giovedì, Maggio 19, 2022

Passeggiata domenicale in laguna per il Milan: Ibra e doppio Theo per il 3-0 al Venezia

Author

Categories

Share

- Advertisement -
- Advertisement -

Reduce dalla bella vittoria contro la Roma, il Milan vuole continuare a mettere pressione all’Inter e, nel lunch match della seconda di ritorno di Serie A, chiede strada ad un Venezia certamente più riposato, visto che i lagunari non hanno giocato all’Epifania contro la Salernitana. Per la sfida del Penzo, Pioli cambia tre uomini rispetto a giovedì: Krunic, Messias e Giroud lasciano spazio a Bakayoko, Leao e Ibrahimovic. Zanetti risponde con un 4-3-1-2 con Aramu a sostegno di Okereke ed Henry.

Venezia-Milan, primo tempo

Come già successo contro la Roma, anche in Laguna è il Milan a partire meglio ed a passare subito in vantaggio: non è nemmeno scoccato il secondo minuto di gioco, quando Leao sgasa sulla sinistra e poi serve a Zlatan Ibrahimovic il più facile dei palloni, da appoggiare in rete a porta vuota. Cinque minuti dopo rossoneri insistono, invertendo i ruoli: stavolta è lo svedese a servire il portoghese, la cui conclusione viene respinta in angolo da Romero. Sugli sviluppi del corner, la palla arriva a Theo Hernandez, che calcia al volo di sinistro senza inquadrare però lo specchio. Dopo l’inizio shock, il Venezia prova a prendere coraggio e a farsi vedere dalle parti di Maignan, ma – dopo una gran chiusura di Tonali su Okereke – è ancora il Milan a rendersi pericoloso, con due occasioni molto simili nel giro di pochi secondi intorno al minuto 28: Romero, infatti, alza in angolo due conclusioni potenti ma centrali, prima di Theo Hernandez e poi di Florenzi. La prima conclusione del Venezia nello specchio della porta arriva al minuto 38, ma il colpo di testa di Henry è debole e facile preda di Maignan. A cinque dall’intervallo, ci prova Leao: il portoghese si accentra e prova il destro, leggermente deviato ma sul quale Romero è attento. E’ l’ultima occasione del primo tempo che, dopo un minuto di recupero, si conclude con il Milan in vantaggio per 1-0.

Venezia-Milan, secondo tempo

La ripresa inizia con un volto nuovo, quello di Messias che sostituisce l’ammonito Saelemaekers), ma con lo stesso copione, perchè dopo tre minuti il Milan trova il raddoppio: altro assist di Leao, stavolta a premiare la corsa di Theo Hernandez, che brucia Mazzocchi e con il sinistro fredda Romero. I rossoneri giocano sul velluto e, dopo un colpo di testa di Messias di poco fuori, chiude il match: Svoboda “para” il tiro di Hernandez a botta sicura e Irrati non può esimersi dal concedere rigore al Milan ed espellere il difensore del Venezia. Alla battuta non va Ibrahimovic, bensì Theo Hernandez, che incrocia il tiro che Romero può solo sfiorare. Con il risultato ormai in cassaforte, Pioli inizia alcune rotazioni, inserendo Rebic, Maldini e Giroud e dando anche il debutto in Serie A al classe 2002 Stanga. Il match, dunque scivola via tranquillo, con il Milan che domina a Venezia e si porta momentaneamente al primo posto, in attesa di Inter-Lazio di questa sera.

Milan: Theo Hernandez, Alexis Saelemaekers e Pierre Kalulu (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Theo Hernandez, Alexis Saelemaekers e Pierre Kalulu (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share