HomeDerbyVerso Inter-Milan, 6 agosto 2011: Boateng e Ibra decidono la Supercoppa cinese...

Verso Inter-Milan, 6 agosto 2011: Boateng e Ibra decidono la Supercoppa cinese prima dei tempi cupi

Milan e Inter hanno iniziato il secondo decennio degli anni 2000 come avevano finito quello precedente: al top. Entrambe, tra il 2010 e il 2011, hanno vinto almeno un trofeo e, in Italia, l’hanno fatto quasi sempre l’una contro l’altra. Come successo nella Supercoppa italiana del 2011, che si può quasi considerare un partita aggiuntiva della stagione conclusasi solo qualche mese prima, in cui i rossoneri erano tornati dopo ben sette anni a vincere lo scudetto – guidati dalla vecchia guardia della precedente decade rinforzata da Thiago Silva e Zlatan Ibrahimovic – proprio davanti ai cugini in classifica.

La data è il 6 agosto, lo stadio è il Nazionale di Pechino, Cina, quasi pieno per l’occasione. Entrambe le tifoserie, rimaste quasi in toto in Italia, nascondono dietro le solite parole di circostanza – in cui sottolineano il poco interesse per un trofeo minore, peraltro giocato durante le vacanze -, una certa trepidazione: da una parte per confermare la vittoria in campionato e far capire come il Milan fosse tornato ai livelli che gli competono, dall’altra per dimostrare come la stagione appena terminata fosse stata solo di passaggio e che il trono cittadino appartenesse a chi aveva pressoché colonizzato le ultime stagioni.

La partita in sé non è di altissimo livello, come spesso succede nei match estivi, ma entrambe le squadre dal primo all’ultimo minuto mettono in campo la grinta giusta e lottano su ogni pallone. A deciderla sono i gol di due dei giocatori più importanti di quel periodo, Ibrahimovic e Boateng, che nel secondo tempo ribaltano il vantaggio iniziale di Sneijder. Una vittoria di misura, ma che per molti avrebbe dovuto rappresentare la base, insieme allo scudetto, di un futuro roseo per il Diavolo. Un futuro che non ci sarà, dato che – dopo questo trofeo – i rossoneri non vinceranno più nulla per cinque anni, complice anche la diaspora dei senatori a fine 2012. Saluteranno anche Thiago Silva e Ibrahimovic. Ma Zlatan tornerà. E tornerà da vincente.

Milan-Inter derbyissimo - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Milan-Inter derbyissimo – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Tutto bene quel che finisce bene: Romero ha lasciato l’ospedale e sta bene

Dopo la grande paura, la grande notizia: Luka Romero sta bene e ha già...

Capello: “Ibra vivrà grandi responsabilità ora, dovrà far sentire la sua voce in tutte le aree. Ho un solo dubbio però…”

Fabio Capello, ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport. L'argomento di discussione è...

Milan in mezzo alla tempesta? Tutti sull’arca di Noah. E ora la zona Champions League si solidifica ancor di più

Non era facile, soprattutto dopo i nuvoloni di tempesta fatti arrivare da Cardinale. Ma...

Serie A, Okafor raggiunge Jovic e Lautaro in una speciale classifica

Ancora una volta Noah Okafor si rivela decisivo per il Milan: l'attaccante svizzero ha...

Ultim'ora

Tutto bene quel che finisce bene: Romero ha lasciato l’ospedale e sta bene

Dopo la grande paura, la grande notizia: Luka Romero sta bene e ha già...

Capello: “Ibra vivrà grandi responsabilità ora, dovrà far sentire la sua voce in tutte le aree. Ho un solo dubbio però…”

Fabio Capello, ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport. L'argomento di discussione è...

Milan in mezzo alla tempesta? Tutti sull’arca di Noah. E ora la zona Champions League si solidifica ancor di più

Non era facile, soprattutto dopo i nuvoloni di tempesta fatti arrivare da Cardinale. Ma...