HomeNewsOrigi: “Sono arrivato in un club affamato come me, ci sono tutti...

Origi: “Sono arrivato in un club affamato come me, ci sono tutti i presupposti per creare qualcosa di bello“

Il neo attaccante del Milan, Divock Origi, ha rilasciato una lunga intervista a DAZN: “Sto facendo il massimo per tornare il prima possibile, lavorando duramente giorno dopo giorno con l’obiettivo di essere pronto per la prima di campionato. Mi sto preparando fisicamente, mentalmente e spiritualmente. A 27 anni sono nel pieno della mia carriera e penso di aver maturato la giusta esperienza. Ho vissuto tante esperienze, ho vinto tanto e sono grato per questa opportunità. Ho fame, voglia di crescere e migliorare e voglio massimizzare le mie potenzialità. Sento di essere arrivato in un club molto affamato, molto ambizioso e che ha voglia di vincere come me. Vogliamo mostrarlo a tutti, ho buone sensazioni e voglia di iniziare la nuova stagione”.

Origi prosegue: “Il Milan è un club con grande storia, grande esperienza e l’ho avvertito quando ho giocato a Milano. Allo stadio c’è un clima bellissimo, i tifosi di ogni generazione vivono le stesse sensazioni di un calciatore. Sono tutte cose che ti aiutano a vincere le partite e i campionati. Qui ci sono tutti i presupposti per creare qualcosa di bello e per questo motivo non vedo l’ora di vivere queste esperienze con la squadra, i tifosi e lo staff”.

Ancora Origi: “Conquistare la seconda stella è l’obiettivo: è una delle prime cose che mi hanno detto Maldini e Massara. Mi hanno spiegato l’importanza di tutto questo. Faremo il possibile per farcela. Per vincere un campionato devi avere giocatori diversi tra di loro e noi abbiamo un gruppo molto forte, questo è uno dei dei motivi per cui ho voluto fortemente venire qui. Giroud è un giocatore fantastico, unico, di grande classe. Zlatan è uno dei più grandi giocatori della storia, sono contento di essere qui con loro. È un esempio che con la giusta mentalità e costanza si può andare avanti all’infinito, sarà ricordato per molte generazioni, sono giocatori che rendono più facile il mio lavoro. I miei idoli? Non ne ho uno in particolare, Sono cresciuto vedendo i video di grandi i giocatori come Cristiano Ronaldo Pelé Maradona Weah”.

Origi conclude: “Devi imparare a concentrarti solo su te stesso senza lasciarti condizionare dalle voci dell’esterno. Devi cercare di mantenere degli standard elevati ed avere una visione chiara dei prossimi cinque o dieci  anni per poter crescere continuamente. Io e Lukaku ci conosciamo da quando eravamo nelle giovanili, ci siamo sfidati tante volte e sarà un piacere confrontarmi con giocatori di questo livello”.

Divock Origi (Photo Credit: Ac Milan)
Divock Origi (Photo Credit: Ac Milan)

Altre notizie

Milan-Sassuolo: le reazioni dei quotidiani alla batosta rossonera

Milan-Sassuolo è agli archivi e passerà alla storia come una delle peggiori debacle casalinghe...

Primavera 1, Milan-Juventus: dove vederla in tv e streaming

Reduce da due punti conquistati nelle ultime quattro partite, il Milan Primavera di Ignazio...

Milan, il primo tempo è disastroso. Ancora una volta. Il dato statistico

Tre anni fa il record del Milan era quello di segnare almeno due gol...

Milanello, domani giorno di riposo: da martedì si comincerà a preparare il derby

Dopo la sconfitta rovinosissima contro il Sassuolo, il Milan dovrà iniziare a pensare al...

Ultim'ora

Milan-Sassuolo: le reazioni dei quotidiani alla batosta rossonera

Milan-Sassuolo è agli archivi e passerà alla storia come una delle peggiori debacle casalinghe...

Primavera 1, Milan-Juventus: dove vederla in tv e streaming

Reduce da due punti conquistati nelle ultime quattro partite, il Milan Primavera di Ignazio...

Milan, il primo tempo è disastroso. Ancora una volta. Il dato statistico

Tre anni fa il record del Milan era quello di segnare almeno due gol...