HomeIn evidenzaBerardi è l'esempio dello scarso equilibrio nei giudizi: è davvero un giocatore...

Berardi è l’esempio dello scarso equilibrio nei giudizi: è davvero un giocatore da big?

La delusione italiana per la sconfitta contro la Macedonia del Nord e la conseguente assenza dal Mondiale in Qatar del prossimo dicembre è ancora forte, nonostante i due giorni passati. Una delusione mista ad incredulità e frustrazione per una qualificazione che sembrava complicata, ma per via del Portogallo, non di certo per la modesta Nazionale balcanica.

Sono iniziati i processi, ma al momento il fronte Gravina-Mancini sembra saldo, almeno per gran parte della critica. Non così saldo per uno dei diretti interessati (il secondo), il quale avrà da riflettere dopo l’inutile, e sottolineo inutile, sfida di domani sera in Turchia contro Calhanoglu e compagni.

L’argomento della discussione vuole essere però un altro e riguarda un singolo particolarmente criticato che viene spesso accostato al Milan nell’ultimo periodo. Parlo chiaramente di Domenico Berardi, colpevole di aver sciupato l’occasione d’oro capitata sui suoi piedi nel corso del primo tempo con Dimitrievski fuori dai pali. Da giocatore da big a bidone nel giro di poche ore: qual è la versione corretta?

Berardi, da top a bidone

È sottilissima la linea che separa il giudizio su un giocatore, basta un errore o un gran gol per appiccicargli un’etichetta pronta ad essere staccata al primo ribaltone. Ed ecco l’esempio di Berardi, passato dalla doppietta contro lo Spezia al tiro debole parato dal portiere macedone nel giro di soli 6 giorni. Basta così poco, bastano giusto pochi minuti per dimenticare.

Dimenticare quello che l’attaccante del Sassuolo ha fatto nel corso di tutta la partita di giovedì sera, facendosi notare come il giocatore più pericoloso di tutta la squadra, creandosi spazi per concludere a rete, talvolta debolmente e altre volte in maniera imprecisa. Può capitare la serata no in fase di finalizzazione, no? Alla fine ad uno come lui in stagione è capitata sporadicamente: nelle 27 partite giocate con la maglia neroverde ha segnato 14 gol e fornito 14 assist, ma il dato impressionante è un altro, ovvero quello delle partecipazioni. In 21 gare su 27 ha contribuito ad una rete per la squadra di Dionisi. Non basta? Contro le big non fa bene?

Le 6 avversarie contro le quali non è stato incisivo: Torino, Empoli, Fiorentina, Bologna, Sampdoria e Salernitana. Nei 9 match disputati contro le prime 7 in classifica il suo score è il seguente: 4 gol e 6 assist. Big game player?

Un giocatore che al Milan non farebbe comodo, di più, soprattutto visti i numeri della fascia destra. Ben vengano i 15 milioni ipotizzati dalla Gazzetta odierna, anche se sembra una cifra troppo bassa rispetto al vero valore e alle richieste di Carnevali. L’investimento per fare il salto di qualità lì va fatto e Mimmo Berardi, colui che ha condannato i rossoneri più volte nel corso della sua carriera, è l’uomo giusto al momento giusto.

Milan-Sassuolo: Domenico Berardi, Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma) - MilanPress, robe dell'altro diavolo
Milan-Sassuolo: Domenico Berardi, Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma) – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

MP VIDEO – Il regalo dei giornalisti a Stefano Pioli: “Al prossimo traguardo”

Una bella iniziativa per dirsi addio. Stefano Pioli lascia il Milan dopo quattro anni...

Pioli a Sky Sport: “Sì, il ciclo era davvero finito. Il malcontento dei tifosi è normale: non abbiamo più vinto dopo lo scudetto”

Stefano Pioli ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport al termine di Milan-Salernitana....

Pioli in conferenza: “Ho messo tutto dentro il Milan e ho ottenuto tantissimo. Il futuro…”

Ultima conferenza stampa post partita di Stefano Pioli da allenatore del Milan. Queste le...

MP FOTO – Milan-Salernitana, Pioli in conferenza insieme a tutto il suo staff

Scena inedita quella a cui hanno assistito i giornalisti presenti a San Siro. Come...

Ultim'ora

MP VIDEO – Il regalo dei giornalisti a Stefano Pioli: “Al prossimo traguardo”

Una bella iniziativa per dirsi addio. Stefano Pioli lascia il Milan dopo quattro anni...

Pioli a Sky Sport: “Sì, il ciclo era davvero finito. Il malcontento dei tifosi è normale: non abbiamo più vinto dopo lo scudetto”

Stefano Pioli ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport al termine di Milan-Salernitana....

Pioli in conferenza: “Ho messo tutto dentro il Milan e ho ottenuto tantissimo. Il futuro…”

Ultima conferenza stampa post partita di Stefano Pioli da allenatore del Milan. Queste le...