Svezia, il ct Andersson: “So cosa Ibra mi ha detto quando ha lasciato la Nazionale. Da allora, non è cambiato nulla”

Author

Categories

Share

Zlatan Ibrahimovic sta dimostrando di essere ancora in grado di fare la differenza: i dieci gol in sei partite disputate in questo campionato ne sono una conferma. Contro il Napoli ha registrato la quarta doppietta stagionale, numeri da extraterrestre per un trentanovenne che veniva dato per finito una volta atterrato in America. Lui però è diverso da tutti gli altri, è tornato e ha saputo per l’ennesima volta scacciare tutte le critiche ricevute prendendosi sulle spalle un Milan che sembrava sprofondare in un buco senza fine e riuscendolo a risollevare come meglio non poteva. Prestazioni da gigante e critiche eliminate una volta per tutte.

Solo uno come Zlatan può spostare gli equilibri di una squadra in maniera così radicale, così come può scuotere un intero Paese attraverso un post su Instagram. Si, perché il numero 11 rossonero aveva pubblicato una foto con la maglia della Svezia e con scritto “long time no see”. Naturalmente non poteva non arrivare la risposta del ct Janne Andersson che ha parlato così in conferenza stampa, come riporta il quotidiano svedese Aftonbladet: “Non seguo i social media, ma in ogni caso a me non importa quello che dice e come lo dice, deve vivere la sua vita. So invece cosa mi ha detto e cosa abbiamo concordato quando ha lasciato la Nazionale. Da allora, non è cambiato nulla nel mio modo di vederlo“.

Milan: Zlatan Ibrahimovic - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Zlatan Ibrahimovic – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share