HomeIn evidenzaAltro che sorpasso alla Juventus. A Monza un Milan no sense: la...

Altro che sorpasso alla Juventus. A Monza un Milan no sense: la riprende in dieci, poi crolla 4-2 nel recupero

Il Milan perde a Monza al termine di una partita pazza: sotto di due gol all’intervallo, e in dieci uomini, i rossoneri trovano il 2-2, ma nel recupero subiscono altri due gol, che danno al Monza il 4-2 finale.

Monza-Milan, primo tempo

Pioli rivoluziona i suoi, complici i tanti impegni ravvicinati: va in panchina tutto il tridente offensivo titolare, e dunque importante occasione per Chukwueze, Okafor e Jovic. Rispetto al Rennes, spazio anche per Thiaw, Adli e Bennacer al posto di Kjaer, Musah e Reijnders. Palladino si schiera a specchio con il 4-2-3-1: alle spalle di Djuric c’è il trio Carboni-Colpani-Mota. Solo panchina per Maldini e Colombo, di proprietà dei rossoneri ed in prestito ai brianzoli. Parte meglio il Diavolo, prima con un colpo di testa di Jovic preda di De Gregorio, e poi soprattutto con Theo Hernandez, che riceve da Bennacer al limite dell’area e scarica un sinistro che viene deviato di poco in angolo. Il match è equilibrato. sebbene si giochi a ritmi non certo altissimi: al ventesimo ci prova Chukwueze, che si accentra e calcia, ma centrale per Di Gregorio. Dieci minuti dopo, occasione Monza: cross dalla trequarti di Valentin Carboni, Djuric va in torsione di testa con la palla che accarezza l’incrocio dei pali.

Al minuto 36, duro scontro di gioco tra le teste di Di Gregorio e del compagno di squadra Carboni: il portiere resta per oltre sei minuti a terra, prima di alzare bandiera bianca e venire sostituito da Sorrentino. Dopo la ripresa del gioco, ingenuità di Thiaw, che atterra in area Mota: rigore solare per il Monza, alla cui battuta va Pessina, che spiazza Maignan e porta in vantaggio il Monza. Nel quarto degli otto minuti di recupero, Milan vicino al pareggio: sponda di Loftus-Cheek per Jovic, che calcia a botta sicura trovando l’opposizione di Marì, la palla arriva a Theo Hernandez che in equilibrio precario calcia alto. Sull’azione seguente, il Monza raddoppia: grande sortita di Colpani, che salta prima Bennacer e poi Thiaw, allarga per Mota, che controlla e mira al palo lontano, dove Maignan non può arrivarci. Il Milan ci prova con una punizione di Florenzi, deviata dalla barriera, sulla quale Sorrentino interviene in qualche modo, ma all’intervallo i rossoneri sono sotto di due gol.

Monza-Milan, secondo tempo

Pioli prova a ridestare la sua squadra con un triplice cambio all’intervallo: dentro Reijnders, Pulisic e Leao per Adli, Chukwueze e Okafor, ma dopo cinque minuti la situazione, già complicata, si mette ancora di più in salita per il Milan. Jovic sbraccia su Izzo, l’arbitro Colombo prima lo ammonisce, poi, richiamato dal VAR, lo espelle per condotta violenta. Pioli, ritrovatosi senza centravanti, inserisce Giroud al posto di Bennacer, schierando i suoi con un 4-4-1 con Pulisic e Leao esterni. Il Monza vuole congelare la partita tenendo il possesso palla, il Milan ci prova con in neoentrati: all’ora di gioco, la manovra porta la palla a Leao, il cui tiro cross viene allontanato da Izzo a pochi passa dalla porta. Tre minuti dopo, Monza vicino al tris: cross di Mota, sul secondo palo ci arriva con i tempi giusti Colpani, che di testa non inquadra la porta. Poco prima del ventesimo, il Milan la riapre: cross di Florenzi, Pulisic la allunga di testa trovando Olivier Giroud, che si fa beffe di Izzo e in spaccata batte Sorrentino. Cinque minuti dopo, Florenzi ci prova dalla lunghissima distanza, con la palla che esce non di moltissimo, anche se Sorrentino pareva essere sulla traiettoria. Al 75°, azione del Monza che libera al tiro Birindelli: Maignan alza in corner. Tre minuti dopo, buon cross di Reijnders: Loftus-Cheek sale più in alto di tutti, ma il suo colpo di testa è centrale. A sette dalla fine, Pioli ultima i cambi inserendo Musah per Florenzi e passando ad uno strano 3-3-3. A due dal novantesimo, il Milan la pareggia: grande giocata di Christian Pulisic che con il sinistro trova il palo lontano fulminando Sorrentino. Finita? Purtroppo no, perchè allo scoccare del novantesimo il Monza torna avanti: Daniel Maldini serve Bondo che dal limite dell’area trova l’angolo lontano per il suo primo gol in Serie A. Nel quinto ed ultimo minuto di recupero, ecco anche il poker calato da Colombo, che condanna definitivamente il Milan e gli impedisce di sorpassare la Juventus al secondo posto in classifica.

Milan: Christian Pulisic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Christian Pulisic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Taremi: “In Italia mi hanno cercato 2-3 squadre ma ho scelto l’Inter. Inzaghi ha una buona considerazione di me”

Mehdi Taremi, prossimo a diventare un nuovo giocatore dell'Inter, ha concesso un'intervista ad Hatam...

Il Milan non molla la presa per Iriè del Dijon, ma ora c’è un ostacolo a rallentare la trattativa

Il primo tentativo è fallito ma il Milan non ha intenzione di mollare la...

MP EURO 2024 – Milan, un talento al giorno: la Slovenia e il perno di centrocampo

Dodicesimo giorno dell'avventura in terra tedesca. Il campionato europeo è arrivato alle battute finali...

Euro 2024, in campo Francia-Polonia e Olanda-Austria: titolari Maignan, Theo Hernandez e Reijnders

Alle 18.00 il calcio d'inizio delle due partite del gruppo D di Euro 2024,...

Ultim'ora

Taremi: “In Italia mi hanno cercato 2-3 squadre ma ho scelto l’Inter. Inzaghi ha una buona considerazione di me”

Mehdi Taremi, prossimo a diventare un nuovo giocatore dell'Inter, ha concesso un'intervista ad Hatam...

Il Milan non molla la presa per Iriè del Dijon, ma ora c’è un ostacolo a rallentare la trattativa

Il primo tentativo è fallito ma il Milan non ha intenzione di mollare la...

MP EURO 2024 – Milan, un talento al giorno: la Slovenia e il perno di centrocampo

Dodicesimo giorno dell'avventura in terra tedesca. Il campionato europeo è arrivato alle battute finali...