Milan, le possibili trappole della Sampdoria

Author

Categories

Share

Stasera il Milan scenderà in campo contro la Sampdoria di Claudio Ranieri. I rossoneri arrivano a questa sfida da primi in classifica, mentre i blucerchiati sono attualmente undicesimi e non stanno attraversando un grande periodo di forma. L’ultima vittoria della Sampdoria risale al 24 ottobre in casa dell’Atalanta; da allora 2 sconfitte, così come i pareggi ed eliminazione dalla Coppa Italia nel Derby contro il Genoa. Uomini di Ranieri che scenderanno in campo con la voglia di invertire la tendenza.

Periodi altalenanti possono capitare a tutte le squadre, proprio come sta accadendo in casa blucerchiata da un mesetto e mezzo. Come tutte le altre compagini, anche l’organico di Ranieri ha delle trappole. La Sampdoria ha dimostrato, con l’allenatore romano, di essere molto speculare; 4-4-2 a specchio con gli esterni di centrocampo che aiutano tanto sia in fase difensiva che in quella offensiva , i mediani che non avanzano tanto la loro posizione e la seconda punta che gira attorno a Fabio Quagliarella. Già, proprio lui, la trappola più pericolosa in casa Samp che ha tutta la voglia di segnare al Milan visto che è la squadra che ha colpito solo 2 volte su 26 gare disputate contro i rossoneri, entrambe a San Siro. Sampdoria che proverà a vestirsi da Lille per affondare il diavolo, come intitola Il Secolo XIX; Milan che dovrà rispondere da grande squadra per disinnescare le trappole doriane.

Sampdoria: Fabio Quagliarella – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share