HomePrimo PianoMP Preview - Verso Milan-Fiorentina: tutto quello che c'è da sapere

MP Preview – Verso Milan-Fiorentina: tutto quello che c’è da sapere

La Viola visita il Diavolo in un pomeriggio milanese. A San Siro andrà in scena la 9ª giornata di Serie A tra Milan e Fiorentina. Una gara fondamentale per entrambe le squadre, con motivazioni ben diverse. Cesare Prandelli sfida Daniele Bonera, suo giocatore ai tempi del Parma, che continuerà a sostituire Stefano Pioli e Giacomo Murelli, ancora positivi al Coronavirus. 12 sono i punti che dividono le due squadre in classifica, una differenza che riflette perfettamente l’inizio di stagione delle due compagini.

Entrambi gli allenatori che saranno in panchina sono due subentrati, di Bonera ne abbiamo già parlato, mentre Prandelli ha sostituito in corso d’opera Iachini, il primo tecnico esonerato in Serie in quest’annata. Rocco Commisso ritrova quel Milan che aveva cercato di acquistare qualche anno fa. Cutrone e Bonaventura ritrovano il loro passato che, in un modo o nell’altro, ha deciso di scaricarli. Dall’altra parte c’è Rebic, anch’egli un ex che, però, non ha lasciato il segno in maglia viola. Gli ultimi incontri a San Siro sorridono agli uomini di Prandelli, ma il Milan vorrà invertire la rotta per poi godersi in tranquillità il big match serale che vedrà Napoli e Roma una contro l’altra. La Fiorentina vuole invertire la rotta in un inizio di campionato molto difficile. Vediamo come arrivano le due squadre alla gara.

Ante Rebic – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Lo stato di forma delle due squadre: Milan

I rossoneri sono primi in Serie A con 20 punti. Con la vittoria odierna dell’Inter sul campo del Sassuolo, i nerazzurri si sono portati a -2 dal Milan, a pari merito degli stessi neroverdi. Il Milan, qualsiasi sia il suo risultato o quello delle avversarie, resterà in vetta alla classifica al termine della giornata. Certo è che ci sarà un occhio di riguardo verso Napoli-Roma, entrambe concorrenti per un posto Champions. Prima, però, ci sarà da passare il test Fiorentina. 

Gli uomini a disposizione di Daniele Bonera sono reduci dal pareggio esterno in Europa League contro il Lille (1-1). In campionato il Milan non vince a San Siro dal 4 ottobre, dalla gara contro lo Spezia. Da quel momento altre due partite disputate tra le mura amiche, ma entrambe sono terminate in pareggio. 3-3 contro la Roma, 2-2 contro l’Hellas Verona. 5 degli 8 gol subiti sono arrivati in queste due gare, nelle quali i rossoneri non avrebbero rubato nulla se avessero portato a casa una vittoria. Nell’ultima di campionato il Diavolo ha sbancato il San Paolo, battendo il Napoli 1-3.

Per quel che riguarda le assenze, oltre ai già citati Pioli e Murelli, i rossoneri dovranno fare ancora a meno di Zlatan Ibrahimovic e Rafael Leao, infortunati. A loro si aggiunge anche Ismael Bennacer, problema all’adduttore per lui che ha saltato la rifinitura. Al suo posto ci sarà Sandro Tonali, il quale avrà una grandissima chance in tandem con Kessie. Tra i rientranti sia Alessio Romagnoli che Alexis Saelemaekers, fuori per infortunio contro il Lille. Il belga dovrebbe riprendersi l’out di destra con il suo compagno Davide Calabria. Occasione dal primo minuto per Brahim Diaz sulla trequarti sinistra. 

Milan: Sandro Tonali – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Lo stato di forma delle due squadre: Fiorentina 

I viola hanno raccolto sin qui solamente 8 punti in 8 partite. Devono guardarsi alle spalle, perché la zona retrocessione dista solamente 3 punti. Genoa-Parma e Torino-Sampdoria sono due gare da tenere d’occhio, perché potrebbero esserci degli scatti lì nei bassifondi. Due vittorie, due pareggi e quattro sconfitte, non certo l’inizio che sognava Commisso. 

Come non è l’inizio che sognava Prandelli quello di domenica scorsa al Franchi. Il Benevento è uscito vincitore con il risultato di 0-1. Di diverso dalla gestione Iachini si è vista l’interpretazione della squadra in campo, schierata con una difesa a 4 e due mediani davanti alla difesa. Ciononostante non è arrivato il risultato e la crisi continua. In settimana, la Fiorentina ha espugnato la Dacia Arena in Coppa Italia, ma dopo 120’, faticando. In questa occasione il neotecnico viola ha provato il 4-3-1-2, che potrebbe essere lo stesso che vedremo a San Siro.

Gli interpreti saranno però diversi, poiché al posto di Kouame rientra Ribery che dovrebbe ricoprire il ruolo di seconda punta. Borja Valero, schierato trequartista, dovrebbe invece essere sostituito da Giacomo Bonaventura, anch’egli al rientro dopo l’infortunio. Quest’ultimo è in ballottaggio con Callejon, ma con lo spagnolo cambierebbe anche il sistema di gioco, trattandosi di un’ala pura. Nessun indisponibile per Prandelli, a meno di defezioni dell’ultimo minuto.

Giacomo Bonaventura - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Giacomo Bonaventura – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Statistiche e precedenti di Milan-Fiorentina

  • Milan e Fiorentina si sono affrontate 160 volte in Serie A: il bilancio dice 72 vittorie rossonere, 44 pareggi e 44 vittorie viola;
  • Il Milan è secondo solo alla Juventus in Serie A per vittorie contro la Fiorentina (78 per i bianconeri);
  • Il Milan ha battuto solo 5 volte la Fiorentina nelle ultime 18 sfide di Serie A (6 pareggi e 7 sconfitte);
  • La Fiorentina ha vinto entrambe le ultime due trasferte a San Siro contro il Milan: solo tra 2012 e 2013 arrivarono 3 vittorie esterne consecutive dei viola;
  • Il Milan va a segno da 28 gare di campionato: solo una volta ha trovato il gol in 29 partite consecutive di Serie A, tra il dicembre 1972 ed il dicembre 1973;
  • È la seconda volta nell’era dei tre punti che il Milan ottiene almeno 20 punti nelle prime otto giornate di Serie A: la precedente nel 2003/04, anno dello scudetto;
  • Il record di punti nelle prime nove partite di campionato del Milan è di 22 punti, fatto segnare nella stagione 1994/95 e nella stagione 2005/06: con una vittoria contro la Fiorentina potrebbe essere battuto questo record;
  • La Fiorentina non è riuscita a segnare nelle ultime due trasferte di Serie A: è dal 2012 che i viola non arrivano a tre gare esterne di fila senza fare gol;
  • Cesare Prandelli ha iniziato la sua seconda avventura con la Viola con una sconfitta contro il Benevento: l’ultimo allenatore a perdere le prime due partite della sua esperienza con la Fiorentina è Stefano Pioli nel 2017;
  • Il bilancio di Cesare Prandelli contro il Milan da allenatore in Serie A non è ottimo: 1 vittoria (nella prima gara contro il Milan da allenatore in Serie A a San Siro alla guida del Lecce), 6 pareggi (3 a San Siro) e 9 sconfitte (5 a San Siro); ha perso tutte le ultime 6 partite contro i rossoneri

Probabili formazioni 

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli (c), Theo Hernandez; Kessie, Tonali; Saelemaekers, Calhanoglu, Brahim Diaz; Rebic

Fiorentina (4-3-1-2): Dragowski; Caceres, Milenkovic, Pezzella (c), Biraghi; Amrabat, Pulgar, Castrovilli; Bonaventura; Vlahovic, Ribery

Gli uomini chiave di MilanPress

Uomo chiave del Milan: Franck Kessie

Uomo chiave della Fiorentina: Gaetano Castrovilli

Analisi tattica: Milan

Franck Kessie ha iniziato il campionato in maniera eccelsa, ma non solo quantitativamente. L’ivoriano ha già siglato due gol in 8 presenze, propiziandone un terzo contro il Verona. Lo scorso anno furono 4 le reti realizzate in 35 gare. Tatticamente sarà interessante vederlo interagire con Tonali sulla mediana, in una partita che li vedrà fronteggiare un centrocampo viola che, sulla carta, ha giocatori di livello. Sarà importante vedere l’assetto tattico che avrà la Fiorentina, che potrebbe utilizzare Bonaventura tra le linee. Al contempo, Kessie sarà importante in fase di pressione alta, nella quale dovrà cercare di arginare le geometrie dei centrocampisti viola. Senza Ibrahimovic i rigori saranno sicuramente affidati a lui e in zona gol potrebbe essere nuovamente determinante. Altri giocatori che potranno dire la loro sono Theo Hernandez e Brahim Diaz, molto interessante questa catena di sinistra che attaccherà la fascia occupata da Caceres. Il francese potrebbe far soffrire particolarmente l’uruguaiano, dato che Diaz preferisce accentrarsi e lasciargli via libera.

Analisi tattica: Fiorentina

Gaetano Castrovilli ha con il Milan e con San Siro un legame speciale. È proprio in questo stadio che lo scorso anno realizzò il suo primo gol in Serie A, nell’1-3 firmato tra gli altri da Pulgar e Ribery. Entrambi saranno titolari. Il numero 10 viola ha realizzato sin qui 5 reti, le stesse della scorsa Serie A, con 25 partite in meno. Ciò fa capire lo stato di forma dell’ex Cremonese, che potrebbe occupare il ruolo di mezzala, intercambiandosi con Bonaventura sulla trequarti. Sarà questo uno dei leitmotiv della gara? Abbiamo cercato di spiegare il 4-3-1-2 di Prandelli in un articolo quest’oggi. La difesa rossonera dovrà prestare molta attenzione alla fantasia ed alla qualità di questi due giocatori. Al contempo ci sarà da preoccuparsi del talento infinito di Franck Ribery il quale, con Vlahovic, potrebbe creare diversi problemi alla coppia Kjaer-Romagnoli, con quest’ultimo apparso in difficoltà nelle sue prime uscite stagionali, forse perché ancora acciaccato. Il Milan subisce molto le palle inattive, in tal senso attenzione a Milenkovic e Pezzella, con il primo che spesso e volentieri sfrutta la sua elevazione per spingere la palla in rete.

Diaz – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Dove seguire Milan-Fiorentina

Partita: Milan-Fiorentina

Data: 29 novembre 2020

Orario: 15.00

Canale: DAZN, DAZN 1

Diretta testuale: account Twitter di Milanpress o milanpress.it

Altre notizie

Ibrahimovic blinda, Theo Hernandez resta vago. Milan, prima il progetto e poi il rinnovo: imprescindibile

Premessa: i giocatori che parlano dal ritiro delle rispettive nazionali del proprio futuro vanno...

Milan, Jovic resta in rossonero: i dettagli sull’accordo. Ecco la nuova scadenza

L'avventura rossonera di Luka Jovic continuerà. L'accordo tra le parti è cosa fatta: il...

Buona la prima con il brivido per l’Italia all’Europeo: Barella e Bastoni rimediano all’errore di Dimarco contro l’Albania

L'Italia di Luciano Spalletti rompe il ghiaccio con una vittoria. L'Europeo degli Azzurri inizia...

Milan, occhi sul giovane Adejenughure. Piace anche a Borussia Dortmund e Manchester United

Il Milan continua a lavorare per migliorare anche il suo settore giovanile ed ora,...

Ultim'ora

Ibrahimovic blinda, Theo Hernandez resta vago. Milan, prima il progetto e poi il rinnovo: imprescindibile

Premessa: i giocatori che parlano dal ritiro delle rispettive nazionali del proprio futuro vanno...

Milan, Jovic resta in rossonero: i dettagli sull’accordo. Ecco la nuova scadenza

L'avventura rossonera di Luka Jovic continuerà. L'accordo tra le parti è cosa fatta: il...

Buona la prima con il brivido per l’Italia all’Europeo: Barella e Bastoni rimediano all’errore di Dimarco contro l’Albania

L'Italia di Luciano Spalletti rompe il ghiaccio con una vittoria. L'Europeo degli Azzurri inizia...