HomePrimo PianoEx… mondiali! Da Qatar 2022: chi è salito e chi è sceso...

Ex… mondiali! Da Qatar 2022: chi è salito e chi è sceso in questi anni

Qatar 2022 sta giungendo alle sue battute conclusive, con le partite più importanti e decisive da vivere in questi giorni. Due nobili con favori di pronostico e due sorpresa, sopratutto il Marocco naturalmente, perché sebbene la Croazia non goda di un ranking da top, è alla sua terza semifinale dal 1998.

Tra le deluse invece c’è sicuramente il Brasile, usciti ai rigori proprio contro Modric e compagni. Tra i verde ora, l’ex rossonero più fresco è Lucas Paquetà (da gennaio 2019 fino a giugno 2020), il quale pur non avendo brillato coi nostri colori, si sta costruendo una carriera assolutamente credibile, prime col Lione ora col West Ham. Ha disputato un mondiale da protagonista, trovando minuti e identità nel centrocampo di Tite. La sensazione è che in un altro contesto tecnico avrebbe fatto comodo al Milan, ma forse a Milanello è arrivato troppo giovane calcisticamente.

Altro deluso di una nazionale con aspettative è Diogo Dalot. Titolare inamovibile per Fernando Santos, è una delle poche certezze del suo club di appartenenza, il Manchester United. Resta il rammarico di non aver avuto la possibilità di riscattarlo dopo la buona stagione in prestito con la nostra maglia, ma le risorse non lo hanno consentito. Che fosse pronto ad un livello internazionale era piuttosto chiaro.

Abbiamo visto invece poco e nulla di due attaccanti ex milanisti, ovvero Andre Silva e Krzysztof Piatek. Il primo ha avuto una stagione di grazia lo scorso anno e in questa stagione sta faticando a ripetersi. Tuttavia con la sua nazionale lo spazio era davvero risicato ed il mondiale difficilmente poteva farlo svoltare. Il solo fatto di esser stato selezionato tutto sommato era di per sé un risultato.

Piatek sta vivendo continui trasferimenti di club e pare aver trovato la sua dimensione nella seconda metà di classifica della serie A. Nella Polonia ha davanti un mostro sacro, Lewandoski e un ottimo giocatore che è Milik, il quale sta andando molto bene in questi primi mesi da bianconero. Possibile che anche lui non nutrisse grandi aspettative, ma la vetrina di Qatar 2022 non gli ha dato nulla.

In questo primo sguardo di ex dunque e alla luce dell’evoluzione che ha avuto la squadra, possiamo comprendere le motivazioni che hanno spinto la società nella gestione di questi prospetti. Scegliere non è mai semplice, però gli ultimi tre-quattro anni ci dicono che c’è parecchia competenza ai piani alti di via Aldo Rossi.

Milan: Diogo Dalot - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Milan: Diogo Dalot – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Torna la Milan Cup a Cattolica. I dettagli della manifestazione delle academy rossonere

Dopo la straordinaria esperienza dello scorso anno in Romagna, torna a Cattolica la Milan Cup,...

Mercato, l’Atalanta (per ora) non riscatta Holm: Milan e Inter seguono con interesse

Alla ricerca di un terzino destro, il Milan sta valutando vari profili e l'ultimo...

Dalla Spagna: Il Las Palmas vuole Luka Romero, il Milan…

Luka Romero, calciatore argentino di proprietà del Milan, ha appena concluso la sua esperienza...

Milan giovanissimo: mossa azzardata o rischio calcolato? Eppure una figura esperta non sarebbe poi così male…

Il Milan che sarà nella stagione 2024/25 è un'incognita un pò per tutti. Gli...

Ultim'ora

Torna la Milan Cup a Cattolica. I dettagli della manifestazione delle academy rossonere

Dopo la straordinaria esperienza dello scorso anno in Romagna, torna a Cattolica la Milan Cup,...

Mercato, l’Atalanta (per ora) non riscatta Holm: Milan e Inter seguono con interesse

Alla ricerca di un terzino destro, il Milan sta valutando vari profili e l'ultimo...

Dalla Spagna: Il Las Palmas vuole Luka Romero, il Milan…

Luka Romero, calciatore argentino di proprietà del Milan, ha appena concluso la sua esperienza...