sabato, Giugno 25, 2022

MP ESCLUSIVO – Dj Ringo: “Derby gara unica, decisiva per lo scudetto. Quello che ha segnato all’andata neanche lo nomino. La decide…”

Author

Categories

Share

Il grande tifoso rossonero, Dj Ringo, ha rilasciato un’intervista esclusiva ai nostri microfoni per parlare del derby della Madonnina, in programma oggi alle ore 18 a San Siro.

Che pezzo sarà questo derby?“Per gli interisti sarà un pezzo dance, per noi un rock’n’roll. Gli interisti sono storicamente un po’ più snob, il milanista è più sanguigno. Lascio a loro la dance anni ’80-’90, vedo il mio Milan come un rock più nuovo, moderno. Come un pezzo di Amyl & The Sniffers”.

Sensazioni? – “Loro sono più forti, arrivano da un progetto che è iniziato prima. Il nostro è bello, ma siamo più giovani anagraficamente, a parte Ibra che fa un po’ da chioccia. Sappiamo che questa non è una partita che va vista all’interno di una stagione, è una gara unica. Ho amici che mi scrivono da Los Angeles e si organizzano col fuso per vedere il derby”.

Chi può risolverlo? – “Spero in Theo Hernandez o in una punizione di Tonali. Oppure una bella spizzata di testa di Giroud, visto che Ibra potrebbe non esserci. Sento che il Milan se la giocherà, a prescindere da quello che sarà il risultato finale”.

È una gara decisiva per lo scudetto? – “Per noi sì. Bisogna far punti. Li abbiamo persi per strada, con lo Spezia è successo quel che è successo. Non ci è girata benissimo con le decisioni arbitrali, nemmeno in Champions. Anche all’andata il rigore fischiato a favore di quello che non nomino non mi sembrava così netto”.

Restiamo in tema, cosa pensi della scelta di Calhanoglu? – “Mi ha dato fastidio, come Donnarumma. Anche l’esultanza al gol segnato all’andata. Vediamo come si comporterà Kessie. Ormai c’è questa cosa che si aspetta lo svincolo e poi si decide. A me piace molto però l’idea di Maldini, anche su queste cose. C’è educazione, un certo comportamento nel gruppo. Si è visto in quello che hanno fatto i giocatori con l’arbitro nella gara con lo Spezia. Però per l’anno prossimo mi aspetto un bel colpo di mercato”.

Author

Share