HomeIn evidenzaBennacer, titolare dopo sette mesi di calvario. Pioli, però, lo ritrova per...

Bennacer, titolare dopo sette mesi di calvario. Pioli, però, lo ritrova per poco

Era il 10 maggio 2023, semifinale di andata di Champions League, stadio San Siro Milano. Ismael Bennacer va a contrasto con un calciatore dell’Inter, avversaria di turno nel derby della Madonnina, il dolore enorme, l’uscita dal campo in barella, la preoccupazione. Un giocatore tanto importante nello scacchiere tattico di Mister Stefano Pioli, quanto fragile e soggetto ad infortuni, si fa male di nuovo e deve essere operato al ginocchio. Il pensiero non va alla restante parte di stagione, con un passaggio alla finalissima di Champions League già ampiamente compromesso ed un campionato che volge al termine, bensì al futuro e a quanto quel guaio possa compromettere anche l’inizio della stagione successiva. Bennacer, però, si opera, lavora duro e fa di tutto per tornare il prima possibile. I tempi per il rientro in campo si accorciano e a meno di sette mesi dal grave infortunio, l’algerino torna in campo nella sfida di campionato del 2 dicembre contro il Frosinone. Poi, ancora, 32′ contro l’Atalanta a Bergamo e 24′ contro il Monza a San Siro. Un rientro graduale che, però, ora ha una data precisa su quando sarà il rientro vero e proprio nell’unidici titolare del Milan.

Bennacer torna titolare, ecco il centrocampo tipo

Milan: Tijjani Reijnders (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Tijjani Reijnders (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Eh sì, perché nella conferenza di vigilia che Stefano Pioli ha tenuto oggi in vista del match di Campionato contro la Salernitana che si terrà all’Arechi domani sera, lo stesso tecnico rossonero ha annunciato che Ismael Bennacer giocherà da titolare e dal 1′ dopo poco meno di sette mesi e mezzo dal grave infortunio patito il 10 maggio contro l’Inter. Con Musah ancora ai box per infortunio, Pobega che ne avrà per quattro mesi dopo l’operazione odierna e Krunic ormai fuori dal progetto, Pioli è quasi obbligato a proporre quello che nella testa di molti tifosi rossoneri sarebbe stato il centrocampo titolare ideale qualora tutti gli effettivi fossero stati a disposizione del Mister. Bennacer davanti alla difesa ad impostare, ragionare e dare fosforo e dinamismo all’intero reparto e Reijnders con Loftus-Cheek ai suoi lati, a sfruttare le loro qualità, coperti dall’intelligenza tattica e l’utilità del compagno algerino. Ci vorrà un po’ di tempo per amalgamare bene i tre, per far tornare Isma in forma ed al 100%, ma sulla carta un centrocampo così composto ha tutte le peculiarità e le caratteristiche per essere considerato completo e potenzialmente senza punti deboli. Sarà il campo a parlare, ma il recupero di Bennacer a pieno regime rappresenta una vera manna dal cielo per il Milan.

Bennacer va in Coppa d’Africa, cosa fare a gennaio?

Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Il tempo, però, purtroppo non c’è. Ismael Bennacer, infatti, dopo i sette mesi di stop per il grave infortunio, dal dopo Epifania in poi, farà ancora parte della lista degli indisponibili perché volerà con la sua Nazionale in Costa d’Avorio per partecipare alla Coppa d’Africa. Il mediano del Milan fa parte della lista dei 55 pre convocati dal CT. algerino per il torneo continentale ma, se non ci saranno problemi da qui al 13 gennaio, farà parte anche della più ristretta lista dei convocati. Del resto è stato lo stesso Bennacer a dichiarare in un’intervista di un paio di giorni fa di voler rispondere all’eventuale chiamata del suo selezionatore e quindi di voler partecipare alla competizione. “Non ho scelto io di inserire la Coppa d’Africa tra gennaio e febbraio, ma se il tuo Paese ed il tuo CT. chiamano, non puoi far altro che rispondere presente”. Queste grossomodo le parole del centrocampista rossonero che spegne ogni possibile polemica sull’opportunità o meno di far partecipare, ad una competizione così impegnativa e importante, un calciatore che arriva da sette mesi di stop per un grave infortunio. Il Milan non può far altro che concedere a Bennacer la possibilità di andare a giocarsi la competizioni e Pioli, intanto, perderà di nuovo il suo metronomo e si ritroverà, a centrocampo, con i soli Musah, Reinjders, Loftus-Cheek e Adli per più di un mese. Per rinfoltire il reparto, vista la quasi certa partenza di Krunic e l’indisponibilità di Pobega, le strade restano soltanto due: Kevin Zeroli promosso dalla Primavera o un rinforzo dal mercato di gennaio.

Altre notizie

Bianchini (WWF Martesana Sud Milano): “Nuovo stadio Milan? Non in una zona boschiva che vogliamo far riconoscere”

L'area di San Donato Milanese è da proteggere per questioni ambientali. Questo afferma Giorgio...

Mercato Milan, per Broja si aggiunge un’altra pretendente. Ecco di chi si tratta

Fuori dal progetto del neo tecnico Enzo Maresca, Armando Broja è alla ricerca della...

Il Milan Under-16 K.O. in finale: lo Scudetto va all’Atalanta, che vince 3-2

Si è da poco conclusa la finale scudetto del campionato Under-16, che ha visto...

Milan, a che punto sei?

Cinquantasei giorni. Tanto manca allo start della Serie A 2024-25, un campionato che il...

Ultim'ora

Bianchini (WWF Martesana Sud Milano): “Nuovo stadio Milan? Non in una zona boschiva che vogliamo far riconoscere”

L'area di San Donato Milanese è da proteggere per questioni ambientali. Questo afferma Giorgio...

Mercato Milan, per Broja si aggiunge un’altra pretendente. Ecco di chi si tratta

Fuori dal progetto del neo tecnico Enzo Maresca, Armando Broja è alla ricerca della...

Il Milan Under-16 K.O. in finale: lo Scudetto va all’Atalanta, che vince 3-2

Si è da poco conclusa la finale scudetto del campionato Under-16, che ha visto...