HomePrimo PianoIl Milan batte 7-0 il Lumezzane: divertimento, idee e reazioni da Milanello

Il Milan batte 7-0 il Lumezzane: divertimento, idee e reazioni da Milanello

Sono le 17.00, un giovedì pomeriggio di mezz’estate. Orario ingrato, visto il dress code che contraddistingue la figura del giornalista. Pantaloni lunghi e la più stretta delle camicie, alla bellezza di 33 gradi. Milanello si presenta festante. Tanta gente, pochissime bottigliette d’acqua. Festeggia l’ambiente, i tifosi meno: c’è tanto caldo, ma si rimane lì. No, non usciranno i calciatori da quel cancello verde che fa sognare grandi e piccini. I rossoneri sono occupati nel campo rialzato, pronti ad affrontare il Lumezzane nella prima uscita del 2023/24.

L’ATTESA DEL PIACERE È ESSA STESSA IL PIACERE

La troupe della stampa arriva sorridente. Firma per segnalare la propria identità, e si va in quel meraviglioso boschetto calcato (tra gli altri) da van Basten, Ronaldinho e Maldini. Il clima tiene botta: arrivati sul rettangolo di gioco, ci aspettano le collinette e dei meravigliosi arbusti. La schiena ringrazia per l’appoggio naturista, e l’ombra c’è in abbondanza. Arrivano i ragazzi, vestiti di rossonero (nella nuova maglia più rossa che nera), e gli avversari di Serie C, che indossano la tenuta bianca.

CALCIO IS BACK…IS IT?

Che bello sentire un arbitro fischiare il calcio d’inizio. Dal 3 giugno ad oggi il tifoso del Milan ha vissuto più vite, passando dall’estremo sconforto alla genuina curiosità. Ecco, punto importante della squadra che si sta costruendo: c’è voglia di sapere le prossime mosse di mercato, c’è voglia di vedere in campo i primi colpi, c’è voglia di respirare nuove gare ufficiali. Per ora ci si deve accontentare, e credeteci, chi ha potuto vedere la partita ha respirato un Milan bello, diverso, divertente.

Premessa classica del calcio di luglio: gli avversari vanno categorizzati per quel che sono. Il Lumezzane ha messo una grande pressione a dicembre, perdendo 3-2 una bella amichevole, ma in piena preparazione estiva i giudizi sui bresciani vanno tenuti da parte. Si percepisce nervosismo, volano parole e si fa fatica ad uscire dalla propria metà campo. Ci può stare.

Quel che si vede nel lato del Diavolo è gustoso. I primi tocchi di Pulisic sono esaltati da un “olé”, i movimenti di Loftus-Cheek sono studiati al minimo dettaglio e la paratona nel primo tempo di Sportiello suscita qualche wow. Quando l’americano va a terra in contrasto, c’è già un sospiro ansioso. Calma, dai. Il nuovo numero 11 si alza e ispira l’asse Pu-Po (horror per il nome, ma simpatico duo), e Tommaso Pobega può fare una facile doppietta. Bravo Christian.

Romero. Luka Romero. Ma siamo davvero sicuri di aver capito le potenzialità del ragazzo? Sin dal suo ingresso si è visto tanto. Pallone cercato diverse volte, gestualità del corpo da leader e testa bassa per cercare il dribbling più bello. L’assist per Colombo nel secondo tempo (l’attaccante è stato un altro indiscutibile protagonista, bravissimo), è stato l’antipasto per il gol su rigore. Si è presentato con personalità.

I giovani, tanti applausi per i giovani di Abate. Nonostante il risultato in cassaforte, nonostante il caldo e nonostante gli schemi siano ancora da provare, i Primavera hanno regalato un buon finale di partita. Curiosità: tutti parlano bene nell’ambiente di Zeroli. Il gol di testa da punta vera dimostra il perché.

La gara si conclude sul 7-0. Il Milan ha stravinto giocando bene (vabbé, dai…), il caldo è stato abbattuto da un mindset centralizzato sull’incontro ed i giovani, insieme ai nuovi acquisti, hanno fatto centro. Tutto bello. Ci avviamo verso il cancello, percorrendo quel boschetto di cui sopra. I curiosi dicono: “Stanno arrivando!“. Ma siamo solo noi, maledettissimi, giornalisti. Sarà per la prossima volta per foto ed autografi. Ah, sperando faccia qualche grado in meno.

Milanello-Raduno-MilanPress
Milanello-Raduno-MilanPress

 

Altre notizie

Il Milan Primavera non sa più vincere in campionato: poker della Fiorentina al Vismara. Rossoneri risucchiati nella lotta playoff

Nessuna crisi, ma continua il periodo no del Milan Primavera in campionato. I ragazzi...

Milan: i risultati del weekend del settore giovanile

In attesa di Primavera e Under 18, va in archivio il primo weekend di...

Champions League, il nuovo format dalla prossima stagione: la guida completa

L'edizione 2024/25 della UEFA Champions League seguirà un nuovo format. Ecco tutti i dettagli...

Ultim'ora

Il Milan Primavera non sa più vincere in campionato: poker della Fiorentina al Vismara. Rossoneri risucchiati nella lotta playoff

Nessuna crisi, ma continua il periodo no del Milan Primavera in campionato. I ragazzi...

Milan: i risultati del weekend del settore giovanile

In attesa di Primavera e Under 18, va in archivio il primo weekend di...