HomeNewsFemminile, il focus verso il 2023

Femminile, il focus verso il 2023

In questa prima metà di stagione dai due volti, il Milan è riuscito a consolidare comunque la propria posizione tra le prime cinque in classifica, piazzamento che consente l’accesso alla cosiddetta “Poule Scudetto”. Il nuovo format della Serie A Femminile, infatti, ha preso il via in quest’annata e vedrà coinvolte tutte le 10 formazioni partecipanti alla competizione in un finale di stagione imprevedibile. Il sesto posto, che significherebbe “Poule Retrocessione” è distante ben 9 punti, e per le rossonere è tempo di guardare avanti con meno preoccupazioni.

Quello che è mancato fin qui al gruppo di Ganz è la continuità nei risultati. Le rossonere hanno infatti alternato vittorie prestigiose e significative, tra cui il 4-3 ai danni della Juventus e il 6-1 in casa della Fiorentina, a ko e pareggi inattesi. I sei gol inflitti alla Viola – terza in classifica – alla decima giornata hanno mostrato come la squadra possieda enormi potenzialità, inespresse per lunghi tratti del cammino. La vittoria di Sesto Fiorentina è stata senza dubbio la migliore prestazione di questa prima parte di stagione.

Tra le note positive di questa prima parte di stagione troviamo sicuramente il rendimento offensivo: 25 le realizzazioni rossonere nei 12 turni di campionato, due in più persino della Roma capolista. Il trio rossonero composto da Kosovare Asllani, Lindsey Thomas e Martina Piemonte ha siglato 14 dei 25 gol targati Milan in questa Serie A. L’attaccante svedese, in particolare, ha dimostrato di non necessitare di alcun periodo di adattamento dal suo arrivo in estate, timbrando il cartellino all’esordio e raggiungendo quota 7 reti con l’1-0 di Sassuolo nell’ultimo turno. A risaltare questi numeri un primato: il Milan è la squadra che vanta più marcature su palla inattiva nella prima parte di questo campionato (8).

Anche nel reparto difensivo, non mancano le note positive. Un altro dei nuovi volti estivi si è preso titolarità e fiducia da parte di tutte le compagne: Małgorzata Mesjasz. Il centrale polacco si è dimostrato un elemento di primo piano nello scacchiere di Mister Ganz, e ha infatti preso parte a tutte le gare, siglando inoltre due reti. In aggiunta, Gosia è la giocatrice di movimento del Milan che ha recuperato più palloni (88) ed è anche andata a segno nel 2-0 sulla Ternana, unica gara di Coppa Italia disputata fin qui dalle rossonere. A gennaio la ripresa delle attività, con obiettivi da inseguire proprio tra Coppa Italia – qualificazione ai Quarti di Finale in palio – e Serie A, alla ricerca della continuità.

fonte: acmilan.com

Milan Femminile - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Milan Femminile – MilanPress, robe dell’altro diavolo

 

Altre notizie

Real Madrid, Ancelotti: “Mendy è il miglior terzino sinistro al mondo”

Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico del Real Madrid, Carlo Ancelotti, ha risposto ad...

Non è un calcio per Rafa Leao

Questo non è un articolo a difesa di Rafael Leao. Non è neanche un...

L’Europa League, il futuro di Pioli e della panchina: tutto accantonato. C’è il derby, riscattarsi o sprofondare

"Tutto il resto è noia", canterebbe Franco Califano. Milano si prepara al grande giorno,...

VIDEO – Jan-Carlo Simic, leader innato: discorso motivazionale ai compagni prima della semifinale di Youth League

Che cuore la Primavera di Ignazio Abate. Il Milan batte ai calci di rigore...

Ultim'ora

Real Madrid, Ancelotti: “Mendy è il miglior terzino sinistro al mondo”

Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico del Real Madrid, Carlo Ancelotti, ha risposto ad...

Non è un calcio per Rafa Leao

Questo non è un articolo a difesa di Rafael Leao. Non è neanche un...

L’Europa League, il futuro di Pioli e della panchina: tutto accantonato. C’è il derby, riscattarsi o sprofondare

"Tutto il resto è noia", canterebbe Franco Califano. Milano si prepara al grande giorno,...