HomePrimo PianoIl miglior attacco è la difesa, Kjaer e un ritorno per ritrovare...

Il miglior attacco è la difesa, Kjaer e un ritorno per ritrovare solidità difensiva

Simon Kjaer è pronto a tornare in campo, bisogna ancora vedere se a Benevento o se preservarlo in vista del big match contro la Juventus. La cosa sicura è che il Milan ha sentito molto la mancanza del difensore danese, vera rivelazione da ormai un anno a questa parte. Il suo ritorno sarà sicuramente importante per ritrovare solidità difensiva.

6 partite senza Simon

L’assenza di Kjaer perdura ormai dai primi minuti di Milan-Celtic quando il danese dovette lasciare il campo dopo 11 minuti per un problema muscolare. Da allora il Milan ha giocato 6 partite mantenendo la porta inviolata 1 sola volta contro il modesto Sparta Praga. Nelle altre 5 partite di campionato lo score recita 8 gol subiti più di 1 gol subito di media a partita. Un dato che è compensato dall’estrema prolificità dei rossoneri che viaggiano ad una media di 2 gol fatti a partita. Ma non si può pensare di poter fare sempre un gol in più dell’avversario. In queste 6 partite oltretutto il Milan ha cambiato più volte la coppia di difensori centrali. L’infortunio di Gabbia che era designato a sostituire Kjaer ha spalancato le porte della titolarità a Pierre Kalulu. Il francese classe 2000 si è ritrovato catapultato al centro della difesa al netto di 0 presenze nel calcio professionistico. Dunque le attenuanti non sono state poche per la difesa rossonera che possono ancora la vantare la quarta miglior difesa del campionato con 16 gol subiti in 14 partite. Bisogna contare che le squadre davanti ai rossoneri in questo specifico dato hanno una partita in meno (Napoli e Juventus che si dovranno sfidare) e una partita vinta a tavolino (Verona, 3-0 con la Roma). Quindi tutto sommato, tra tante vicissitudini si può fare un plauso alla difesa di Stefano Pioli. 

Ritrovare solidità

Abbiamo visto i numeri vista l’assenza di Kjaer. Con il danese il Milan ha tutt’altra solidità visto che lo score recita 8 gol subiti in 9 partite. Meno di 1 concesso a partita. In Italia ma nel calcio in generale, se si vuole stare in alto in classifica o addirittura pensare di vincere il campionato, bisogna prendere pochi gol. Il ritorno di Kjaer è fondamentale anche perchè il Milan al rientro avrà un calendario molto fitto con squadre che hanno vocazione offensiva. Oltre al big match con la Juventus non sono da sottovalutare gli impegni con Torino, Cagliari e soprattutto Atalanta. Il Torino a dispetto dell’ultimo posto segna tanto (22 gol all’attivo) e ha in Andrea Belotti il pericolo principale da tenere d’occhio. Il Cagliari di Eusebio di Francesco, rispecchia la vocazione del suo allenatore che è sempre stato per il gioco propositivo e offensivo. L’Atalanta di Gasperini non la scopriamo di certo oggi e nonostante la telenovela Gomez, dispone di una batteria di giocatori offensivi da far invidia a tutti. Ecco quindi il rientro di Kjaer arriva nel momento più adatto. Pioli non vede l’ora di riabbracciare il suo pilastro, sperando di riprendere quella marcia che ha reso il 2020 del Milan indimenticabile.

Milan: Simon Kjaer – Milanpress

Altre notizie

Milan, sfuma definitivamente Ziyech? Il marocchino cerca l’accordo col PSG

Rischia di sfumare definitivamente uno degli obiettivi del Milan in queste ultime sessioni di...

Milan fuori dalla prossima Champions League: catastrofe da evitare

Immaginare un Milan fuori dalla prossima Champions League avrebbe i contorni della catastrofe per...

Si muove il mercato dei giovani: Omoregbe e Roback in uscita dalla Primavera

Il Milan dei giovani perde due membri: Bob Murphy Omoregbe ed Emil Roback lasciano...

Di Marzio – Bakayoko lascia il Milan: sta trattando con la Cremonese

Si chiude il secondo capitolo in rossonero per Tiémoué Bakayoko. Come riporta Gianluca Di...

Ultim'ora

Milan, sfuma definitivamente Ziyech? Il marocchino cerca l’accordo col PSG

Rischia di sfumare definitivamente uno degli obiettivi del Milan in queste ultime sessioni di...

Milan fuori dalla prossima Champions League: catastrofe da evitare

Immaginare un Milan fuori dalla prossima Champions League avrebbe i contorni della catastrofe per...

Si muove il mercato dei giovani: Omoregbe e Roback in uscita dalla Primavera

Il Milan dei giovani perde due membri: Bob Murphy Omoregbe ed Emil Roback lasciano...