HomeNewsDonadoni: "Nessuno vorrà perdere questo Napoli-Milan. Ecco su cosa deve lavorare Leao"

Donadoni: “Nessuno vorrà perdere questo Napoli-Milan. Ecco su cosa deve lavorare Leao”

Il doppio ex di Napoli e Milan Roberto Donadoni ha rilasciato un’intervista ai microfoni della Gazzetta dello Sport per parlare di quella che sarà la tripla sfida dei prossimi 20 giorni. Il focus riguarda la sfida tra i due esterni sinistri, ma c’è stato spazio anche per un commento generale sul duello.

La Champions è un’altra storia, ma fino a un certo punto. Se una delle due uscirà vincitrice dalla partita di domani, potrà contare su un pieno di convinzione incredibile in vista della la doppia sfida di Champions. Nessuno vorrà perdere questo Napoli-Milan, fidatevi“.

Sulla sfida Leao-Kvaratskhelia: “Non scherziamo, stiamo parlando di due giocatori con numeri pazzeschi. E anche piuttosto diversi tra loro, soprattutto fisicamente. Leao è uno scattista, nei primi metri può bruciare chiunque: quando si accende crea superiorità, anche se a volte si prende qualche pausa di troppo e il tasso di pericolosità del Milan ne risente. Kvara ti sfinisce anche alla distanza perché è sempre dentro la partita, ed è un po’ più uomo squadra: dà una mano anche in fase di non possesso, tatticamente è già un calciatore completo. Rischio della riconferma? I rischi vanno sempre messi in conto, ma per la maturità e la cattiveria che Kvaratskhelia sta dimostrando non credo che possa far fatica in futuro“.

Sul 2023 del numero 17 rossonero finora: “Diciamo prima di tutto che Leao rientra nella categoria di quei giocatori che prendono sempre l’iniziativa: al di là dei momenti che si possono vivere lungo una stagione, questo è un merito, perché significa sentire e prendersi la responsabilità di trascinare la squadra. Quello su cui deve lavorare Leao è la consapevolezza di dover crescere ancora, diventando più concreto davanti e più continuo nei 90 minuti. Se lo farà diventerà un giocatore straordinario“.

Su cosa abbia inciso di più sul calo del portoghese: “Quando vai in campo, certi aspetti restano fuori. E da quello che leggo non mi sembra che il Milan non stia provando ad arrivare a un accordo per il rinnovo… Quanto al ruolo diverso degli ultimi tempi, sono convinto che Pioli, prima di cambiare, ne abbia parlato con Leao. A volte, per diventare meno prevedibile e offrire meno punti di riferimento agli avversari, cambiare ci sta: quando ti specializzi solo ed esclusivamente in una zona del campo, dopo anni di studio, chi ti affronta ha più armi per neutralizzarti. Riuscire a essere più duttile può diventare un vantaggio: penso che durante la crisi di risultati e di prestazioni Pioli abbia cercato nuove soluzioni per rilanciare tutti. Leao compreso, ovviamente. Torniamo al punto precedente: quando Rafa sarà più completo, diventerà un campione“.

Roberto Donadoni - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Roberto Donadoni – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Milan, il saluto di congedo di Pioli ai dipendenti di Casa Milan: “Non posso che dirvi grazie per tutto, auguro il meglio a tutto...

Nel mentre che la squadra arrivava in Australia a disputare l'amichevole contro la Roma,...

CorSport, il veto dei tifosi del Bologna su Zirkzee: niente Juventus. Arsenal e Milan…

Il futuro di Joshua Zirkzee è ancora da scrivere. L'attaccante classe 2001, che in...

Primavera, capitan Zeroli saluta Abate sui social: “Grazie mister per tutto quello che ci hai trasmesso in questi 2 anni”

Kevin Zeroli ha dedicato un post sui propri social ad Ignazio Abate, oramai ex...

Milan, nessuno in Europa come Thiaw tra i difensori U23: ecco il dato

C'è un dato in cui nessuno è migliore di Malick Thiaw nei top 8...

Ultim'ora

Milan, il saluto di congedo di Pioli ai dipendenti di Casa Milan: “Non posso che dirvi grazie per tutto, auguro il meglio a tutto...

Nel mentre che la squadra arrivava in Australia a disputare l'amichevole contro la Roma,...

CorSport, il veto dei tifosi del Bologna su Zirkzee: niente Juventus. Arsenal e Milan…

Il futuro di Joshua Zirkzee è ancora da scrivere. L'attaccante classe 2001, che in...

Primavera, capitan Zeroli saluta Abate sui social: “Grazie mister per tutto quello che ci hai trasmesso in questi 2 anni”

Kevin Zeroli ha dedicato un post sui propri social ad Ignazio Abate, oramai ex...