HomeEditorialeMessias, riscatto meritato. Ora, cosa succede sulla fascia destra?

Messias, riscatto meritato. Ora, cosa succede sulla fascia destra?

Era nell’aria da settimane, ma da oggi è diventato ufficiale. Junior Walter Messias è a tutti gli effetti un calciatore del Milan. Dopo un anno in prestito, infatti, i rossoneri hanno esercitato il diritto di riscatto previsto, ottenendo anche uno sconto sul costo del cartellino. Il Milan verserà 4.5 milioni di euro nelle casse del Crotone, mentre il brasiliano ha firmato un contratto che lo lega al Diavolo fino a giugno 2024. Un riscatto meritato ed una favola che è diventata ormai realtà consolidata. Il gol da sogno al debutto in Champions League che è valsa la vittoria a Madrid contro l’Atletico, poi tanti alti e bassi, ma alla fine un bottino di tutto rispetto. Messias ha contribuito allo scudetto rossonero segnando in totale cinque gol, sei se si considera quello appena citato in Champions, e fornendo quattro assist. A volte è sembrato un pesce fuor d’acqua ed in altre gare, forse, non è sembrato all’altezza di un top club come il Milan, ma nel complesso il suo bottino è stato più che discreto, tanto da convincere Paolo Maldini e Ricky Massara, ma evidentemente anche la società, ad esercitare il diritto di riscatto previsto.

Messias, una stagione discreta e l’alternanza con Saelemaekers

Saelemaekers Scudetto

La stagione di Junior Messias in rossonero, come detto, è stata abbastanza altalenante. Arrivato fuori forma e fuori condizione, ci ha messo un po’ per ritrovarne una quantomeno accettabile. Il suo esordio è arrivato ad inizio ottobre nella vittoria di Bergamo. Partita in cui è stato sfortunato perché ha procurato un rigore, in realtà assai discutibile, per un fallo di mano in area, e si è fatto rubare palla da Duvan Zapata (azione viziata da un fallo del brasiliano) sul gol del 2-3. Nemmeno il tempo di godersi l’esordio che arriva un infortunio che lo tiene lontano dai campi fino a metà novembre. Torna proprio in occasione del gol da sogno al Wanda Metropolitano ma, aldilà di quell’exploit, non sembra essere ancora al meglio. Tra dicembre e gennaio fa vedere le cose migliori. Doppietta in campionato in casa del Genoa, rete del parziale 2-0 casalingo la Roma, il giallo del gol non convalidato contro lo Spezia. Poi, si spegne. Almeno fino allo sprint finale, in cui contribuisce con due assist (a Florenzi per l’1-3 di Verona; a Leao per il gol spacca partita contro l’Atalanta) ed una buona prestazione all’Olimpico contro la Lazio, alla vittoria del diciannovesimo tricolore rossonero. Stagione altalenante, quindi, contrassegnata anche da una preparazione saltata e dall’alternanza costante con Alexis Saelemaekers sulla destra.

Il casting sulla destra è aperto, poi che succede?

Chelsea: Hakim Ziyech (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Chelsea: Hakim Ziyech (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Maldini e Massara, come detto, hanno deciso di puntare su Messias anche per le prossime due stagioni. A meno di clamorose sorprese e di una cessione inaspettata per un’eventuale, ma difficile plusvalenza, il brasiliano farà parte della rosa di Stefano Pioli nella stagione che ormai è alle porte. La situazione sulla fascia destra offensiva rossonera, però al momento, vede un po’ di traffico. Messias, Saelemaekers, Castillejo occupano al momento quella casella, con lo spagnolo che da tempo è sul mercato, ma rifiuta tutte le destinazioni possibili immaginabili. Vedremo se in questa sessione di mercato il Milan riuscirà a venderlo o a darlo in prestito, ma in quella porzione di campo c’è comunque posto solo per due. Il belga ed il brasiliano sono stati gli interpreti dello scudetto, ma proprio quel ruolo è stato più volte indicato, da opinionisti, tifosi ed addetti ai lavori, come uno tra quelli in cui serve maggior qualità. La società sul mercato sta cercando un interprete che possa alzare il livello qualitativo, volontà espressa in conferenza stampa anche dallo stesso Mister Pioli. Ziyech, Lang, con Berardi e Zaniolo un po’ più defilati. Il casting è aperto e qualcuno dovrebbe arrivare. Ma, a quel punto, oltre a Castillejo, chi sarà il sacrificato sull’altare della qualità?

Altre notizie

Clamoroso retroscena di mercato: Giroud ha rifiutato un club di Premier League

Les jeux sont fait. Si chiudono i giochi di mercato, e la Premier League...

Coppa Italia, l’Inter batte anche l’Atalanta e va in semifinale: ora arriva il derby di campionato

L'Inter vive un momento speciale. Dopo la vittoria con la Cremonese che ha portato...

Di Marzio: Bakayoko-Adana Demirspor, si riapre la pista. Le ultime

Tiemoue Bakayoko è vicino all'Adana Demirspor: un tira e molla che pare essere arrivato...

Milan-Leao, una smentita dopo l’altra. Ma della firma ancora non c’è traccia

Il calciomercato volge al termine ed il Milan, Vasquez a parte - che aveva...

Ultim'ora

Clamoroso retroscena di mercato: Giroud ha rifiutato un club di Premier League

Les jeux sont fait. Si chiudono i giochi di mercato, e la Premier League...

Coppa Italia, l’Inter batte anche l’Atalanta e va in semifinale: ora arriva il derby di campionato

L'Inter vive un momento speciale. Dopo la vittoria con la Cremonese che ha portato...

Di Marzio: Bakayoko-Adana Demirspor, si riapre la pista. Le ultime

Tiemoue Bakayoko è vicino all'Adana Demirspor: un tira e molla che pare essere arrivato...