HomeIn evidenzaDa Benevento a Benevento, tre anni per la svolta

Da Benevento a Benevento, tre anni per la svolta

Il 3 gennaio del nuovo anno torna la Serie A, torna il Milan contro il Benevento. Una serie di intrecci che disegnano una gara significativa, oltre che fondamentale per le sorti rossonere. Il ricordo ancora fresco, quanto poco piacevole, del gol di Brignoli alla prima di Gattuso sulla panchina del Milan trasforma la sfida in una vera e propria rivincita. Contro il Milan ci sarà Inzaghi alla guida della neo promossa in Serie A, altro tecnico che ha scritto pagine non troppo colorate della recente storia del Milan. Tra passato tra archiviare, un presente di conferme e un futuro da scrivere, riecco il Benevento.

Passato. Contro il Benevento il Milan si gioca – ancora una volta – il primato in classifica. Il Milan ritrova quindi il suo passato in panchina, nel ricordo di Gattuso che ha preso parte – nel male, più che nel bene – ad una partita, quella del dicembre 2017, storica. Due grandi del passato che ora hanno lasciato il Milan alle spalle ma che rendono questa partita un piacevole incontro con la storia più recente. Il Milan di Inzaghi e di Gattuso non esiste più, due presenze di passaggio che hanno però contribuito alla costruzione solida di questo storico momento.

Storie. Due racconti dal peso diverso, due giocatori di diritto nella storia che sulla panchina hanno mostrato valore differente. Una scuola di livello base quella di Inzaghi, per Gattuso una storia che avrebbe potuto spiccare il volo. Questa volta è Pippo contro Pioli, sfida tra chi sa di poter arrivare e chi sogna di raggiungere punti inaspettati quanto necessari per la svolta. Due grandezze differenti, per i rossoneri un intreccio con un pezzo di storia glorioso e mai dimenticato.

Cambiamenti. Ma quante cose sono cambiate da quel gol di Brignoli? Gattuso allenatore, poi Montella e l’ultimo trofeo della recente storia, passando per Giampaolo e ora Pioli con il primato da difendere. Sembra passata un’eternità, ma la storia ha preso una piega inaspettata che ora proietta il Milan verso obiettivi concreti e ben definiti. Vietato parlare di scudetto, ma mai come quest’anno le porte per la Champions League sembrano aprirsi ad un Milan che attende il ritorno su palchi europei. I veri cambiamenti passano anche dal Benevento, gara che apre il 2021 e anticipa la sfida contro la Juventus. Il passato, anche nero, non si dimentica, ma il futuro è tutto da scrivere.

Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Ex Milan, Giovanni Galli: “Morata un grandissimo attaccante, non è una seconda scelta. Fonseca? Giusta una seconda chance per lui”

Giovanni Galli ha parlato in esclusiva ai microfoni di SuperNews del nuovo acquisto del...

Di Marzio: ecco la richiesta del Borussia Dortmund per Fullkrug. E per Samardzic…

Niclas Fullkrug ha dato piena disponibilità al Milan per il suo trasferimento. Secondo l’esperto...

Spagna, Alcaraz svela un retroscena dopo la vittoria a Wimbledon: “Ho videochiamato Morata, volevo dargli forza”

La Spagna, domenica scorsa, ha vinto tutto. Non solo la Nazionale maschile di calcio...

Interesse reale del Milan per Samardzic e in difesa spunta Hermoso. Le ultime sul mercato rossonero

Interesse reale e concreto. Il Milan osserva Lazar Samardzic, vecchio pallino anche ai tempi...

Ultim'ora

Ex Milan, Giovanni Galli: “Morata un grandissimo attaccante, non è una seconda scelta. Fonseca? Giusta una seconda chance per lui”

Giovanni Galli ha parlato in esclusiva ai microfoni di SuperNews del nuovo acquisto del...

Di Marzio: ecco la richiesta del Borussia Dortmund per Fullkrug. E per Samardzic…

Niclas Fullkrug ha dato piena disponibilità al Milan per il suo trasferimento. Secondo l’esperto...

Spagna, Alcaraz svela un retroscena dopo la vittoria a Wimbledon: “Ho videochiamato Morata, volevo dargli forza”

La Spagna, domenica scorsa, ha vinto tutto. Non solo la Nazionale maschile di calcio...