Renato Sanches-Milan, il tempo può essere un alleato

Lille: Renato Sanches (Photo Credit: Agenzia Fotogramma) MilanPress
Lille: Renato Sanches (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Il tempo può essere l’alleato del Milan nella rincorsa a Renato Sanches. Il giocatore è stato sedotto dal suo ex direttore Campos e dal suo ex allenatore Galtier, oltre che dalla prospettiva di giocare in un club di stelle come il Paris Saint-Germain, ma i parigini non hanno affondato il colpo con il Lille, per via delle cessioni necessarie in zona mediana. Un reparto pieno di esuberi pronti a partire, ma che non sono ancora stati piazzati.

Nel frattempo il club rossonero resta alla finestra, iniziando a guardarsi un po’ attorno e pensando alle alternative. Il portoghese era ad un passo dal trasferimento in Italia prima dell’inserimento del PSG – racconta oggi la Gazzetta dello Sport -, il quale gli garantirebbe oltre 5 milioni netti a stagione. Un’offerta più alta rispetto a quella del Milan che sarebbe arrivato massimo a 4 con bonus. Il problema per il club della Capitale transalpina è l’accordo con il Lille, non disposto ad accettare meno di 12 milioni di euro, nonostante la scadenza di contratto nel 2023.

La palla passa ora a Renato Sanches, il quale dovrà decidere se aspettare ancora i sogni (anche economici) o abbracciare la realtà che vede i rossoneri in accordo con la sua attuale società. L’ex Bayern Monaco, però, deve stare attento a non tirare troppo la corda, perché in via Aldo Rossi hanno dimostrato nel recente passato di non aspettare giocatori non convinti dal progetto.

Lille: Renato Sanches (Photo Credit: Agenzia Fotogramma) MilanPress
Lille: Renato Sanches (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)