sabato, Giugno 25, 2022

Verde risponde a Maldini, poi entra Diaz e la risolve: il Milan espugna 2-1 La Spezia

Author

Categories

Share

Il Milan scende in campo nel primo anticipo della sesta giornata di Serie A, facendo visita ad uno Spezia che tre giorni fa ha messo molta paura alla Juventus. Nell’undici titolare che Pioli manda in campo al “Picco”, la grande novità è Daniel Maldini, alla prima partita da titolare in Serie A. Torna anche Giroud dal primo minuto, panchina per Diaz e Leao. Thiago Motta risponde col tridente pesante composto da Antiste, N’Zola e Gyasi.

Spezia-Milan, primo tempo

La partita inizia subito su buoni ritmi, con le squadra che fraseggiano bene. La prima conclusione è dei padroni di casa: al tredicesimo N’Zola va alla conclusione dal limite dell’area, ma Maignan è attento e blocca. La prima chance per il Milan, invece, arriva da calcio piazzato: punizione di Theo Hernandez dall’angolo destro dell’area, la palla supera la barriera ma non scende abbastanza. Al 34° azione d’angolo per il Milan: la difesa dello Spezia allontana, la palla arriva sui piedi di Saelemaekers che ci prova al volo di sinistro, senza però inquadrare la porta. Tre minuti dopo, ancora angolo di Tonali: Rebic svetta su Amian ma il suo colpo di testa non è preciso e termina a lato. A due dall’intervallo spreca tutto Rebic, che arriva al limite dell’area, ma sbaglia il passaggio a Saelemakers, che era tutto solo a destra. Al 45° è però clamorosa l’occasione per lo Spezia: un passaggio sbagliato dai rossoneri fa partire un contropiede tre contro due, ma i liguri non riescono a concludere verso la porta di Maignan e la difesa allontana. Subito dopo, Manganiello manda le squadre al riposo senza recupero e a reti inviolate.

Spezia-Milan, secondo tempo

All’intervallo, Pioli rivoluziona l’attacco: fuori Rebic e Giroud, dentro Leao e Pellegri, mentre Thiago Motta conferma gli undici dell’inizio. Passano meno di tre minuti ed il Milan trova il vantaggio, ed è un gol storico: angolo di Kalulu dalla destra, stacco imperioso di Daniel Maldini che anticipa Hristov e fulmina Zoet, con papà Paolo che in tribuna esulta con orgoglio. Il gol subito infiamma lo Spezia, che si riversa in avanti alla ricerca del pareggio, ma al 57° è il Milan ad andare ad un niente dal raddoppio: fa tutto Leao, che poi trova un gran tiro a giro che si stampa sul palo interno a Zoet battuto. E’ altrettanto clamorosa l’occasione pochi secondi dopo per lo Spezia: cross di Gyasi, Maggiore da zero metri, con la porta spalancata calcia incredibilmente alto. Passata la paura, Pioli si cautela inserendo Bennacer per Maldini, gravato anche da un cartellino giallo. Al 61° Leao ha sul piede sinistro il pallone del 2-0, ma Zoet ci mette la punta del piede e dice di no al portoghese. Rafa ha spaccato in due la partita: altra progressione sulla sinistra, entra in area ma Zoet se la cava in due tempi. Thiago Motta, partito con una formazione già molto offensiva, avanza ancora il baricentro, inserendo Verde e Manaj e passando ad un 4-2-4. Al 74°, ancora Leao al tiro: Zoet indeciso la respinge corta, ma sulla palla vagante Pellegri è in fuorigioco. A dieci dalla fine, arriva il pareggio dello Spezia: Verde si accentra e calcia, trovando la deviazione decisiva di Tonali che spiazza Maignan. A quel punto, Pioli si gioca la carta Diaz al posto di Kessie. Il migliore in campo dei suoi è certamente Rafael Leao, che controlla palla sulla sinistra e lascia partire un bolide di destro che sfiora il palo alla destra di Zoet. Poco dopo, cross di Calabria dalla destra, ancora Leao ad anticipare di testa il marcatore ma senza inquadrare lo specchio. A sinistra il Milan si infila come una lama rovente nel burro: Saelemaekers arriva sul fondo, si accentra e scarica all’indietro, trovando proprio Brahim Diaz che riporta in vantaggio i suoi. Negli ultimi minuti, il prima cerca il tris con Pellegri e Leao, non riuscendoci. Ma poco male, perchè i rossoneri passano 2-1 al Picco e sale a quota 16 in classifica.

Milan: Daniel Maldini (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Daniel Maldini (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share