Le pagelle di Juventus-Milan: Tomori è un muro, Rebic cuore, carattere e gol. Male Theo

Author

Categories

Share

MAIGNAN 6 – Un problema alla mano lo stava privando di questa partita ma il recupero lampo gli ha permesso di partire titolare. Fa quel che può in occasione del gol di Morata, poi non è mai particolarmente impensierito

TOMORI 7 – Schierato da terzino destro, parte contratto vista la novità. Novità che dura poco per l’infortunio di Kjaer. Passato in mezzo è il solito muro, aggressivo quando deve e sempre puntuale in chiusura

KJAER 6,5 – La sua partita dura soltanto 35′ poi un infortunio muscolare lo mette KO. Si fa trovare impreparato come tutti sul gol di Morata ma si riprende subito con una chiusura da campione sempre sullo spagnolo. Sfortunato

ROMAGNOLI 6 – Da capitano prendere un gol come quello di Morata pesa, ma si scrolla di dosso la tensione e regge bene l’urto degli attacchi bianconeri. Un cliente come Dybala è sempre difficile da affrontare ma comanda la difesa ed il Milan va poco in affanno

THEO HERNANDEZ 5 – Il peggiore della serata. Colpisce male di testa e fa partire il contropiede della Juve. Rincorre Morata ma non lo prende perdendo il duello in velocità che di solito vince. Male anche in fase offensiva con poche sgroppate e diverse idee sbagliate

KESSIE 5,5 – Non è in condizione e si vede. Non giganteggia come al solito a centrocampo ed il Milan perde in fisicità. Rimandato, anche stavolta

TONALI 6,5 – Prende in mano il centrocampo con le buone e con le cattive. Non è il miglior Tonali ma basta per una prova più che sufficiente allo Stadium

SAELEMAEKERS 5 – Sbaglia tutto quello che c’è da sbagliare. E’ dinamico nella corsa ma solo in quella. Il pallone sembra scottargli tra i piedi e prova a disfarsene (male) il prima possibile

BRAHIM DIAZ 6 – Prova a caricarsi la squadra sulle spalle ma gli spazi sono pochissimi. La Juventus non lo fa giocare e lui ne risente. Tiene troppo il pallone e qualche volta può essere fatale

LEAO 5,5 – Inizia bene ma poi si spegne. Prova qualche accelerazione ma non riesce a sfondare come nelle prime uscite

REBIC 6,5 – Lo ripetiamo da sempre, il centravanti non è il suo ruolo, specie se di fronte hai un avversario come Chiellini. Ante però tira fuori una prova di cuore e carattere che lo premia al 76′ con il gol che fissa il risultato sull’1-1. E’ il terzo gol consecutivo contro la Juventus

KALULU 6 – Entra bene e non viene mai saltato ma pesa troppo quell’occasione in cui poteva far gol e diventare l’eroe della serata

FLORENZI 6 – Fa meglio di Saelemaekers e gioca ordinato e preciso. Si sacrifica e lotta per la squadra ma può e deve fare qualcosa in più in fase offensiva

BENNACER 6 – Mette ordine a centrocampo e tira fuori gli artigli quando ce n’è bisogno

MALDINI SV

PIOLI 6 – Schiera Tomori a destra per contenere gli attaccanti della Juve ma l’idea dura poco visto l’infortunio di Kjaer che fa tornare l’inglese al centro. Ha fatto quel che ha potuto viste le numerose assenze ed il suo Milan esce da Torino con un punto importante

Author

Share