giovedì, Maggio 26, 2022

Diaz e una notte da diez. Quanta responsabilità sulle spalle di Brahim stasera

Author

Categories

Share

- Advertisement -
- Advertisement -

Alla spicciolata i casi covid delle scorse settimane stanno rientrando in gruppo. Per contro, come è stato dimostrato già più volte in questi anni, occorre non sottostimare le difficoltà che incontrano i giocatori che tornano in attività. Tomori purtroppo è stato un caso eclatante quanto sfortunato, ma in queste stagioni pandemiche, spesso abbiamo osservato difficoltà nella ripresa.

Lo stesso Theo Hernandez che nelle ultime partite è l’uomo in più, ha attraversato settimane complicate, prima di tornare a dominare la corsia come ha fatto nelle uscite più recenti. Questa sera contro lo Spezia c’è la necessità che un altro negativizzato torni a fare la differenza, e ci riferiamo naturalmente a Diaz.

In contumacia Bennacer e Tonali, senza nemmeno Kessie e con out anche Kjaer come ben sappiamo, la costruzione dal basso coi centrali difensivi prima e di mediana poi, perderà molta della qualità che questa rosa potrebbe potenzialmente esprimere. Con un’emergenza che a Milanello è ‘nuova normalità’ da oltre un anno, sarà importantissimo il contributo di Brahim.

Qualora il 10 rossonero dovesse faticare nel farsi innescare, le soluzioni tattiche sarebbero piuttosto limitate. Resterebbero gli spunti di Leao sulla sinistra e il lancio in profondità a Zlatan o in caso a Giroud. Se invece si vorrà imbastire manovre anche centralmente, palla a terra, la capacità di farsi trovare tra li linee o anche più a ridosso del centrocampo sarà pertinenza e responsabilità prettamente di Diaz.

È il match dell’emancipazione. È il necessario che può diventare virtù. Non ci sono escamotage e non ci sono alternative. È una serata dove il 10 sulla maglia non è soltanto un numero.

Milan: Brahim Diaz (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Brahim Diaz (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share