HomePrimo PianoA Reggio Emilia per ritrovare ordine, concretezza e i tre punti

A Reggio Emilia per ritrovare ordine, concretezza e i tre punti

Dire che è un Milan che non sa più vincere è un’esagerazione, evidenziare che si tratta di una squadra stanca e poco lucida è invece chiaro come la luce del sole. I pareggi contro Parma e Genoa sono sicuramente figli di un po’ di stanchezza e delle tante assenze che hanno costretto Pioli, in più di un’occasione, a lanciare nella mischia giovani esordienti o adattare ad un ruolo diverso alcuni calciatori. Spesso questo ha funzionato, ma alla lunga la truppa rossonera lo sta pagando. Pioli spera giustamente che a Reggio Emilia tornino alcuni pezzi forti dell’undici titolare, perché affrontare due scontri diretti senza Theo, Kjaer, Bennacer e Ibra sarebbe molto difficile. Contro il Sassuolo potrebbero tornare il primo e l’ultimo dei quattro appena citati. Un bel vantaggio. Con loro due, soprattutto con il ragazzone svedese, mister Pioli potrebbe tornare ad utilizzare a pieno l’undici tipo.

Milan, serve ritrovare ordine

Il ritorno di Zlatan, che al momento non è ancora sicuro, sarebbe oro che cola dal cielo. Con lui, infatti, tutti i pezzi tornerebbero al proprio posto. A partire da Rebic, in evidente difficoltà nel ruolo di centravanti, che tornerebbe nella sua confort zone sulla sinistra dove la scorsa stagione è riuscito a superare la doppia cifra di marcature. Ed allo stesso tempo Pioli non avrebbe più la tentazione di spostare Calhanoglu in fascia per favorire l’inserimento di Brahim Diaz, esperimento che abbiamo già visto fallire contro il Parma. In questo modo si tornerebbe al consueto 4-2-3-1 con tutti gli interpreti nei loro posti, con i soliti movimenti e la solita manovra che finora ha portato quasi 30 punti.

Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Milan, con Ibra deve tornare concretezza

Da quando lo svedese è rimasto ai box per l’infortunio al flessore il reparto avanzato, in termini di concretezza, ne ha rimesso parecchio. Non è un caso che la sola rete di un attaccante/trequartista sia quella di Castillejo a Genova in Sampdoria-Milan, mentre le restanti sono arrivate dalla mediana in giù. Questo perché, essendoci Rebic al posto di Ibra, molti cross non vengono tradotti in azioni pericolose e perché il croato non è in grado, giustamente, di usare il fisico e smistare come il compagno Z. Questo significa perciò meno incornate e meno presenza in area, visto che l’ex Eintracht è solito allargarsi sulla sinistra. Non c’è più quel riferimento centrale che permette molti meccanismi e negli ultimi match si è visto nettamente. Ora non rimane che incrociare le dita e sperare in un rientro di Ibra già domenica. Con lui cambierebbe la musica e, probabilmente, si aggiungerebbe un’altra X alla casella scontri diretti.

Milan: Zlatan Ibrahimovic - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Zlatan Ibrahimovic – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Ibrahimovic blinda, Theo Hernandez resta vago. Milan, prima il progetto e poi il rinnovo: imprescindibile

Premessa: i giocatori che parlano dal ritiro delle rispettive nazionali del proprio futuro vanno...

Milan, Jovic resta in rossonero: i dettagli sull’accordo. Ecco la nuova scadenza

L'avventura rossonera di Luka Jovic continuerà. L'accordo tra le parti è cosa fatta: il...

Buona la prima con il brivido per l’Italia all’Europeo: Barella e Bastoni rimediano all’errore di Dimarco contro l’Albania

L'Italia di Luciano Spalletti rompe il ghiaccio con una vittoria. L'Europeo degli Azzurri inizia...

Milan, occhi sul giovane Adejenughure. Piace anche a Borussia Dortmund e Manchester United

Il Milan continua a lavorare per migliorare anche il suo settore giovanile ed ora,...

Ultim'ora

Ibrahimovic blinda, Theo Hernandez resta vago. Milan, prima il progetto e poi il rinnovo: imprescindibile

Premessa: i giocatori che parlano dal ritiro delle rispettive nazionali del proprio futuro vanno...

Milan, Jovic resta in rossonero: i dettagli sull’accordo. Ecco la nuova scadenza

L'avventura rossonera di Luka Jovic continuerà. L'accordo tra le parti è cosa fatta: il...

Buona la prima con il brivido per l’Italia all’Europeo: Barella e Bastoni rimediano all’errore di Dimarco contro l’Albania

L'Italia di Luciano Spalletti rompe il ghiaccio con una vittoria. L'Europeo degli Azzurri inizia...