HomeNewsNuovo stadio: Sesto divisa verso le elezioni. Foggetta sfida Di Stefano: le...

Nuovo stadio: Sesto divisa verso le elezioni. Foggetta sfida Di Stefano: le loro parole

La vicenda del nuovo stadio del Milan s’incastra, di nuovo, con delle elezioni comunali. Questa volta non è Milano coinvolta, bensì Sesto San Giovanni, il piano b del club rossonero e dell’Inter. I due candidati forti, il sindaco uscente di centrodestra Roberto Di Stefano e lo sfidante di centrosinistra Michele Foggetta, si sono confrontati ai microfoni dell’Agenzia Dire, che riporta le loro argomentazioni riguardo al nuovo impianto. Ecco le loro parole.

Di Stefano: “Visita di Cardinale? È stata la proprietà a comunicarmi del sopralluogo. Io non ho contatti diretti con RedBird, così come non ho contatti con l’Inter. Non sento io le società, è la proprietà dell’area, che è privata, che ha in capo la trattativa. Iniziano a capire le potenzialità dell’area completamente da disegnare, ma già collegata con la metro al centro di Milano. Vedono soprattutto un vantaggio in termini di tempistiche perché, trattandosi di un’area privata, il Comune può offrire tempi di realizzazione certi e ai fondi interessa avere tempi certi dell’investimento“.

Di Stefano: “Aree ex Falck? Sono già demolite e bonificate, quindi basterebbe presentare la variante e automaticamente, con i tempi tecnici, si potrebbe già iniziare a costruire”. Inoltre stiamo parlando delle aree dismesse più grandi d’Europa che riprendono vita dopo anni di abbandono, le stiamo disegnando in questo momento. Andare a inserire uno stadio ci permette di disegnare tutto in maniera armonica. Una cosa diversa rispetto a Milano, dove invece l’area è circoscritta all’interno di un centro già urbanizzato e abitato“.

Foggetta: “Sala farà di tutto per tenere le due società a Milano. Milan e Inter vorranno restare lì dove sono. L’ipotesi Sesto è solo un modo per mettere pressione al Comune di Milano per arrivare in fretta a un accordo. Senza contare i problemi che si verrebbero a creare in una città che ha già grossi problemi con la gestione dell’ordine pubblico, perché sono in servizio troppi pochi agenti di polizia locale. Se dovesse arrivare lo stadio la gestione dell’ordine pubblico avrebbe bisogno di ben altri numeri. I terreni dell’ex Falck hanno già un progetto disegnato da portare a termine, che parla dell’arrivo della città della salute. Stiamo parlando di uno stadio che atterrerebbe tra due grandi strutture ospedaliere e andrebbe a sostituire quel verde di cui Sesto ha bisogno. La direzione opposta a quella che vogliamo percorrere“.

Nuovo stadio San Siro, il modello Populous - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Nuovo stadio San Siro, il modello Populous – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Ex Milan, Taarabt: “In tanti mi chiedono dei tifosi rossoneri, ma il Benfica è molto meglio: è su un altro livello”

L'ex giocatore rossonero Adel Taarabt ha rilasciato delle dichiarazioni al quotidiano portoghese Record. Il...

Wenger e l’elogio a Giroud: “Davanti a lui bisogna inginocchiarsi, ma la sua storia non è ancora finita”

Lo storico tecnico dell'Arsenal Arsene Wenger ha rilasciato un'intervista ai microfoni del quotidiano francese...

Lecce, Colombo: “Qui un ambiente magico. Milan? Fu incredibile l’esordio. Ibra mi chiamava…”

L'attaccante del Lecce Lorenzo Colombo ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Tuttosport nella quale...

Milan, domani la partenza per Dubai: il programma dei rientranti, tra allenamenti e amichevoli

È giorno di vigilia a Milanello, ma non di una partita, bensì della partenza...

Ultim'ora

Ex Milan, Taarabt: “In tanti mi chiedono dei tifosi rossoneri, ma il Benfica è molto meglio: è su un altro livello”

L'ex giocatore rossonero Adel Taarabt ha rilasciato delle dichiarazioni al quotidiano portoghese Record. Il...

Wenger e l’elogio a Giroud: “Davanti a lui bisogna inginocchiarsi, ma la sua storia non è ancora finita”

Lo storico tecnico dell'Arsenal Arsene Wenger ha rilasciato un'intervista ai microfoni del quotidiano francese...

Lecce, Colombo: “Qui un ambiente magico. Milan? Fu incredibile l’esordio. Ibra mi chiamava…”

L'attaccante del Lecce Lorenzo Colombo ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Tuttosport nella quale...