HomeEditorialeQuesto Milan è uno strazio. Altro che "on fire", Pioli viene umiliato...

Questo Milan è uno strazio. Altro che “on fire”, Pioli viene umiliato anche dalla Lazio: all’Olimpico termina 4-0

Nella conferenza stampa di ieri, alla domanda “Tu hai capito che cosa è successo al Milan? E sei in grado di risolvere quei problemi?“, Stefano Pioli aveva risposto, piuttosto risentito, con un netto “Certo“. Evidentemente non è stato così, perchè il Diavolo mette in scena un’altra prestazione vergognosa dopo quella di Riyadh, uscendo dall’Olimpico con un pesantissimo 4-0 a favore della Lazio.

Lazio-Milan, primo tempo

Tre minuti contro il Lecce nella precedente partita di campionato; dieci contro l’Inter in Arabia Saudita. Chi si aspettava un Milan più attento nell’approccio si sbagliava, perchè dopo meno di quattro minuti i campioni d’Italia sono già sotto: Felipe Anderson allarga a sinistra su Zaccagni che mette al centro, dove il velo di Luis Alberto favorisce l’inserimento di Milinkovic-Savic, che col sinistro batte Tatarusanu. Il Milan reagisce solo poco prima del ventesimo, quando Tonali va alla conclusione, che è potente ma centrale e dunque facile preda di Provedel. A metà frazione, ecco l’ennesimo infortunio per il Diavolo: problema alla coscia sinistra per Tomori, che viene rilevato da Kjaer. La Lazio entra come il burro da sinistra, dove Calabria non vede palla con Zaccagni: a dieci dall’intervallo, sgasata dell’ex Verona, che poi mette in mezzo dove Felipe Anderson non ci arriva di poco. Sull’azione seguente, la Lazio raddoppia: difesa ancora in bambola, Marusic scappa a Dest e da posizione defilata colpisce il palo, dopo il quale la palla arriva a Zaccagni che da zero metri a porta vuota non può sbagliare. La Lazio straborda ogni volta che attacca: Zaccagni arriva ancora in area dopo un filtrante, ed è solo il provvidenziale intervento di Kjaer ad evitare il tris. Dopo due minuti di recupero, si va al riposo con la Lazio meritatamente avanti di due gol.

Lazio-Milan, secondo tempo

Nonostante un primo tempo inguardabile, Pioli non opera nessun cambio all’intervallo. Al quarto, il Milan ci prova da fermo, con la punizione di Bennacer dalla media distanza che, deviata, sfiora il palo alla sinistra di Provedel. Il Milan non riesce a rendersi pericoloso, e allora poco prima dell’ora di gioco, Pioli cambia 3/4 dell’attacco: dentro Saelemaekers, De Ketelaere e Origi al posto di Messias, Diaz e Giroud. L’esterno crea subito un’occasione, pennellando al centro per Leao, che si butta in spaccata, ma – ostacolato da Hysaj – non trova la porta. A venti dalla fine, errore marchiano del Milan in impostazione: Kjaer sbaglia l’appoggio, Hysaj manda profondo per Felipe Anderson, che poi mette in mezzo dove Pedro brucia Kalulu che lo stende. Dal dischetto si presenta Luis Alberto, che calcia forte e centrale e trova il tris biancoceleste. Finita qui? Macchè! Al minuto 75, la Lazio cala il poker con Felipe Anderson, che penetra nella immobile difesa rossonera per il più facile dei 4-0. L’ultimo quarto d’ora è pura accademia, con la Lazio che fa girare la palla ed il Milan inerme ad assistere ad una delle peggiori sconfitte dell’era Pioli, con il Napoli che viaggia a vele spiegate verso lo Scudetto, forte del +12 con cui conclude il girone d’andata.

Chelsea-Milan: Ciprian Tatarusanu, Sergino Dest e Sergej Milinkovic-Savic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Lazio-Milan: Ciprian Tatarusanu, Sergino Dest e Sergej Milinkovic-Savic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Mourinho conferma la permanenza di Zaniolo: “Purtroppo resterà a Roma”

Sembra sempre più difficile che Nicolò Zaniolo vesta la maglia del Milan, quantomeno da...

Verso Milan-Sassuolo, Kjaer verso la titolarità: ecco da quando non succedeva in Serie A

Dovrebbe essere Simon Kjaer il sostituto di Fikayo Tomori, colpito da un problema muscolare,...

MP – Femminile, Ganz: “Su 8 gol presi dall’Inter, ne abbiamo regalati 6 o 7. Dobbiamo essere più cattive e prenderci le nostre responsabilità”

Il tecnico del Milan Femminile, Maurizio Ganz, ha commentato ai nostri microfoni la brutta...

I rifiuti di Bakayoko e la permanenza al Milan: la sua seconda parentesi rossonera nei numeri e nel peso sulle casse del club

Tiemoue Bakayoko dice no: il centrocampista francese ha deciso di restare al Milan fino...

Ultim'ora

Mourinho conferma la permanenza di Zaniolo: “Purtroppo resterà a Roma”

Sembra sempre più difficile che Nicolò Zaniolo vesta la maglia del Milan, quantomeno da...

Verso Milan-Sassuolo, Kjaer verso la titolarità: ecco da quando non succedeva in Serie A

Dovrebbe essere Simon Kjaer il sostituto di Fikayo Tomori, colpito da un problema muscolare,...

MP – Femminile, Ganz: “Su 8 gol presi dall’Inter, ne abbiamo regalati 6 o 7. Dobbiamo essere più cattive e prenderci le nostre responsabilità”

Il tecnico del Milan Femminile, Maurizio Ganz, ha commentato ai nostri microfoni la brutta...