Pioli in conferenza: “Dobbiamo migliorare sotto l’aspetto tecnico. Ecco cos’ho più di Inzaghi e Spalletti per vincere lo Scudetto…”

Categories

E’ appena terminata la conferenza stampa di mister Stefano Pioli alla vigilia di Milan-Udinese. Queste le dichiarazioni più importanti del tecnico rossonero: “Stiamo sicuramente bene. Veniamo da una prestazione nella quale abbiamo commesso degli errori e li abbiamo analizzati. Ci aspettiamo una prova migliore domani. Alla squadra ho trasferito una valutazione della prestazione con molta lucidità. I risultati degli altri? Non ci interessano, possiamo condizionare i nostri. I giocatori in scadenza? Sono problemi societari, io non ho allenato e non sto allenando giocatori in scadenza. Sto allenando giocatori molto professionali e sul pezzo. Le altre situazioni non possiamo sapere come andranno a finire: è un momento importante del campionato, ma credo sia stata una situazione abbastanza irripetibile quella del weekend scorso. La verità è che le partite sono equilibrate e difficili, vanno interpretate bene se le vuoi vincere“.

Così, ancora, Pioli: “Il nostro obiettivo è chiaro dall’inizio dell’anno: migliorare il punteggio dell’anno scorso. Se noi saremo così bravi a migliorarli così tanto da vincere lo scudetto avremo fatto qualcosa di eccezionale. Non ci sono giocatori stanchi. Potrei farli rifiatare perché ho tantissime alternative in tutti i ruoli. Non vedo cose particolari e comunque né io né la squadra sta pensando ad altre partite se non quella di domani. La guerra in Ucraina? Ne abbiamo parlato prima della seduta video: in tutti noi c’è molta preoccupazione e sgomento per quello che succede. Il valore della vita non ha prezzo ed in questo momento se c’è qualcosa che può unire è sicuramente lo sport. Faremo del nostro meglio“.

Pioli prosegue: “Preoccupato prima della Salernitana? Dissi che prima di ogni partita mi sento sempre preoccupato perchè le partite le puoi preparare nel modo migliore possibile – ed è quello che facciamo – ma nel calcio ci sono situazioni imponderabili che non puoi prevedere. Ora come allora ho visto i miei giocatori concentrati e attenti. L’Udinese ha giocatori di qualità ed organizzazione difensiva, è una squadra solida e sarà difficile trovare spazi liberi, ma dovremmo essere molto bravi a muovere la palla velocemente e stare attenti alle loro ripartenze. Serve la migliore tecnica possibile, perchè ultimamente stiamo sbagliando dei passaggi“.

Ancora Pioli: “Difficile dire quale sia la quota scudetto, ci sono tante squadre in pochi punti che possono fare strisce lunghe di risultati positivi. Credo che non si arriverà al punteggio dello scorso anno, ma serviranno comunque tanti punti. Settimana decisiva? Non lo so, ma sicuramente sarà molto importante, come è normale che sia quando ti avvicini alla fine della stagione. I punti pesano sicuramente. Al Milan mi sono sempre sentito tutelato e apprezzato, e sin dal primo giorno a Milanello mi sono sentito a mio agio. Questo mi dà la possibilità di crescere personalmente e di provare a far crescere ancora la squadra“.

Pioli continua: “A Salerno la troppa voglia e la troppa convinzione ci ha fatto perdere lucidità, volevamo spaccare la partita ed invece dovevamo gestire meglio la palla ed i ritmi. Cosa ha Pioli più di Inzaghi e Spalletti per vincere lo Scudetto? Ha il Milan, credo che questa risposta dica tutto. Pensare ad un 4-4-2? Si può vedere a gara in corso, perchè abbiamo gli attaccanti con caratteristiche giuste, dipende dalle partita e dalle condizioni dei giocatori, ma Rebic e Leao hanno le qualità. Quest’anno ci sono state tante situazioni che ci hanno fatto capire che giocando un certo modo possiamo toglierci delle soddisfazioni”.

Pioli parla poi dei singoli: “Da Rebic mi aspetto tanto perchè è un giocatore di qualità tecnica e strapotere fisico. La sua condizione sta migliorando, ci sarà spazio per tutti. Rinnovo di Ibrahimovic? La domanda andrebbe fatta a Zlatan perchè è importante la sua volontà, per come lo conosco sono convinto che voglia continuare a giocare. Le sue condizioni stanno migliorando, anche se più lentamente di quello che ci aspettavamo. Ha cominciato a correre in palestra e sulla sabbia, da domani tornerà a farlo sul campo, si può vedere solo giorno per giorno. Saelemaekers è un giocatore molto dinamico e vivace, deve trovare più precisione nella giocata decisiva perchè non sempre è stato preciso nei cross, nei tiri e negli assist. Lazetic sta sicuramente meglio, ha fatto un lavoro importante dal punto di vista fisico: domani non ci sarà, ma non credo che ci vorrà molto tempo

Milan: Stefano Pioli - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Stefano Pioli – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share