HomeNewsGazzetta: Nasti e Brescianini, piccoli rossoneri protagonisti a Cosenza. E il futuro...

Gazzetta: Nasti e Brescianini, piccoli rossoneri protagonisti a Cosenza. E il futuro…

Nella partita di andata sono stati decisivi, ed adesso vogliono completare l’opera. Del resto, se il Cosenza dovesse riuscire nell’impresa salvezza, un paio di grazie andrebbero al mondo rossonero, visto che negli ultimi due mesi, i calabresi hanno vinto quattro partite, tutte per 1-0: con due reti a testa per Marco Brescianini e Marco Nasti. L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport dedica un lungo approfondimento ai due giovani, entrambi in prestito dal Milan. Nasti ha sbloccato il primo round dei playout contro il Brescia, regalando ai suoi una speranza (e un risultato) in più in vista della gara di ritorno. Un guizzo di rapina che a qualche tifoso rossonero avrà ricordato Pippo Inzaghi per movenze ed esultanza.

Vent’anni il prossimo 17 settembre, Nasti è arrivato a Cosenza in estate dopo una bella trafila nelle giovanili del Milan e un po’ di allenamenti in prima squadra. Quindi la scelta di un cambiamento per trovare più spazio tra i grandi e farsi le ossa. In Calabria è stato uno degli ultimi ad arrivare in ritiro e il suo inserimento in squadra è stato complicato da qualche problema fisico iniziale. Poi, l’exploit: in stagione ha collezionato 26 presenze e 5 gol. Quasi tutti vitali, come la doppietta rifilata a fine febbraio alla Reggina: la sliding door della stagione, con due gol segnati in pieno recupero per ribaltare una partita da film e agguantare tre punti d’oro per la risalita. Chi lo osserva da vicino racconta un ragazzo di personalità, pronto sempre a metterci la faccia nei momenti difficili nonostante l’età. Tanto da rinunciare al Mondiale Under 20 per la missione salvezza.

L’altro migliore in campo nella serata del San Vito-Marulla è stato Marco Brescianini, anche lui in prestito dal Diavolo. Classe 2000, il centrocampista ha attraversato il settore giovanile del Milan prima dei prestiti all’Entella, al Monza e dunque al Cosenza. La stagione rossoblù si è aggrappata spesso alle sue giocate: a metà marzo, con il gol vittoria contro la Spal ha tirato via i suoi dalle sabbie mobili dell’ultimo posto in classifica, avvicinandoli in maniera più concreta agli spareggi. Qualche giorno dopo, il gol capolavoro alla capolista Frosinone ha lanciato lo sprint verso il finale di stagione. Fin qui ha giocato tutte le partite (38) tranne una per squalifica, ad aprile contro il Cittadella. Quasi sempre in campo da titolare, ha dato un plus di tecnica e fisicità alla mediana calabrese.

Per entrambi, l’obiettivo è tornare al Milan e gli ultimi mesi hanno aperto a riflessioni. Se Brescianini è legato al Diavolo da un contratto in scadenza nel 2024 e al momento le strade per lui fanno ipotizzare una nuova separazione, il discorso per Nasti è un po’ diverso. Il giocatore è legato ai rossoneri fino al 2026 e potrebbe rientrare alla base e finire di nuovo in prestito (magari ancora a Cosenza, in caso di salvezza), con qualche piccola chance di giocarsi una stagione all’ombra di punte più esperte e da studiare.

Marco Nasti
Marco Nasti

Altre notizie

Theo Hernandez e Maignan premiati a Milanello: i due francesi ringraziano e fanno una promessa

Oggi a Milanello Giorgio Furlani, amministratore delegato del Milan, ha premiato Theo Hernandez e...

Ammonizioni furbe per saltare la gara successiva: com’è andata in questi anni?

È un anno da record per il numero di cartellini presi. A livello di...

MP GRAPHIC: Reij-torna tra i titolari. Tijjani saluta la panchina e si prepara al ritorno in campo dal primo minuto

Dopo tre panchine consecutive, il neo papà Tijjani Reijnders si prepara finalmente a scendere...

Milanello, si torna in campo dopo due giorni di riposo. Il report dell’allenamento in vista dello Slavia Praga

Dopo i due giorni di riposo concessi da Stefano Pioli in seguito alla vittoria...

Ultim'ora

Theo Hernandez e Maignan premiati a Milanello: i due francesi ringraziano e fanno una promessa

Oggi a Milanello Giorgio Furlani, amministratore delegato del Milan, ha premiato Theo Hernandez e...

Ammonizioni furbe per saltare la gara successiva: com’è andata in questi anni?

È un anno da record per il numero di cartellini presi. A livello di...

MP GRAPHIC: Reij-torna tra i titolari. Tijjani saluta la panchina e si prepara al ritorno in campo dal primo minuto

Dopo tre panchine consecutive, il neo papà Tijjani Reijnders si prepara finalmente a scendere...