HomeNewsVerso Cagliari-Milan, il doppio ex Albertosi: "Sportiello? Un passo avanti rispetto alla...

Verso Cagliari-Milan, il doppio ex Albertosi: “Sportiello? Un passo avanti rispetto alla scorsa stagione. Maignan non è il migliore al mondo”

Nel tardo pomeriggio odierno, alle ore 18 per la precisione, all’Unipol Domus andrà in scena Cagliari-Milan, sesta giornata del campionato di Serie A. A parlarne è Enrico Albertosi, un doppio ex della gara: lo ha fatto ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Ecco le sue dichiarazioni.

Sportiello? È un ottimo portiere, un giocatore davvero affidabile. Negli ultimi anni ha fatto soprattutto la riserva, ma quando chiamato in causa ha dimostrato di poter fare senza problemi anche il titolare. Al Milan il discorso cambia perché davanti c’è un top come Maignan e non è semplice subentrare quando manca uno così, lo abbiamo visto. Avere un secondo esperto e abituato a giocare in Serie A è però un passo avanti rispetto alla passata stagione. Maignan è bravissimo e spesso decisivo, ma non è il migliore al mondo. Credo che in questo momento sia uno dei più forti nel ruolo insieme ad altri quattro o cinque, tra cui i vari Alisson e Courtois. Tutti allo stesso livello. Non ne vedo uno di gran lunga superiore, sono lì e se la giocano alla grande. È una bella lotta“.

Sulla corsa scudetto: “Oggi l’Inter è la più forte, mi sembra che non ci siano dubbi su questa superiorità. Al di là dei gol segnati nel derby, è una squadra rodata, che ha cambiato poco e fin qui ha sempre giocato bene. Cosa più importante, non ha mai perso e dall’anno scorso i ragazzi di Inzaghi sono cresciuti, pure per merito della grande esperienza vissuta in Europa. Sono aspetti che messi insieme fanno riflettere, credo che possa essere il loro anno. Derby? Secondo me non c’è tutta questa distanza tra le due squadre, i quattro gol di differenza sono esagerati. Partite come il derby a volte raccontano storie a parte, sono imprevedibili e nessuno avrebbe scommesso su un punteggio così eclatante. Per il Milan, adesso è importante superare la disfatta. Contro il Verona, Leao ha segnato nei primi minuti e ha messo la gara in discesa, ma la squadra non mi è sembrata brillantissima“.

Albertosi conclude parlando di Pioli: “Al Milan ha fatto molto bene, parlano i risultati. Conosce il calcio, è competente e soprattutto sa come prendere i ragazzi. Nello spogliatoio è un fattore rilevante. Bisogna tenere presente il suo percorso di quattro anni a Milano, la crescita evidente del gruppo e lo scudetto vinto con merito. In questo contesto, nessuno si comporterebbe meglio di lui“.

Enrico Albertosi - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Enrico Albertosi – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

La Juventus ostacola il Milan: i bianconeri studiano il prestito di Armando Broja dal Chelsea

La Juventus sta facendo un grandissimo mercato per cercare di aprire un nuovo ciclo...

Calcio&Finanza, la UEFA distribuisce gli ultimi premi Champions: quanto incassa il Milan

La UEFA distribuirà oggi la seconda parte del market pool della Champions League 2023/24...

I nazionali di sabato 15 giugno: parte EURO 2024 per la Svizzera di Noah Okafor

EURO 2024 parte con i fuochi d'artificio tra Germania e Scozia: il 5-1 tedesco...

Quattro uomini chiave per il Milan di Fonseca: chi imposta, chi corre, chi legge il gioco e chi collega l’attacco

Nella conferenza stampa di Zlatan Ibrahimovic è stata ufficializzata la scelta di Paulo Fonseca...

Ultim'ora

La Juventus ostacola il Milan: i bianconeri studiano il prestito di Armando Broja dal Chelsea

La Juventus sta facendo un grandissimo mercato per cercare di aprire un nuovo ciclo...

Calcio&Finanza, la UEFA distribuisce gli ultimi premi Champions: quanto incassa il Milan

La UEFA distribuirà oggi la seconda parte del market pool della Champions League 2023/24...

I nazionali di sabato 15 giugno: parte EURO 2024 per la Svizzera di Noah Okafor

EURO 2024 parte con i fuochi d'artificio tra Germania e Scozia: il 5-1 tedesco...