HomeNewsMilan-Verona, le pagelle dei rossoneri: Leao spacca la partita, bene Kessie-Bennacer. Saelemaekers...

Milan-Verona, le pagelle dei rossoneri: Leao spacca la partita, bene Kessie-Bennacer. Saelemaekers in ombra

Le pagelle dei calciatori del Milan, dopo il match contro il Verona:

TATARUSANU 6 – Incolpevole sui due gol del Verona, intuisce la direzione del rigore di Barak ma non ci arriva. Attento nella ripresa sullo stesso Barak.

CALABRIA 6.5 – Lazovic non è un cliente facile, ma se il serbo non si nota per tutta la partita è merito di Davidino, che è pericolo anche quando si proietta in fase offensiva.

TOMORI 6 – Sbanda come tutta la retroguardia nel primo quarto di gara, poi serra le fila.

ROMAGNOLI 5.5 – Per quanto il rigore appaia estremando generoso, il capitano non dà impressione di grossa sicurezza, contro un avversario molto fisico come l’ex Kalinic.

BALLO-TOURE 5.5 – Primo tempo horror per il sostituto di Theo Hernandez, che nella ripresa si scioglie ed inizia ad affondare dalla sua parte.

KESSIE 6.5 – Sta pian piano tornando il Franck dei tempi migliori. Combattente a centrocampo e freddissimo dal dischetto.

BENNACER 6.5 – La solita trottola in mezzo al campo, lotta come un forsennato su ogni pallone e poi mantiene la lucidità per smistarli nel migliore dei modi.
– dal 77′ IBRAHIMOVIC 6 – Torna dopo un mese e basta questo per mettere in apprensione la difesa del Verona.

SAELEMAEKERS 5 – Non il miglior Alexis, perchè nel primo tempo non è il miglior Milan della stagione. Il belga non riesce a “festeggiare” il rinnovo di contratto e Pioli lo toglie all’intervallo.
– dal 46′ CASTILLEJO 6.5 – Chiamato in causa vista l’emergenza infortuni, Samu si dimostra il solito grande professionista. Guadagna il rigore del 2-2 e “causa” l’autorete di Gunter.

MALDINI 5.5 – Ingabbiato dalla mediana e dai centrali del Verona, non riesce mai ad entrare veramente in partita.
– dal 46′ KRUNIC 6.5 – Entra molto bene in partita dopo essere stato a lungo ai box. Gioca sia trequartista che mediano e li fa entrambi con molta attitudine.

REBIC 6 – Inizia bene facendo subito prendere un giallo a Ceccherini, e dà la sensazione che dai suoi piedi possa uscire sempre qualcosa di buono. Si arrende ad un infortunio prima dell’intervallo.
dal 36′ LEAO 7 – Il suo ingresso spacca la partita: a sinistra è imprendibile, e serve un cioccolatino a Giroud.

GIROUD 6.5 – Nel primo tempo si avvertono ancora i postumi delle ultime complicate settimane, con Olivier che sbaglia tutte le sponde ed il posizionamento. Nella ripresa è un altro giocatore ed è dalla sua zuccata che parte la rimonta rossonera.
– dall’81’ TONALI s.v.

All. PIOLI 6.5 – Qualche scelta iniziale non paga e l’inizio è shock, ma – grazie anche agli ingressi di Leao, Krunic e Castillejo – il suo Milan cambia volto nella ripresa. Di riffa o di raffa, i rossoneri non mollano mai.

Altre notizie

Finale di Champions League a San Siro, stand-by della UEFA: a settembre il nuovo giudizio per l’edizione 2027

San Siro è pronto a ospitare la quinta finale di Champions League della propria...

Bergomi: “L’Inter non può cullarsi sugli allori: la Juve può investire, il Milan può migliorare e…”

Lo storico difensore nerazzurro Giuseppe Bergomi ha rilasciato un'intervista ai microfoni della Gazzetta dello...

Pioli e la sua ultima al Milan e a San Siro. Dal coro in suo onore alla contestazione finale, una storia da ricordare

Il 9 ottobre 2019 Stefano Pioli diventa il nuovo allenatore del Milan. La situazione...

Ufficiale: Farioli è il nuovo tecnico dell’Ajax. Era stato accostato anche al Milan

Il suo nome era finito nella lista del Milan come possibile erede di Stefano...

Ultim'ora

Finale di Champions League a San Siro, stand-by della UEFA: a settembre il nuovo giudizio per l’edizione 2027

San Siro è pronto a ospitare la quinta finale di Champions League della propria...

Bergomi: “L’Inter non può cullarsi sugli allori: la Juve può investire, il Milan può migliorare e…”

Lo storico difensore nerazzurro Giuseppe Bergomi ha rilasciato un'intervista ai microfoni della Gazzetta dello...

Pioli e la sua ultima al Milan e a San Siro. Dal coro in suo onore alla contestazione finale, una storia da ricordare

Il 9 ottobre 2019 Stefano Pioli diventa il nuovo allenatore del Milan. La situazione...