Milan, un punto che si deve apprezzare: il commento della partita

Categories

Il Milan a Salisburgo va in svantaggio, pareggia e chiude il match in crescendo. Se si ripensa al girone di ferro dello scorso anno, si prende questo punto e si apprezza perché il debutto è stato positivo. Non va sottovalutato il fatto che il Chelsea a perso con la Dinamo Zagabria, dimostrando un calo di prestazione già visto in Premier.

La squadra di Pioli ha avuto la forza di non smarrirsi andando sotto di un gol, ma ha reagito e portato la partita sul 1-1 ancor prima dell’intervallo grazie ancora ad un assist di Leao. Nell’azione del gol il portoghese parte da sinistra e manda in porta Saelemaekers in mezzo all’area, che insaccherà con il mancino. All’ultimo respiro un tiro di Leao, deviato da un avversario, si fermerà sul palo negando la vittoria ai rossoneri. Il successo tutta via sarebbe stato un regalo con i fiocchi in vista dei prossimi appuntamenti, ma il Salisburgo non può essere disprezzato.

Non è mai facile giocare partite di questo tipo, dove si tiene un ritmo infernale per tutto il match e soprattutto quando la squadra avversaria tiene un pressing cosi alto. Il gol di Okafor viene realizzato con doppio tunnel, prima a Kalulu e poi anche a Maignan. Non era scontata la reazione positiva dei rossoneri, che aspettano ancora l’esplosione del talento di Charles De Ketelaere. Okafor Salisburgo

Prima in svantaggio, poi la reazione

Il gol del Salisburgo è stato causato da Bennacer che si fa anticipare da Fernando al limite dell’area, tocca per Okafor che con un doppio tunnel insacca in rete. Il merito del Milan per il Corriere dello Sport è quello di non perdere di lucidità quando va in svantaggio, com’è capitato già 4 volte su 6 partite ufficiali. Al 40′ un ottimo pallone lavorato da De Ketelaere permette la fuga di Bennacer che verticalizza per Leao, che con un traversone basso trova Saelemaekers solo in area che insacca.

Palo all’ultimo respiro

Il secondo tempo inizia con dei ritmi più blandi rispetto a quelli del primo, con un  Salisburgo più in attesa. Il baricentro basso degli austriaci non impedisce comunque a Okafor di esaltarsi, creando sempre scompiglio nella retroguardia rossonera. Occasione per il Salisburgo con Kjaergaard che con un traversone mette in condizione Fernando di poter segnare, ma spara alto.

Visto i ritmi e gli impegni di campionato, Pioli opta per il triplo cambio: dentro Origi, Pobega e Dest mentre escono Giroud, Bennacer e Calabria. Più velocità e forza fisica per il diavolo, ma gli austriaci rimango sempre pericolosi. Tuttavia il Milan ha più presenza offensiva, ma l’unica vera occasione capita all’ultimo secondo, con il tiro deviato di Leao che si stampa sul palo.Milan: Rafael Leao (photo credit: Ac Milan)

Autore

condividi