Dall’Atalanta all’Atalanta: tredici mesi fa l’inferno, ora il Milan si gioca il titolo d’inverno

Author

Categories

Share

Come riportato da Tuttosport, tanto è cambiato in casa rossonera da quel nerissimo 22 Dicembre 2019, giorno di Atalanta 5-0 Milan. Sono passati 13 mesi da uno dei giorni più neri della recente storia del Diavolo. Gara che ha fatto da spartiacque in casa Milan, e sabato pomeriggio si ritroverà a giocarsi contro la Dea il titolo di Campione d’Inverno.

Proprio da quella gara nacque la rinascita rossonera con Maldini e Boban che provarono in tutti i modi a portare Zlatan Ibrahimovic ancora al Milan. Lo svedese era ancora parecchio titubante riguardo a un suo ritorno, tanto da far spazientire la dirigenza del Diavolo. Oltre allo svedese nella campagna di acquisti invernale arrivò Simon Kjaer, oggi tassello indispensabile dello scacchiere di Stefano Pioli. Rossoneri che da quel 5-0 non hanno più perso lontano da San Siro se non nel Derby contro l’Inter.

Molto è cambiato anche a livello di organico. Molti titolari di quella partita ora sono stati ceduti, come Rodriguez, Musacchio, Bonaventura, Suso e Conti andato in queste ore al Parma. Gara che però rimane molto delicata a causa delle tantissime assenze che stanno colpendo la capolista. Mancheranno Krunic, Bennacer, Calhanoglu, Theo Hernandez e gli squalificati Romagnoli e Saelemaekers. Unica gioia il ritorno di Rafael Leao dopo il turno di squalifica scontato a Cagliari.

Da chiarire ancora la presenza di Simon Kjaer dopo la lombosciatalgia accusata in quel di Cagliari. Il difensore danese, dovrebbe regolarmente recuperare e giocare al fianco di Kalulu. Da sottolineare anche la prima partita di Mario Mandzukic, il croato è pronto a dare il suo contributo a gara in corso.

Author

Share