HomeNewsLe pagelle Sassuolo-Milan: Leao da record, Theo è un fulmine! Calha taglia...

Le pagelle Sassuolo-Milan: Leao da record, Theo è un fulmine! Calha taglia e cuce, Gigio e Kalulu mettono al sicuro

DONNARUMMA 7 – Un Milan che rispetto alle ultime due uscite – finite peggio dal punto di vista del risultato – soffre un po’ e lascia calciare parecchio gli attaccanti neroverdi. Ma Gigio risponde presente, respingendo alla grande su Bourabia e Berardi. Nulla può sulla punizione di quest’ultimo deviata maldestramente da Hauge. Mai aveva mostrato una tale continuità di prestazioni. Consacrato.

CALABRIA 6 – In calo rispetto alle ultime uscite, rischia qualcosa su Traore che non cade in area e nel finale si fa saltare (e ammonire) da Boga.

KALULU 7 – Semplicemente impeccabile. Dopo le critiche rimediate contro il Genoa, il ragazzo dimostra personalità e si fa trovare puntuale e sicuro su tutti i palloni messi in area dal Sassuolo. In anticipo devastante.

ROMAGNOLI 6.5 – Rovina una partita perfetta con l’entrata sciagurata che causa la punizione al limite dell’area con la quale Berardi fa 1-2.

THEO 7.5 – Imprendibile, come al solito. Mostra la specialità del suo repertorio in occasione del raddoppio rossonero, con la consueta cavalcata che lascia alle spalle tutti i difensori neroverdi. Nella ripresa ci prova altre due volte, ma Saelemakers è meno preciso.

KESSIE 6.5 – Grandissima prova di sostanza e quantità, alla Kessie. Meriterebbe il 7 se non fosse per l’ammonizione – generosa, ma anche evitabile – che gli costa la squalifica contro la Lazio mercoledì prossimo.

TONALI 6.5 – In grande crescita. Il Sandrino rossonero forse per la prima volta sembra un elemento ben inserito nei meccanismi di Pioli e per tutto il primo tempo non fa rimpiangere Bennacer. Non rientra dopo l’intervallo per un risentimento all’adduttore (dal 46′, KRUNIC 5.5 – L’ingresso di oggi dimostra una volta per tutte che il mediano in un centrocampo a due proprio non riesce a farlo. La squadra va in affanno con l’uscita di Tonali e le sue difficoltà in fase di interdizioni vengono fuori tutte nell’azione di Boga al 90′, con la quale l’ivoriano si guadagna la punizione che Berardi trasforma, facendo vivere ai rossoneri 5 minuti di vero terrore).

SAELEMAEKERS 7.5 – Quanto è mancato! Il motorino belga è quel giocatore che non ruba l’occhio per classe ed eleganza, ma che quando ti manca per due giornate poi senti quando rientra. Oltre al gol – facile facile – del 2-0, garantisce equilibrio e copertura sulla destra. Tanto che dopo la sua uscita, Calabria soffre e non poco per 10′ più recupero (dal 79′, CASTILLEJO 6).

CALHANOGLU 7 – Lo scatto prima del quale – pronti, via – serve Leao dopo il fischio di inizio è qualcosa di geniale, impensabile, devastante. A chi pensa che sia solo punizioni e tiro da fuori, Calha risponde con una giocata da centometrista. Poi raddoppia con una rasoiata non irresistibile ma insidiosa, che Mariani poi annulla per un fuorigioco – di millimetri pochi e di secondi precedenti tanti – segnalato dalla cabina VAR. Taglia e cuce il gioco del Milan, giocatore imprescindibile nel sistema di Pioli (dall’86, MALDINI s.v.)

DIAZ 6 – Interpreta bene il ruolo di trequartista esterno, applicandosi anche in fase di ripiegamento. Disputa una buona gara, ma la sensazione è sempre quella di un ragazzo con grandi potenzialità che non riesce ad esprimerlo a pieno (dal 57′, HAUGE 5.5 – Altro ingresso poco brillante per il norvegese. La sensazione è che le difese avversarie abbiano capito il suo gioco e da lui ci si aspetta a questo punto qualcosa di più del solito dribbling e tiro a rientrare. Paga con l’insufficienza la leggerezza sulla punizione dell’1-2 neroverde, quando si stacca dalla barriera deviando il pallone che sarebbe finito comodo tra le braccia di Donnarumma).

LEAO 7.5 – Leao Meravigliao! Mette l’autografo sulla storia della Serie A segnando il gol più veloce di sempre, dopo meno di 7 secondi. Dopo pochi minuti strappa in maniera formidabile su Rogerio e serve per Calha che non sbaglia, ma Mariani annulla. Nella ripresa alterna momenti di estro a passeggiate snervanti nel cerchio di centrocampo, ma la giocata decisiva con cui apre la partita e le marcature va premiata.

PIOLI 7.5 – Portare a casa 3 punti a Reggio Emilia con una rosa ridotta all’osso, senza la colonna vertebrale Kjaer-Bennacer-Ibra (o il suo sostituto, Rebic) è a dir poco un’impresa. I meriti del mister ci sono e si vedono: lo schema che porta al vantaggio rossonero dopo 6″ e 20 non nasce per caso, così come la partita studiata per colpire subito a freddo il Sassuolo per poi controllare, con lo scopo di risparmiare energie in vista della gara contro la Lazio già giovedì. Promosso, alla grande!

Altre notizie

Milan, ecco la nuova lista Champions: Ibrahimovic esclusione eccellente, Thiaw sostituisce Dest. E Maignan…

Il Milan ha presentato alla UEFA la lista Champions per i prossimi impegni europei....

Sfuma un obiettivo del Milan: Godts passa ufficialmente all’Academy dell’Ajax

Come annunciato sul proprio sito, l'Ajax ha ufficialmente acquisito le prestazioni di Mika Godts...

Verso Inter-Milan: Pioli cambia tutto per svoltare?

Può essere il derby della svolta. Anzi, deve essere il derby della svolta. Il...

Febbraio rossonero: il fattore San Siro potrà portare alla svolta?

Se gennaio, ai tifosi milanisti, è sembrato un mese duro e complicato, ma soprattutto...

Ultim'ora

Milan, ecco la nuova lista Champions: Ibrahimovic esclusione eccellente, Thiaw sostituisce Dest. E Maignan…

Il Milan ha presentato alla UEFA la lista Champions per i prossimi impegni europei....

Sfuma un obiettivo del Milan: Godts passa ufficialmente all’Academy dell’Ajax

Come annunciato sul proprio sito, l'Ajax ha ufficialmente acquisito le prestazioni di Mika Godts...

Verso Inter-Milan: Pioli cambia tutto per svoltare?

Può essere il derby della svolta. Anzi, deve essere il derby della svolta. Il...