Da Florenzi a Giroud, passando per Rebic e non solo: Milan, a Firenze vadano in campo i più “freschi”

Author

Categories

Share

La sosta per le Nazionali porta sempre grandi grattacapi agli allenatori di club (Milan ovviamente compreso), che fanno gli scongiuri per far sì che i propri calciatori – già impegnati in calendari enormemente intasati – non si facciano male in giro per il Mondo. Più volte è stato chiesto di concentrare gli slot per le Nazionali magari al termine della stagione, ma per il momento non ci sono cambiamenti all’orizzonte. In questa sosta novembrina, sono stati ben quattordici i giocatori del Milan convocati dal rispettivi commissari tecnici: un numero molto cospicuo, costituito tra l’altro esclusivamente da calciatori di movimento, inevitabilmente più esposti ad eventuali infortuni. E, con ancora parecchie gare da giocare tra quest’oggi e i prossimi giorni, c’è già una brutta notizia per il Milan e per mister Stefano Pioli: ieri Davide Calabria ha lasciato il ritiro della Nazionale Italiana a causa di un problema muscolare al polpaccio.

Milan, allenamenti a ranghi ridottissimi

Il tecnico rossonero avrà poco tempo per preparare la delicatissima sfida di sabato sera a Firenze contro i viola di Vincenzo Italiano. Un match che i rossoneri devono cercare di vincere, anche per approfittare dello scontro diretto tra Inter e Napoli, in programma domenica sera. A Milanello sono rimasti poco più di una decina di calciatori, e Pioli potrà avere la rosa al completo soltanto mercoledì o giovedì, a 48/72 ore dalla sfida alla Fiorentina: dei quindici giocatori della rosa rossonera non convocati, infatti, due sono lungodegenti (Maignan e Plizzari), altrettanti stanno cercando di recuperare dai rispettivi infortuni (Romagnoli e Castillejo). Ne resta un gruppo di undici giocatori, due dei quali sono portieri (Tatarusanu e Mirante) e solo nove calciatori di movimento: Tomori, Gabbia, Conti, Florenzi, Bakayoko, Messias, Maldini, Rebic e Giroud.

Contro la Fiorentina in campo i più freschi

Con queste premesse, è inevitabile che Pioli farà delle attente valutazioni sull’undici da schierare titolare al Franchi, laddove i giocherà il primo di una serie di nove incontri in trentadue giorni fino alla sosta natalizia. Sarebbe opportuno, a parere di chi scrive, mandare in campo buona parte dei suddetti nove giocatori, la cui condizione può essere migliore rispetto a quella dei compagni che hanno giocato con le Nazionale. Impossibile ed inopportuno schierarli tutti, però – detto di Tomori che sarà sicuramente in campo dal primo minuto – anche gente come Florenzi, Bakayoko, Rebic e Giroud possono costituire scelte opportune ed azzeccate, al pari di capitan Romagnoli, qualora dovesse recuperare in tempo. Con Tatarusanu in porta, insomma, più di mezza squadra sarebbe già fatta, con gli altri quattro-cinque/undicesimi che andrebbero attinti dai convocati in Nazionale, considerando che elementi come Hernandez, Kalulu, Kessie, Bennacer, Saelemaekers e Krunic disputeranno la loro seconda partita martedì sera.

Twitter: @Juan__DAv

Milan: Alessandro Florenzi, Ismael Bennacer e Sandro Tonali (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share