venerdì, Maggio 20, 2022

Milan, ricordi Rangnick? Ha creato una società di consulenza per i club

Author

Categories

Share

- Advertisement -
- Advertisement -

Per tanti mesi, lo scorso anno, è stato “praticamente” l’allenatore del Milan. Tutto sembrava apparecchiato per un suo approdo in rossonero, prima che la dirigenza rossonera – con Paolo Maldini in primis – decidesse di confermare Stefano Pioli. Stiamo parlando di Ralf Rangnick, che negli ultimi due anni ha ricevuto diverse chiamate, eppure è rimasto senza panchina. Ma non senza lavoro. Già, perché – come evidenzia quest’oggi La Gazzetta dello Sport – il tedesco un lavoro di fatto se lo è inventato. Insieme a Lars Kornetka, infatti, ha creato una società di consulenza calcistica ed il suo primo cliente, da luglio, è la Lokomotiv Mosca.

Ma in cosa consiste la sua attività? Nello sviluppare carriere di giocatori, allenatori, direttori sportivi e società. L’obiettivo dell’agenzia è quello di fare club building, consentendo alle società di strutturarsi nella maniera adeguata in tutti i settori possibili. E Russia in pochi mesi Rangnick è intervenuto in ogni angolo del club: area tecnica, medica, scouting, video-analisi, costruzione della rosa. L’agenzia di Rangnick si confronta con club (non ne vuole prendere più di 3 contemporaneamente) e federazioni, mettendo a disposizione esperienza, idee e contatti.

Ad esempio, la Lokomotiv Mosca non aveva un reparto scout, ed il mercato veniva fatto affidandosi solo ai procuratori. Rangnick ha quindi consigliato al club Christian Möckel, uno scout con cui aveva lavorato all’Hoffenheim e da lì è stata creata una vera e propria squadra scout, che ha portato dal mercato, tra gli altri, il 21enne Maradishvili, il 20enne Beka Beka (con la Francia all’Olimpiade) e il 19enne Faustino Anjorin. Giovani, talenti. Del resto i suoi risultati negli scorsi anni sono sotto gli occhi di tutti: al Salisburgo ha portato gente come Upamecano, Naby Keita, Sabitzer, ed ora è pronto a mettere le sue competenze a disposizione di chi vorrà beneficiarne.

Ralf Rangnick

Author

Share