Zoff su Maignan: “Il Milan sicuramente non ci ha perso con l’addio di Donnarumma. Decisiva…”

Categories

Lo storico portiere della Nazionale italiana Dino Zoff ha rilasciato un’intervista ai microfoni del quotidiano francese L’Equipe. L’argomento della discussione è stato Mike Maignan e il suo impatto con il Milan e il calcio italiano: ecco le sue parole.

Diciamo che il calcio francese è meno guardato, meno valorizzato e si parla meno nelle emittenti televisive. Di conseguenza, non posso dire che lo conoscessi ed è un peccato: dovevo vederlo prima! Alla fine è qui da poco, ma è un giocatore completo, esplosivo e ordinato nei suoi interventi. La sua personalità è decisiva: quando la difesa sente sicurezza, è solo un fattore positivo“.

Sulla sua capacità con il pallone nei piedi: “Diciamo che invece di sentire o leggere che un portiere è bravo perché gioca bene con i piedi, preferirei che si dica o si scriva che un portiere è bravo perché gioca bene anche con i piedi. È questo ‘anche’ che è decisivo. Altrimenti, potresti anche giudicare la grandezza di un attaccante dalla sua capacità di giocare bene come terzino“.

Sulla sua importanza nella vittoria dello scudetto: “È stato decisivo, ha dato sicurezza su tutti i piani. Ed è stato ancora una volta eccezionale nell’ultimo derby“.

Se sia il miglior portiere della Serie A: “È troppo presto, attendiamo almeno che passi il Mondiale, poi si vedrà“.

Sull’eredità di Donnarumma: “È arrivato in un contesto particolare, ma ha gestito questa situazione sul campo, non con le parole. Il Milan non ha perso nulla da questo cambio, questo è certo, ma il PSG ci ha guadagnato ingaggiando un portiere ancora più giovane“.

Dino Zoff - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Dino Zoff – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Autore

condividi