Nuovo San Siro, l’ex consigliere Cappato e i comitati per il referendum scrivono una lettera: “Ecco 5 requisiti per il dibattito pubblico”

Il nuovo stadio San Siro progetto Populous
Il nuovo stadio San Siro progetto Populous - MilanPress, robe dell'altro diavolo

L’edizione odierna de Il Giorno parla del nuovo stadio che Milan e Inter vorrebbero costruire al posto dell’attuale Meazza. In particolare, è stata redatta una lettera in previsione del dibattito pubblico sul progetto del nuovo San Siro; lettera che vede come primo firmatario l’ex consigliere comunale radicale Marco Cappato, insieme ad alcuni esponenti del comitato per i referendum sul futuro di San Siro. La lettera è intitolata “Osservazioni per un corretto svolgimento del processo partecipativo sullo stadio (o sugli stadi) di Milano’’, ed è indirizzata alla Commissione nazionale per il dibattito pubblico, parte in causa nell’organizzazione del confronto.

I firmatari della lettera chiedono «un intervento, urgente, sollecito e attento della Commissione nazionale dibattito pubblico» per far sì che il confronto cittadino su San Siro abbia cinque requisiti ritenuti indispensabili per un corretto dibattito:

  • la presenza nella discussione di più alternative progettuali, dunque una valutazione prioritaria di progetti di riqualificazione e rinnovo del Meazza che ne evitino la demolizione;
  • una particolare attenzione alla diversità delle opinioni, alla rappresentatività della popolazione dell’area metropolitana milanese, alla qualità e alla trasparenza delle informazioni;
  • documenti tecnici affidabili, definitivi, presentati in forma intelligibile e comprensibile a tutte e tutti i partecipanti;
  • un’attenzione molto forte alla trasparenza e correttezza dei processi amministrativi connessi al Dibattito;
  • la presenza di una funzione di valutazione indipendente della qualità del processo partecipativo.

Il nuovo stadio San Siro progetto Populous