HomePrimo PianoMilan, senza attaccanti è dura: quanto è pesata l'assenza di un vero...

Milan, senza attaccanti è dura: quanto è pesata l’assenza di un vero 9

Un’eliminazione che brucia per il Milan quella di giovedì sera in Europa League avvenuta per mano del Manchester United. Un avversario sulla carta più esperto, forte ed attrezzato ma che sul campo non l’ha dimostrato pienamente, complice anche qualche assenza di troppo.

Già. Le assenze, ormai una costante in casa Milan sin dall’inizio stagione, molte delle quali hanno compromesso diverse partite della squadra di Pioli. Due su tutte proprio le sfide degli ottavi di Europa League contro lo United. Due sfide equilibrate, che con l’organico rossonero al completo, sarebbero potute andare diversamente. Una lunga lista di indisponibili che ha costretto Pioli a schierare una formazione sperimentale – specie in attacco – che non ha permesso di giocare al meglio tutte le pedine a disposizione del proprio scacchiere. Il centravanti – vista la disponibilità a mezzo servizio di Zlatan Ibrahimovic – l’ha dovuto fare Castillejo e la differenza, soprattutto fisica, si è vista e sentita. Con l’ingresso di Zlatan le cose sono cambiate, ma ciò non è bastato per ribaltare la partita ed indirizzare la qualificazione sui binari rossoneri.

PIENA EMERGENZA

Il reparto offensivo era e continua ad essere infatti in piena emergenza. Tra infortuni e squalifiche sono assenti Rebic, Leao e soprattutto Mario Mandzukic, preso a gennaio come vice Ibra ma che sta avendo più problemi dello svedese. L’acquisto del croato è stata una scommessa ma nessuno, neanche il più pessimista, poteva aspettarsi un impatto del genere. Il tempismo con cui sia lui che Ibra hanno avuto problemi fisici è stato “perfetto” per farli essere indisponibili nello stesso momento e per privare Stefano Pioli di quella punta di peso che forse qualcosa in più dal punto di vista tattico ed anche in termini di gol avrebbe fatto.

Milan: Zlatan Ibrahimovic - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Milan: Zlatan Ibrahimovic – Milanpress, robe dell’altro diavolo

L’età avanzata dei due è anche uno dei motivi dei continui infortuni ma sicuramente una bella dose di sfortuna in casa Milan c’è e si vede. Spostandoci negli altri reparti la situazione non cambia anzi, forse peggiora. Romagnoli e Calabria ne avranno per alcune settimane, mentre Bennacer deve ancora trovare la forma migliore. Insomma l’infermeria a Milanello è sempre piena e fatica a svuotarsi, la sosta potrà aiutare per poi preparare insieme il rush finale della stagione che Pioli si augura possa essere più fortunato degli ultimi mesi.

Altre notizie

CorSport: come arriva il Milan al derby? I numeri

Se si guardassero solo i numeri in Serie A il Milan al derby di...

Verso Milan-Inter, Inzaghi in conferenza: “Domani potrebbe essere una giornata importante per la famiglia Inter. Lautaro? Sta bene, non sono preoccupato”

Simone Inzaghi ha parlato nella conferenza stampa alla vigilia del Derby della Madonnina. La...

Femminile, il Milan vince la quarta di fila: 1-3 alla Sampdoria, grande doppietta di Ijeh

Sampdoria-Milan sono scese in campo oggi alle 12.30 in occasione della quinta giornata della...

Ultim'ora

CorSport: come arriva il Milan al derby? I numeri

Se si guardassero solo i numeri in Serie A il Milan al derby di...

Verso Milan-Inter, Inzaghi in conferenza: “Domani potrebbe essere una giornata importante per la famiglia Inter. Lautaro? Sta bene, non sono preoccupato”

Simone Inzaghi ha parlato nella conferenza stampa alla vigilia del Derby della Madonnina. La...

Femminile, il Milan vince la quarta di fila: 1-3 alla Sampdoria, grande doppietta di Ijeh

Sampdoria-Milan sono scese in campo oggi alle 12.30 in occasione della quinta giornata della...