HomePrimo PianoMilan, inizia il countdown per salutare un 2023... da dimenticare: i numeri...

Milan, inizia il countdown per salutare un 2023… da dimenticare: i numeri dell’anno solare rossonero ad oggi

Inizia il countdown per salutare un 2023 da dimenticare per il Milan… ad oggi. 10 partite, 7 di Serie A e 3 di Champions League, separano la squadra rossonera dalla fine dell’anno solare. Uno stacco che in realtà si sentirà ben poco, dato che Calabria e compagni saranno in campo già il 2 gennaio per il match di Coppa Italia contro il Cagliari.

Prendendo spunto dalla sottolineatura fatta SportFace, abbiamo analizzato i dati dell’anno solare rossonero, partendo da Salernitana-Milan 1-2 e terminando con Milan-Udinese 0-1. Una cosa è certa: della squadra che aveva stupito tra 2020 e 2022, sia per gioco che per risultati, sembra esserci solo l’ombra.

I numeri rossoneri del 2023

Saranno 55 le partite complessive giocate dal Milan quando il 2023 terminerà. Delle 45 disputate finora, 34 sono di Serie A (23 nella scorsa stagione, 11 in questa), 9 di Champions League (6 nella scorsa stagione, 3 in questa), una di Coppa Italia e una di Supercoppa Italiana (entrambe nella scorsa stagione).

Il dato che balza all’occhio è sicuramente quello delle 19 vittorie (42,2%), ovvero nemmeno la metà rispetto ai match giocati: si suddividono in 12 nell’annata 2022/23 e 7 in quella 2023/24. I pareggi sono stati 12 (26,7%, 9 e 3 nelle due annate), mentre le sconfitte ben 14 (31,1%, 10 e 4 nelle due annate).

I gol fatti e quelli subiti quasi si equivalgono: 56 quelli realizzati (suddivisi in 38 e 18 tra le stagioni), 51 quelli incassati (suddivisi in 36 e 15 nelle stagioni). Il totale dei clean sheet si attesa invece a 17 (11 nell’annata 2022/23 e 6 in quella 2023/24).

Per capire l’indice di pericolosità dei rossoneri e dei loro avversari, ci siamo avvalsi anche del calcolo degli Expected Goals, ovvero il potenziale offensivo prodotto da una squadra in una determinata partita. Se sommiamo i dati riguardanti le reti realizzati tra 2022/23 (41.22) e 2023/24 (17.62) limitatamente alla Serie A, arriviamo ad un totale di 58.84 gol segnati, di poco superiori ai 52 gol effettivamente realizzati (più l’autogol di Musso in Milan-Atalanta). Come termine di paragone utilizziamo i numeri dell’Inter: i nerazzurri hanno un totale di 65.92 xg nel 2023 in Serie A, mentre il numero delle reti è di 62.

Per quel che riguarda invece la difesa, la somma tra i dati degli xg della stagione 2022/23 (25.05) e quelli della stagione 2023/24 (12.93) porta a 37.98 xg subiti in 34 partite contro i 39 realmente incassati (40 se si conta anche l’autogol di Theo Hernandez contro il Lecce).

Dal punto di vista individuale, il bomber rossonero dell’anno solare in Serie A è per ora Olivier Giroud con 14 reti complessive (suddivise in 8 e 6). Leao segue con 12 (9 e 3), poi il vuoto: Pulisic è il terzo con 4 gol, seguito da Theo Hernandez e Junior Messias con 3.

Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

LiveScore seleziona due giocatori del Milan per il Team of the Season: ecco di chi si tratta

Nonostante, quella appena terminata, sia stata vista come una stagione fallimentare (data l'assenza di...

Ancelotti: “All’epoca di Parma avevo un sistema che ho imparato al Milan da Arrigo Sacchi. Il calcio mi piace, ma non è un’ossessione”

La carriera di Carlo Ancelotti si può riassumere con una sola parola: vincente. Nonostante...

Colombo saluta il Monza prima di tornare al Milan: “Termina una stagione che mi ha fatto crescere, grazie a tutta la società e i...

Lorenzo Colombo non verrà riscattato dal Monza e tornerà quindi al Milan, dove poi...

Ultim'ora

LiveScore seleziona due giocatori del Milan per il Team of the Season: ecco di chi si tratta

Nonostante, quella appena terminata, sia stata vista come una stagione fallimentare (data l'assenza di...

Ancelotti: “All’epoca di Parma avevo un sistema che ho imparato al Milan da Arrigo Sacchi. Il calcio mi piace, ma non è un’ossessione”

La carriera di Carlo Ancelotti si può riassumere con una sola parola: vincente. Nonostante...