HomePrimo PianoLeao: "Il mio rinnovo con il Milan è un patto d'amore. Devo...

Leao: “Il mio rinnovo con il Milan è un patto d’amore. Devo ringraziare Furlani. E su Maldini e Ibrahimovic…”

Rafael Leao presenterà domani, mercoledì 28 febbraio, il suo libro “Smile, la mia vita tra calcio, musica e moda” in Mondadori Duomo a Milano. Il Corriere dello Sport ha anticipato sul proprio sito alcuni temi toccati dal giocatore portoghese sul Milan: ecco un piccolo estratto.

Chiunque vorrebbe giocare nel Milan. Volevo rimanere per completare un periodo di crescita che avevo iniziato e per far vedere quanto ancora potevo dare come calciatore e come uomo. Il mio rinnovo non è mai stato un tira e molla per questioni di soldi, come molti hanno detto e non avevo nemmeno dubbi sulla direzione tecnica che stava prendendo la squadra. C’è voluto un po’ di tempo, ma alla firma il mio pensiero è stato chiaro: non è un patto economico, ma un patto d’amore“.

Sulla multa da pagare allo Sporting: “Per la legge italiana ora sono finalmente libero dal mio debito. Devo ringraziare anche il Milan, che in quel periodo così difficile mi è sempre stato molto vicino. Devo ringraziare certamente Giorgio Furlani. È una grande persona, ci parliamo spesso; lui cerca sempre di parlarmi in portoghese. Stessa cosa devo dire di Gerry Cardinale: ogni volta che mi vede parliamo e si vede che lui mi vuole bene e vuole che resti al Milan“.

Su Maldini e Ibrahimovic: “Qualcuno ha provato a identificare in lui un mio ‘secondo padre’. Le persone hanno questa ossessione, cercare di identificare figure paterne per i calciatori giovani e attribuirgli qualità da guru. Per me non è stato un secondo padre, ma senza di lui forse non sarei chi sono, e non avrei vinto uno scudetto. È stato unico, fondamentale, mi diceva sempre che ero un calciatore bellissimo e che lui e suo padre erano degli esteti del calcio. Poi andò via. La verità è che non so cosa sia successo, so che da un giorno all’altro è andato via e tutti noi siamo rimasti spiazzati. Sicuramente abbiamo perso un pilastro che, però, è stato sostituito da altri grandi professionisti come Furlani e Moncada, e ora anche con il contributo di Zlatan. La lezione più importante che mi ha insegnato Ibra è stata farmi vedere come bisogna sentirsi a essere un calciatore del Milan. Ora so che ogni volta che gioco devo sfruttare quell’occasione e devo uscire dal campo senza rimpianti; far vedere la mia determinazione e la forza della squadra è diventato il mio obiettivo. Che tu sia un giocatore di talento o no, devi dare il massimo. Questa era ed è la Ibra Mentality“.

Milan: Rafael Leao (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Rafael Leao (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Youth League, Olympiacos-Milan: dove vederla in TV e streaming

Per fare la storia, per conquistare il trofeo. Olympiacos-Milan è la finale dell'edizione 2023/2024...

Dalla Spagna: Gerry Cardinale a Milano, incontrerà Sala per la situazione stadio domani mattina

Le dichiarazioni odierne fanno molto rumore a Casa Milan. Il proprietario rossonero, come precedentemente...

Galante: “Vincendo domani l’Inter potrebbe commettere un ‘delitto perfetto’. Euroderby? Il Milan contro la Roma ha dimostrato inferiorità”

Fabio Galante, ex difensore nerazzurri, è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport in occasione...

Mercato, Thiaw in uscita in estate? Piace in Premier League

La prossima estate il Milan non farà tantissimi movimenti di mercato, ma bensì qualche...

Ultim'ora

Youth League, Olympiacos-Milan: dove vederla in TV e streaming

Per fare la storia, per conquistare il trofeo. Olympiacos-Milan è la finale dell'edizione 2023/2024...

Dalla Spagna: Gerry Cardinale a Milano, incontrerà Sala per la situazione stadio domani mattina

Le dichiarazioni odierne fanno molto rumore a Casa Milan. Il proprietario rossonero, come precedentemente...

Galante: “Vincendo domani l’Inter potrebbe commettere un ‘delitto perfetto’. Euroderby? Il Milan contro la Roma ha dimostrato inferiorità”

Fabio Galante, ex difensore nerazzurri, è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport in occasione...