HomeRaggi XMP Var Room - Lazio-Milan, gli episodi arbitrali visti dal regolamento

MP Var Room – Lazio-Milan, gli episodi arbitrali visti dal regolamento

Termina 0-1 la sfida dello stadio Olimpico tra Lazio e Milan valida per la ventisettesima giornata di serie A. Ad arbitrare l’incontro è stato il signor Marco Di Bello della sezione Brindisi, coadiuvato dagli assistenti Meli e Alassio e dal quarto uomo Sacchi. Al Var erano presenti Di Paolo e Aureliano. Come di consueto si vada ora ad analizzare quanto avvenuto nel match nella nostra Var Room.

Fin dai primi minuti la partita non sembra regalare spettacolo, in quanto a fare da padrone sono i diversi falli fischiati e le varie interruzioni di gioco. Al minuto 13 la Lazio reclama subito un calcio di rigore per un presunto fallo di Maignan su Castellanos, dovuto ad un’incomprensione tra il francese e Florenzi. Di Bello però non concede il penalty e fa continuare il gioco. Il replay mostra come Maignan sia intervenuto colpendo il pallone e solo dopo, per forza di cose nello slancio, ha travolto anche Castellanos che era andato anche egli verso il pallone. L’intervento però rimane regolare e giusta a anche la decisione del Var di confermare la decisione presa.

Il resto del primo tempo procede abbastanza liscio, sempre caratterizzato da varie interruzioni e un ritmo abbastanza basso.

Dopo 1 minuto di recupero termina 0-0 il primo tempo.

La ripresa ha inizio con l’ammonizione di Pellegrini per aver fermato Pulisic in ripartenza al limite dell’area di rigore laziale. La decisione è corretta in quanto siamo nel caso di una SPA. 8 minuti dopo accade l’imponderabile: Pellegrini cerca di far scorrere il pallone in fallo laterale per prestare soccorso al compagno caduto precedentemente in uno scontro di gioco e Pulisic va a pressarlo.

Vistosi recuperato il pallone Pellegrini allora lo afferra da dietro atterrandolo e rimediando così il secondo giallo per comportamento antisportivo, causando grande polemica tra i biancocelesti. Il direttore di gara, in questo caso, ha applicato correttamente il protocollo, facendo andare avanti l’azione dal momento che egli  non aveva fischiato. Probabilmente un fischio di Di Bello antecedente lo scontro tra il calciatore rossonero e quello della Lazio avrebbe risolto la situazione, ma a livello di regolamento poco si può obiettare al direttore di gara in questo caso.

Nei minuti successivi il nervosismo aumenta e di conseguenza anche i falli e le ammonizioni. Al minuto 76 Leao porta in vantaggio i rossoneri: dopo la comunicazione del Var però il gol viene annullato per posizione di fuorigioco. La posizione di fuorigioco, dai pochi replay pervenuti, sembra riguardare il ginocchio. La decisione del Var qua è quindi corretta, anche si si tratta di un fuorigioco chiaramente al limite.

Al minuto 87 Okafor porta in vantaggio il Milan dopo una serie di batti e ribatti in area di rigore. Bravo a sfruttare una palla vagante in area supera Provedel e sigla l’1-0 per i rossoneri. Il gol in questo caso è regolare.

Dal 90esimo minuto in poi, quindi nei restanti 6 minuti di recupero assegnati da Di Bello la situazione in casa Lazio degenera: al minuto 93 il direttore di gara pugliese espelle Marusic per doppia ammonizione per aver spinto Leao mentre i due saltavano e probabilmente per proteste di quest’ultimo nei suoi confronti. Qua, vista la situazione della partita, forse avrebbe potuto gestirla diversamente ammonendo il calciatore senza estrarre il cartellino rosso.

Al minuto 96 Guendouzi viene espulso anch’egli per il fallo di reazione, secondo Di Bello, ai danni di Pulisic: in questo caso Di Bello ha valutato il comportamento del giocatore laziale come una vera e propria reazione al fallo subito da Pulisic, anch’egli giustamente ammonito. La decisione possiamo ritenerla corretta e accettabile, anche se forse, dati anche i due rossi precedenti, avrebbe potuto fermarsi al provvedimento disciplinare del cartellino giallo.

Dopo varie polemiche e situazioni poco chiare termina il match dell’Olimpico sul risultato di 0-1 per il Milan.

Analizzando la prestazione del direttore di gara, nel complesso Marco di Bello ha diretto una gara complicata e nervosa. Il primo tempo viene diretto in maniera corretta e autoritaria, mentre negli ultimi 10 minuti ha perso il controllo del match non riuscendo a gestire la partita. Certamente la prima espulsione piuttosto anomala ha condizionato la gara e forse negli ultimi minuti avrebbe potuto gestire diversamente i cartellini rossi. Nel complesso troppi i fischi del direttore di gara in una partita che probabilmente avrebbe meritato più spettacolo dal punto di vista del gioco che delle polemiche.

MP VAR Room (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
MP VAR Room (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

 

 

Arbitro: DI BELLO

Assistenti: MELI – ALASSIO

IV uomo: SACCHI

VAR: DI PAOLO

AVAR: AURELIANO

Altre notizie

Verso la stagione 2024/25, rilasciata in anticipo la prima maglia del Milan nei negozi Puma. I dettagli

Negli ultimi giorni erano uscite alcune indiscrezioni su quella che poteva essere la prima...

Inter, Dumfries: “Rosso? Forse sarebbe bastato un giallo, ma l’arbitro ha scelto così. Non è stata una bella scena”

Denzel Dumfries, espulso ieri sera nei minuti finali contro il Milan insieme a Theo...

RMC Sport: Giroud ha trovato l’accordo con il Los Angeles FC per un anno e mezzo con opzione. Gli aggiornamenti

È quasi cosa certa l'addio di Olivier Giroud al Milan. Nell'aria il suo passaggio...

Serie A, ufficiale giorno ed orario di Milan-Genoa alla 35^ giornata. Ecco quando si giocherà

La Lega Serie A ha comunicato data e orari per la trentacinquesima giornata di...

Ultim'ora

Verso la stagione 2024/25, rilasciata in anticipo la prima maglia del Milan nei negozi Puma. I dettagli

Negli ultimi giorni erano uscite alcune indiscrezioni su quella che poteva essere la prima...

Inter, Dumfries: “Rosso? Forse sarebbe bastato un giallo, ma l’arbitro ha scelto così. Non è stata una bella scena”

Denzel Dumfries, espulso ieri sera nei minuti finali contro il Milan insieme a Theo...

RMC Sport: Giroud ha trovato l’accordo con il Los Angeles FC per un anno e mezzo con opzione. Gli aggiornamenti

È quasi cosa certa l'addio di Olivier Giroud al Milan. Nell'aria il suo passaggio...