MP Preview – Verso Genoa-Milan: tutto quello che c’è da sapere

Genoa-Milan Preview
Genoa-Milan Preview - MilanPress, robe dell'altro diavolo

Genoa-Milan è la gara valida per la 15ª giornata di Serie A. Il turno infrasettimanale si è aperto con la vittoria, l’ennesima, dell’Atalanta che ora è a -1 dai rossoneri a quota 31 punti, a pari merito con l’Inter. Gli uomini di Pioli sono tenuti a rispondere ai nerazzurri, sia di Milano che di Bergamo, poiché i due stop consecutivi hanno fatto rientrare sia l’unica che l’altra squadra. Davanti, intanto, c’è un Napoli che corre e non ha alcuna intenzione di fermarsi, nonostante le assenze di Osimhen e Anguissa. Il Grifone, invece, deve tirarsi fuori dalle zone calde della classifica e lo deve fare presto: il gap con il Venezia 15° è già di 5 punti.

Sarà sicuramente una serata speciale al Luigi Ferraris, perché Andriy Shevchenko sfiderà il suo passato per la prima volta da allenatore. Il destino è crudele e impone ad entrambe le compagini di prendersi 3 punti: da una parte per reagire, dall’altra per partire definitivamente. Ci sono tutti gli ingredienti per un match carico di pathos. Analizziamo ora il momento delle due squadre.

Genoa: Andriy Shevchenko
Genoa: Andriy Shevchenko – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Lo stato di forma delle due squadre: Genoa

2 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte: questo è il ruolino di marcia dei rossoblù in questo primo terzo di stagione. Durante la sosta di novembre i vertici del club hanno optato per un cambio di guida tecnica, passando da Ballardini a Shevchenko. Con l’ucraino è arrivato un punto in due gare, grazie al pareggio per 0-0 nel weekend appena finito contro l’Udinese. I 10 punti in classifica relegano i genoani al 18° posto.

L’infermeria non è clemente con l’ex attaccante del Milan che sta affrontando una grande emergenza. Sicuramente moncheranno 7 giocatori, tra cui spiccano Caicedo, Criscito e Destro. In dubbio Bani: l’ex Chievo potrebbe rientrare nella lista dei convocati.

Per quel che riguarda la formazione, dovrebbe rivedersi dal 1’ una vecchia conoscenza interista. Stiamo parlando di Goran Pandev che insidia uno tra Bianchi ed Ekuban là davanti. Per il resto dovrebbe essere confermato a grandi linee l’11 di Udine, con il trio Sturaro, Badelj, Rovella a centrocampo.

Indisponibili Bani (edema al bicipite femorale destro), Caicedo (trauma distrattivo di basso grado al muscolo semitendinoso destro), Cassata (intervento di pulizia al ginocchio), Criscito (lesione di primo/secondo grado all’adduttore destro), Destro (lesione di basso grado del bicipite femorale sinistro), Fares (lesione muscolare di primo grado del soleo sinistro), Kallon (problema muscolare), Maksimovic (lesione di secondo grado della giunzione miotendinea prossimale del retto femorale anteriore)
Squalificati
Diffidati Biraschi
Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Lo stato di forma delle due squadre: Milan

11 vittorie, 3 pareggi, 5 sconfitte: questo il primo terzo di annata dei rossoneri, impegnati fino a questo momento su due fronti. In campionato le cose sono peggiorate nelle ultime due gare, che hanno visto capitolare gli uomini di Pioli contro Fiorentina e Sassuolo. La classifica vede la squadra al 2° posto con 32 punti, a -3 dal Napoli.

Non ci sono grandi novità per quel che riguarda gli indisponibili. Torna tra i convocati Fikayo Tomori, come già aveva anticipato Pioli prima di Milan-Sassuolo. Agli infortunati si aggiunge l’assenza causa squalifica di Romagnoli.

Il tecnico emiliano cambia ancora una volta 6 elementi rispetto alla partita precedente. Oltre al già citato Tomori, sulla destra torna Kalulu, così come Tonali e Kessie a centrocampo. Sulla trequarti turno di riposo per Brahim Diaz e Leao: al loro posto Krunic e l’esordio dal 1’ per Messias.

Indisponibili Calabria (stiramento al polpaccio), Castillejo (lesione muscolare al flessore della coscia sinistra), Giroud (lesione del bicipite femorale sinistro), Plizzari (intervento chirurgico per tendinopatia rotulea bilaterale), Rebic (problema al flessore)
Squalificati Romagnoli (1)
Diffidati

 

Statistiche e precedenti di Genoa-Milan

  • Sono 106 i precedenti tra Genoa e Milan: il bilancio è di 52 successi rossoneri, 34 pareggi e 20 vittorie rossoblù;
  • Il Milan è rimasto imbattuto nelle ultime 4 trasferte contro il Genoa in Serie A (3 vittorie, 1 pareggio) e non registra una striscia di imbattibilità di almeno 5 gare in casa del Grifone da quella tra il 1989 e il 2007 (1 vittorie, 6 pareggi);
  • Il Milan ha vinto 6 delle ultime 9 sfide in Serie A contro il Genoa (2 pareggi, 1 sconfitta), dopo aver perso 4 delle 5 precedenti (1 vittoria);
  • Il Genoa è la squadra che ha pareggiato più partite in questa Serie A (7) – solo 3 volte i rossoblù hanno pareggiato 8 delle prime 15 in un massimo campionato, la più recente nel 1981/82;
  • Il Milan ha realizzato esattamente 2 gol in ognuna delle ultime 3 trasferte contro il Genoa in Serie A: solo nel 1935 ha segnato almeno 2 reti in 4 gare di fila fuori casa contro il Grifone nel torneo;
  • Nessuna squadra ha subito meno gol di testa del Milan in questa Serie A (1): dall’altra parte sono 8 quelli incassati dal Genoa, più di qualsiasi altra formazione;
  • Nonostante il ribaltamento subito contro il Sassuolo, il Milan resta 1 delle 2 squadre (con il Napoli) ad aver perso meno punti dopo essere stato in vantaggio in questa Serie A (3);
  • Il Genoa non ha trovato il gol dall’arrivo di Andriy Shevchenko: l’ucraino potrebbe diventare il 4 allenatore nel XXI secolo senza reti all’attivo per la sua squadra in tutte le prime 3 panchine di Serie A (dopo Somma nel 2005, Longo nel 2018 e Grosso nel 2019);
  • Il Milan ha subito 16 gol nelle ultime 9 giornate di campionato (1 clean sheet), ne aveva incassati solamente 2 nelle precedenti 9 partite in Serie A (7 clean sheet);
  • La prossima sarà la 200ª presenza con la maglia del Milan in tutte le competizioni per Franck Kessie: la sua unica rete contro il Genoa in Serie A è arrivata proprio allo stadio Ferraris, su calcio di rigore nell’ottobre 2019.

Probabili formazioni di Genoa-Milan

Genoa (3-5-2): Sirigu; Biraschi, Masiello, Vasquez; Sabelli, Rovella, Badelj, Sturaro (c), Cambiaso; Pandev, Bianchi  (A disp.: Marchetti, Semper; Ghiglione, Vanheusden; Behrami, Melegoni, Touré; Ekuban, Buksa)  All. Andriy Shevchenko

Milan (4-2-3-1): Maignan; Kalulu, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Kessie (c); Messias, Krunic, Saelemaekers; Ibrahimovic  (A disp.: Mirante, Tatarusanu; Conti, Florenzi, Gabbia, Ballo-Toure; Bakayoko, Bennacer, Brahim Diaz; Leao, Maldini, Pellegri)  All. Stefano Pioli

Gli uomini chiave di MilanPress

Uomo chiave del Genoa: Goran Pandev

Uomo chiave del Milan: Junior Messias

Genoa: Goran Pandev - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Genoa: Goran Pandev – Milanpress, robe dell’altro diavolo

L’uomo del match: Genoa

È Goran Pandev il nostro uomo chiave per i padroni di casa in vista del match contro il Diavolo. L’attaccante macedone, visto il suo passato in nerazzurro, vivrà in maniera speciale questa gara. Contro i rossoneri in carriera ha realizzato 4 gol e fornito 3 assist in 25 partite. La squadra di Pioli sta vivendo un momento non particolarmente felice in fase difensiva: 7 gol subiti nelle ultime 2 sfide, 15 nelle ultime 8.

Dinanzi non avrà due avversari comodissimi, ma Kjaer è reduce da tre presenze consecutive e ha anche avuto modo di staccare in occasione della cerimonia di assegnazione del Pallone d’Oro. Il danese sarà sul pezzo, ma la stanchezza potrebbe farsi sentire, come già è successo negli ultimi minuti contro il Sassuolo.

Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Junior Messias (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

L’uomo del match: Milan

Junior Messias è il nostro uomo chiave per gli ospiti in vista del match contro il Grifone. Il trequartista brasiliano è oramai ufficialmente entrato nelle turnazioni di Stefano Pioli e si prepara all’esordio da titolare dopo 4 subentri, contro Atalanta, Fiorentina, Atletico Madrid e Sassuolo.

Nella scorsa stagione contro i rossoblù non gli è andata molto bene: 2 sconfitte in 2 gare giocate. Il Milan ha bisogno della sua fantasia, della sua spensieratezza, ma soprattutto della sua qualità negli ultimi 25 metri, là dove i rossoneri stanno faticando. Il numero 30 si muoverà su tutto il fronte della trequarti, così come Krunic e Leao, non dando punti di riferimento agli avversari. Da valutare la connessione con Ibrahimovic.

Dove seguire Genoa-Milan

Partita: Genoa-Milan

Data: 1 dicembre 2021

Orario: 20.45

Arbitro: Juan Luca Sacchi

Assistenti: Mauro Vivenzi, Alessandro Lo Cicero

IV uomo: Giovanni Ayroldi

VAR e AVAR: Luca Banti, Rodolfo Di Vuolo

Canale: DAZN, Sky Sport Uno, Sky Sport Calcio

Diretta testuale: account Twitter di Milanpress o milanpress.it