resa dei conti (quasi) finale. La linea Milano-Cagliari non è mai stata così collegata come in data odierna, 15 maggio 2022. Due squadre che hanno segnato una stagione calcistica, chi per titoli già vinti e chi per sogni da inseguire. Le due sponde del Naviglio, le due anime della stessa città: solo una prevarrà, forse già oggi.

I rossoneri ritrovano quella realtà che aveva fatto toccare il fondo, circa due anni e mezzo fa. Quell’Atalanta di Gian Piero Gasperini, colui che quel 22 dicembre 2019 saltava insieme ai tifosi bergamaschi per il 5-0 rifilato alla squadra di Stefano Pioli, se quella si potesse chiamare già squadra. Fu in quel momento che il club tutto ebbe lo scatto decisivo, ma occhio a non parlare di chiusura del cerchio: Pioli ha già detto che mancherà ancora un’altra partita.

È sicuramente la chiusura del cerchio per il protagonista assoluto della scorsa stagione, Franck Kessie, alla sua ultima con questa maglia a San Siro, proprio contro la sua ex. Poi ci sono le storie di Ibrahimovic e Romagnoli di cui tanto abbiamo parlato in questi giorni. Una sfida con tanti, tantissimi contenuti emotivi che sarà arricchita dal tutto esaurito della Scala del Calcio.

I nerazzurri saranno impegnati poco meno di tre ore dopo dal fischio d’inizio di Orsato in quel della Sardegna, per un’altra gara da dentro o fuori. Contro un Cagliari bisognoso come non mai di punti salvezza, con un popolo che riempirà l’Unipol Domus nonostante le contestazioni di quest’annata. Sarà un derby per due figure principali: il presidente Giulini, di nota fede nerazzurra, e Nicolo Barella, impegnato contro il suo passato.

Dopo la vittoria della Coppa Italia, Simone Inzaghi vuole mettere la ciliegiona (e non ciliegina) sulla torta che arriverebbe in seguito ad un’estate vissuta non particolarmente bene per via degli addii forzati di uomini chiave e in vista di un’estate che potrebbe vedere altri sacrifici. Gli ingredienti per una domenica bestiale ci sono tutti: si decide tutto o quasi nelle prossime 12 ore. Una certezza resta: Milano è tornata capitale del calcio in Italia e a breve punterà all’Europa.

Inter-Milan: Sandro Tonali ed Edin Dzeko (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Inter-Milan: Sandro Tonali ed Edin Dzeko (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)