Club Brugge, l’allenatore dell’U14 su De Ketelaere: “Il suo obiettivo dev’essere un top club”

Club Brugge: Charles De Ketelaere e Noa Lang (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Club Brugge: Charles De Ketelaere e Noa Lang (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Il tecnico dell’U14 del Club Brugge Stijn Claeys ha parlato di Charles De Ketelaere ai microfoni di Eleven Sports nella rubrica “No Days Off“, inaugurata proprio dall’episodio al classe 2001. Il belga è l’obiettivo numero uno del Milan per la campagna acquisti estivi e ha già un accordo con il club rossonero, il quale sta cercando l’intesa con il Club Brugge. Di seguito le sue dichiarazioni.

Faccio parte del Club Brugge da 10 anni e posso dire di non aver trovato molto spesso un giocatore come Charles che possiede un pacchetto di abilità così completo. Avrà sicuramente il suo posto in un top club europeo“.

Sulle prime impressioni: “L’ho conosciuto come coordinatore delle giovanili. Sono rimasto colpito dal modo in cui giocava a calcio, con tanto estro e controllo, sapendo anche che c’è un fattore fisico significativo basato sulla sua altezza e sulle sue capacità atletiche. Si poteva già dire che questo ragazzo sarebbe diventato sicuramente un calciatore professionista“.

Sul suo percorso di crescita e un aneddoto: “Ricordo questo momento particolare, quando Charles giocava per me nell’U14. Eravamo tutti negli spogliatoi durante l’intervallo, quando lui si è avvicinato al tabellone degli allenatori e ha elaborato una tattica di gioco completamente nuova, basata su come si stava effettivamente svolgendo la partita in campo in quel momento. Non si vede tante volte un calciatore emergere in quel modo, soprattutto in un’età così giovane. Durante la sua adolescenza le cose si stavano complicando un po’ perché il suo corpo cambiava velocemente e ha avuto anche alcuni infortuni“.

Sulla mentalità di De Ketelaere: “È un ragazzo con i piedi per terra e questa è una grande qualità per un giocatore con il suo potenziale. È il tipo di ragazzo che non cambia il tipo di acconciatura o vestiti solo per mettersi in mostra, è proprio così“.

Sulle sue caratteristiche: “Un tipo di calciatore come Charles è eccezionale. La maggior parte dei giocatore ha alcune abilità, ma lui possiede l’intero pacchetto. Ha ottime capacità tecniche, tattiche, unite ad un grande potenziale fisico ed una mentalità eccezionale: per me ha tutto. È un giocatore versatile che può giocare in molte posizioni. Questa è anche la qualità di chi possiede molto talento e gli dà la possibilità di adattarsi molto rapidamente alle varie situazioni. Penso che il suo obiettivo debba essere quello di giocare in un grande club europeo“.