Il Milan soffre, ma riesce a strappare i tre punti: a Genova la decidono Kessie e Castillejo

Author

Categories

Share

Due amici, tanta stima, ma per 90′ sarà battaglia. Ranieri sfida Pioli, la Sampdoria ospita il Milan per la 10ª giornata di Serie A. Il tecnico blucerchiato sorprende e cambia in mediana: al fianco di Thorsby ci sarà Adrien Silva. In difesa la coppia di centrali sarà composta da Ferrari e Tonelli, mentre le fasce di centrocampo saranno occupate da Candreva e Jankto. Gabbiadini scelto come partner di Quagliarella. Per il Milan nessuna sorpresa, con Brahim Diaz che comporrà la trequarti insieme Saelemaekers e Calhanoglu.

Sampdoria-Milan, primo tempo

Primi minuti di buon Milan, ma è la Sampdoria che si fa pericolosa per prima all’8′. Sugli sviluppi di un calcio di un calcio d’angolo, un rinvio rocambolesco di Calhanoglu e due rimpalli innescano Tonelli in area piccola, leggermente defilato sulla sinistra. Il centrale doriano va di testa, ma Donnarumma respinge prodigiosamente in calcio d’angolo. Al 12′ azione bellissima del Milan: Calabria trova Saelemaekers in verticale, il belga gira di prima intenzione al centro dell’area per Rebic, che calcia a botta sicura, ma sulla sua strada c’è Tonelli che devia la palla in calcio d’angolo. Buon Milan in fase di recupero di palla e la dimostrazione è l’occasione del 18′. Brahim Diaz ruba a Thorsby un pallone sulla trequarti blucerchiata, lo spagnolo non vede Rebic libero sulla sinistra e s’intestardisce palla al piede: quando decide di servirlo, il tiro del croato è debole e finisce fra le braccia di Audero. Ante Rebic ha l’opportunità di suggellare un buon primo tempo al 39′. Theo Hernandez lancia lungo per lui, il croato con uno stop fa fuori Tonelli ed anticipa poi Audero, la palla gli finisce sulla testa, ma sembra non voler entrare in porta, perché Tonelli salva il risultato miracolosamente sulla linea. 44′ calcio di rigore per il Milan: Tonali scodella per Theo Hernandez sulla sinistra, il francese va di testa ed il pallone finisce sul braccio largo di Jankto, dopo un momento di esitazione Calvarese indica il dischetto. Passa un minuto e, al 45′, Franck Kessie batte Audero, è 0-1 Milan. L’occasione per il raddoppio è sui piedi di Brahim Diaz allo scadere della prima frazione di gioco, al 48′. Theo Hernandez è protagonista di un uno-due con Calhanoglu e parte in contropiede, la palla finisce a Brahim Diaz, che però spreca tutto con un mancino lontano dalla porta.

Sampdoria-Milan, secondo tempo

Un cambio per il Milan e due per la Sampdoria. Fuori Brahim Diaz per Hauge nei rossoneri, fuori Adrien Silva e Jankto per Ekdal e Damsgaard nei blucerchiati. Al 47′ palo di Tonali: Calhanoglu imbecca Rebic che serve Hauge all’interno dell’area di rigore, il norvegese mette al centro per l’ex Brescia che con un esterno lento colpisce il legno. Un quarto d’ora di relativa sofferenza per i rossoneri, che però non concedono occasioni ai doriani. All’altezza del 60′ la squadra di Pioli cerca di riprendere il pallino del gioco e gestire il vantaggio. Da segnalare una partenza di Saelemaekers a campo aperto, recuperato da Colley. Occasione Samp al 69′, quando Thorsby colpisce di testa alto su cross invitante di Candreva. Al 70′ intervento dubbio in area di rigore rossonera, Romagnoli colpisce Damsgaard sul volto con una leggera gomitata. C’erano gli estremi per la massima punizione. Entra Castillejo ed è subito decisivo al 77′. Hauge salta un uomo e trova con un filtrante in area Rebic, il croato serve di prima l’accorrente Castillejo al centro dell’area che mette la palla in rete, 0-2. Nei festeggiamenti si aggiunge anche Stefano Pioli che corre dai suoi giocatori sul terreno di gioco. Passano due minuti ed il Milan può dilagare: uno-due Calabria-Calhanoglu, il terzino supera Augello in velocità e serve Rebic al centro, ma il croato non è preciso. Gol sbagliato, gol subito, è la legge del calcio. All’82′ corner per gli uomini di Ranieri, Ekdal anticipa tutti con una zampata e batte Donnarumma che cerca invano di salvare, 1-2. La partita si riapre. Ultimi minuti di sofferenza massima per i rossoneri, che all’ultimo secondo rischiano su un colpo di testa di Ekdal, che finisce di poco largo. Calvarese fischi tre volte, Sampdoria-Milan finisce 1-2.

Author

Share