Le pagelle di Milan-Inter: Tatarusanu ipnotizza Lautaro, 7,5. Kessie impreciso, 5,5. Saelemaekers indemoniato

Author

Categories

Share

Le pagelle di Milan-Inter: Tatarusanu ipnotizza Lautaro, 7,5. Kessie impreciso, 5,5. Saelemaekers indemoniato.

TATARUSANU: 7,5 – Ancora una volta il numero 1 rossonero è presente nel momento più importante. Para il rigore a Lautaro Martinez, e non lascia passare un mezzo pallone aereo in area di rigore.

CALABRIA: 6,5 – Derby da capitano per il classe ’96, che non sbaglia nessun intervento. Bene nei passaggi e soprattutto negli intercetti. Si fa vedere anche in fase offensiva.

KJÆR: 6 – Il danese soffre la fisicità di Dzeko, e si fa sfilare in una occasione. Pulito e concentrato nella maggior parte degli interventi.

TOMORI: 6,5 – Piccole imprecisioni, che spesso vengono cancellate dai suoi recuperi in velocità. Poche volte viene messo in difficoltà, ed è determinante in nella rete del pareggio rossonero.

BALLO-TOURÉ: 5,5 – Non perfetto in occasione del fallo da rigore, si vede poco in fase di spinta. Si impegna, vorrebbe far meglio, e salva anche sulla linea a portiere battuto, ma il mister lo toglie per precauzione dopo i primi 45′. (Dal 46′ KALULU 7. Il francese entra con il piglio giusto ed effettua due salvataggi sui tiri a botta sicura di Vidal. Bravo ed intenso nelle discese offensive).

KESSIE: 5,5 – Non il solito ivoriano, che si divora una rete a botta sicura e ci mette del suo sul primo rigore assegnato all’Inter. Non benissimo nei palloni toccati sulla trequarti, ma è decisivo nel recuperare palloni e pressare.

TONALI: 7 – Grande prestazione per l’azzurrino, che è costante e pericoloso. Calcia benissimo il piazzato sulla rete del pareggio, e fa strappi di 60 metri per recuperare palloni. Ottima prestazione, chiavi in mano del centrocampo per lui. (Dal 71′ BENNACER 6,5. L’algerino ha la palla del 2-1, ma spara alto con il piede che non è il suo. Pulisce palloni su palloni, pur entrando a 20 minuti dalla fine).

BRAHIM DIAZ: 5,5 – Lo spagnolo, fresco di convocazione in nazionale maggiore, risente ancora delle due settimane fermo ai box. Ottimi spunti sulla trequarti, poi però cancellati dall’ultima giocata sbagliata. (Dal 59′ SAELEMAEKERS 7. Entra indemoniato, lotta su qualunque palloni e pressa tutti. Colpisce il palo, ma avrebbe meritato maggior fortuna. Del belga c’è sempre bisogno, il mister lo sa).

KRUNIĆ: 6,5 – Pioli lo mette a uomo su Brozovic e lo annulla. Gioca con grande intensità e non lascia respiro agli avversari quando va in pressing. Se giocasse sempre così, il mister non lo toglierebbe mai. (Dal 84′ BAKAYOKO SV)

LEAO: 6 – Il portoghese si accende in più di una occasione, calcia anche in porta, ma non trova la giocata decisiva. Forse stanco dei tanti minuti giocati nelle ultime settimane, esce per far spazio a forze fresche. (Dal 59′ REBIC 7. Il croato è inarrestabile sulla fascia, entra con la voglia di spaccare la partita e ci riesce).

IBRAHIMOVIC: 6 – Lo svedese parte carico, poi si rende poco presente, probabilmente perché poco cercato dai compagni. Nel finale si accende, con ottime sponde per i compagni ed una conclusione che sfiora l’incrocio dei pali. Peccato anche per la punizione, con la gran parata del portiere avversario.

PIOLI: 6,5: La incarta abbastanza bene al collega Simone Inzaghi, mettendo in campo una squadra propositiva e con alta intensità. Indovina tutti i cambi e probabilmente avrebbe meritato di conquistare i 3 punti.

 

Milan-Inter

Author

Share