Milan-De Ketelaere: cronistoria di una trattativa (quasi) infinita

Club Brugge: Charles De Ketelaere (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Club Brugge: Charles De Ketelaere (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Sembra essere stata scritta la parola fine alla telenovela dell’estate in casa Milan. Charles De Ketelaere può considerarsi virtualmente un giocatore rossonero. Una trattativa estenuante, a tratti infinita, che ha visto tutti gli scenari possibili e immaginabili nel giro di due mesi e anche di più. Già, di più, perché il Milan segue il gioiello belga da circa un anno. Un anno di corteggiamenti che ha portato, alla fine, il lieto fine.

Un timido interesse quello della scorsa sessione estiva, niente di più, un interesse che però ha preparato il terreno a quella che – un anno dopo – è stata la trattativa dell’estate. Il nome di Charles De Ketelaere sul taccuino di Maldini è scritto da mesi. Un (quasi) all-in per un talento che promette bene individuato, studiato, coccolato e – prossimamente – anche accolto in rossonero.

Perché le trattative si fanno così. Forse si possono discutere i modi, i tempi – soprattutto -, ma quando si parla di programmazione sta tutto lì. Dopo la conquista dello scudetto il Milan si è concentrato sul mercato. Il primo periodo – sbornia post festeggiamenti a parte – c’è stato l’ostacolo del cambio di proprietà, poi l’impasse del rinnovo di Maldini e Massara ma nell’ombra, parallelamente, la società lavorava per questo colpo.

Dal mese di giugno non c’è stato un solo giorno in cui non si è parlato di De Ketelaere. Un profilo duttile, giovane, fantasioso e che sembrava fare davvero al caso del Milan di Pioli. Una richiesta importante quella del Club Brugge (35 milioni) che non si è mai abbassata. Una montagna alta da scalare ma che piano piano è stata raggiunta fino alla cima. Non è stato facile, tanti sono stati gli intoppi, altrettante le chiacchiere intorno ad una trattativa che sarebbe potuta saltare da un momento all’altro. Già pronti i titoloni con scritto “Milan beffato”, i dubbi sulla proprietà, sulla liquidità. Dubbi che dovranno essere rimandati.

Sì perché la somma (32 milioni di parte fissa più bonus) sarà pagata fino all’ultimo centesimo, senza strane formule o con l’inserimento di contropartite extra-valutate ma soprattutto senza – per il momento – aver venduto nessuno. Due mesi di trattative non sono stati sprecati. Due mesi di trattative sono serviti per far capire l’economia del Milan. Due mesi di trattative, tra una fase di stallo e un’altra, pronti a terminare con il lieto fine. Con Charles De Ketelaere che indosserà la maglia del Milan.

Charles De Ketelaere - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Charles De Ketelaere – MilanPress, robe dell’altro diavolo